sabato 4 novembre 2017

Battere il 'Toro' per la classifica e confermare i segnali di crescita

Nella foto: la rete realizzata da Milan Skriniar contro il Crotone. Il difensore sloveno, uno dei grandi colpi del mercato estivo della società nerazzurra, domani è atteso a una sfida importante contro uno degli attaccanti più importanti e forti del campionato, il centravanti del Torino e della Nazionale italiana Andrea Belotti.

A San Siro arriva il Torino e il pensiero vola inevitabile alla sfida di campionato dello scorso marzo quando allo Stadio 'Grande Torino' l'Inter di Stefano Pioli, dopo una serie di risultati altalenanti, fu fermata sul 2-2 dai granata di Sinisa Mihajlovic e da quel momento entrò in una crisi definitiva di gioco e di risultati fino alla fine della stagione.

Naturalmente, è giusto fare questa precisazione, la 'crisi' di risultati che seguì questo pareggio non fu dovuta nella specie solo alla partita di Torino, ma esplose come una bolla definitivamente dopo quel risultato e dopo lunghi mesi di gestione sciagurata. A partire già da tutto quello che era successo nel pre-campionato, il calciomercato, il cambio di allenatore a dieci giorni dall'inizio del campionato...

In quella situazione specifica Pioli, fino a quel momento in qualche modo positivo, dichiarò ufficialmente la resa quando alla fine della partita definì il pareggio un 'passo falso' perché 'abbiamo un obiettivo esagerato per la nostra posizione e ogni vittoria mancata è un passo falso'.

L'obiettivo era ovviamente ieri come oggi la qualificazione alla Champions League, competizione a cui non prendiamo parte dalla stagione 2011/12 (quindi l'ultima qualificazione fu al termine del campionato di Serie A 2010/11) in un susseguirsi di campionati fallimentari e che del resto, come anche quello scorso durante la gestione-Pioli, ci hanno visto spesso vivere momenti di 'estasi' e risultati positivi in serie (è successo con Ranieri, Stramaccioni, Mazzarri, Mancini, Pioli...), per poi vederci puntualmente crollare per ragioni diverse.

Ci presentiamo a questa sfida in una posizione di classifica particolarmente favorevole, siamo infatti secondi alle spalle solo del Napoli (favorito alla corsa-Scudetto alla pari della Juventus), e dopo avere ottenuto 29 punti in 11 partite, 9 vittorie e 2 soli pareggi.

Abbiamo vinto contro la Fiorentina, contro la Roma e contro il Milan. Abbiamo pareggiato contro il Napoli al San Paolo.

Dire che ora stiamo facendo un campionato da vertice non costituisce una eresia o una esagerazione, anche se è sicuramente troppo presto per poter fare una proiezione sul lungo periodo e dire con certezza se riusciremo a centrare finalmente la qualificazione alla Champions League.

Anche perché va detto che se noi facciamo bene, le altre non stanno a guardare: Napoli, Juventus, Lazio, Roma stanno facendo tutte un campionato molto importante e comunque noi in alcune occasioni - va detto - non siamo stati particolarmente brillanti, segno che (se pure i risultati sono stati positivi) siamo ancora un progetto in divenire

Siamo quindi perfettibili ma secondo me possiamo migliorarci solo continuando a ottenere risultati positivi. Adoperando proprio una massima di Roberto Mancini, 'Vincere aiuta a vincere', e comunque a parte questo è chiaro che determinati accorgimenti possono essere fatti solo in corso d'opera e dopo aver visto la squadra all'opera sul campo. Così come diventa difficile capire dove e come intervenire se vengono a mancare i risultati.

In questo momento ci gira tutto bene, per fortuna, quindi significa che dobbiamo mantenere la nostra posizione di forza quanto più a lungo possibile e intanto continuare e consolidare il nostro progetto di crescita come gruppo e come squadra.

Il Torino di Sinisa Mihajlovic a me sembra esattamente come l'anno scorso, una squadra imprevedibile e come tale mi appare destinata a continuare ad avere risultati altalenanti (come quelli ottenuti finora) fino alla fine del campionato.

Proprio come l'anno scorso, è una squadra che segna molto (16 goal fatti finora) ma subisce ancora di più (18), anche se va detto che in questa stagione è finora mancato molto spesso la punta di diamante della squadra di Mihajlovic, il centravanti della Nazionale italiana Andrea Belotti.

Rientrato in campo proprio domenica scorsa contro il Cagliari, Belotti era precedentemente dovuto restare fermo ai box per un infortunio al ginocchio. Il problema in questo momento appare essere superato e il giocatore (che ha finora messo a segno tre reti in campionato) dovrebbe essere regolarmente in campo al centro dell'attacco.

Per il resto Mihajlovic ha ampia disponibilità di scelta, avendo a disposizione praticamente tutti i giocatori, tranne Bonifazi (infortunato), e dovrebbe schierare la squadra con il solito 4-3-3 con De Silvestri, N'Koulou, Moretti, Ansaldi (Barreca) davanti a Sirigu. Acquah, Rincon e Baselli a centrocampo e Iago Falque e Ljajic a sostegno di Belotti.

È una squadra molto muscolare a difesa e centrocampo, ma chiaramente votata al gioco d'attacco e che come tale sembrerebbe essere preferibile da affrontare per quelle che sono le nostre caratteristiche.

Andrà chiaramente nel caso valutato con quale atteggiamento scenderanno in campo contro di noi a San Siro e in trasferta, ma considerando talune caratteristiche dei giocatori, è prevedibile che non dovrebbero rinunciare ad attaccare.

Al di là dell'attenzione che dovranno avere i nostri esterni difensivi nel contenere le giocatare dei loro talentuosi attaccanti, senza considerare l'interessantissimo tete-à-tete tra Belotti e Skriniar, la chiave della partita va forse ricercata nella posizione di Borja Valero e in come e se lo spagnolo riuscirà a prendere in mano le redini del centrocampo (dove Gagliardini e Vecino dovranno giocarsela contro giocatori particolarmente forti fisicamente e dinamici come Acquah, che ci fece molto male l'anno scorso, oltre Rincon e Baselli) creando con la sua qualità quella superiorità tecnica nella loro metà campo e che potrebbe poi rivelarsi determinante.

Va da sé che non mi aspetto novità di formazione per quanto riguarda i nostri ragazzi: penso che anche avendo recuperato Brozovic, giocatore che è evidentemente considerato dal mister, gli undici iniziali saranno gli stessi che nelle ultime occasioni.

Spalletti del resto non si è sbottonato in alcun modo in questa direzione, ma ha speso comunque parole importanti per tutto il gruppo e nel merito dei giocatori meno utilizzati e che nelle ultime gare sono partiti dalla panchina (Brozovic, Joao Mario, Joao Cancelo, Dalbert...) ha parlato chiaramente di crescita.

Al solito la sua conferenza è stata più che convincente e dai toni fermi e decisi. Il mister respinge le critiche e ogni accostamente alle grandi Inter del passato e divide i meriti con i giocatori che anzi dichiara essere i primi responsabili delll'ottimo campionato fatto finora dalla squadra.

Incalzato sul calciomercato, Spalletti non si sbilancia neppure in questo senso, ma riprendendo le parole di Piero Ausilio del giorno prima, ha ribadito che non arriveranno top-player, ma che se ci sarà un'occasione, il club sarà pronto a coglierla.

In questo senso ha espresso un pensiero che ho in testa già dalla fine della scorsa sessione di mercato estivo: c'è evidentemente un budget di 20-25 milioni di euro e che può essere speso per un giocatore. Che chiaramente ha un ingaggio non da top-player.

Sono i famosi soldi che si pensava di spendere per Schick e che alla fine sono rimasti in 'cassa' dopo che l'attaccante si è trasferito alla Roma.

Per questo non sono del tutto negativo sul mercato di gennaio: se ci sarà l'opportunità di rinforzare la squadra in maniera intelligente, così come è stato fatto in estate, non ci si tirerà indietro. Ne sono sempre stato convinto e mi sembra che le dichiarazioni di Spalletti vadano chiaramente in questa direzione. Che poi prendere un giocatore di prima fascia sia impossibile, questa non è una novità. Al di là della mancata partecipazione alla Champions, abbattere gli ingaggi è stato l'obiettivo prioritario e quello fondamentale per sanare ogni possibile disputa con la UEFA:

Ma di tutto questo parleremo chiaramente più avanti. L'attualità infatti è la gara contro il Torino.

A San Siro sono attesi per l'occasione più di 70.000 spettatori per una partita che è probabilmente più difficile di quanto ci si possa aspettare. Dopo ci sarà nuovamente una pausa per gli impegni della Nazionale, prima di Atalanta, Cagliari, Chievo Verona. Quattro partite e un mese per fare quanti più punti possibili e crescere ancora, prima dello scontro contro la Juventus.

La sensazione è che in vista dei prossimi impegni, più che preoccuparci della bravura degli avversari, punteremo la nostra attenzione su quelle che sono le nostre reali potenzialità e su se e come il mister riuscirà a consolidare il gruppo e la squadra, continuando a raccogliere risultati e ottenendo la giusta continuità nel gioco da parte dei singoli e del collettivo. 

In questo senso forse contro il Verona abbiamo fatto un passo indietro, ma - precedentemente - Milan, Napoli, Sampdoria avevano mostrato una certa crescita anche sul piano del gioco e in termini di consapevolezza, segnali che non vanno sottovalutati e che anzi costituiscono il punto su cui insistere nella preparazione e gestione delle prossime partite.

Emiliano D'Aniello

133 commenti:

  1. Col milan siamo stati presi a pallate per mezz'ora. Col doria potevamo incassare 4 o 5 gol. E in tutte e due le partite abbiamo sbagliato un sacco di transizioni offensive in superiorità numerica. Col napoli abbiamo fatto un catenaccio strettissimo ed abbiamo sofferto l'indicibile gli ultim 10 minuti. Col verona handa non ha fatto una parata e l'unico momento di reae sofferenza di gioco è stato al 15' ddl primo tempo quando romulo ha saltato naga. Solo per dire. Non vedo proprio l'involuzione. Anzi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il mio giudizio è positivo anche per la gara contro il Verona. Come potrebbe essere altrimenti?! Ma penso che come gioco abbiamo fatto meglio nelle altre tre partite. È chiaro che questa squadra si sta costruendo partita dopo partita e che ognuna può essere vista come una evoluzione comunque nel complesso. Sicuro domani sarà necessaria una prova convincente per vincere contro un avversario che come ho scritto per caratteristiche è imprevedibile ma che anche se pratica un gioco d'attacco da centrocampo in giù punta forte sulla fisicità. È un test importante. Ma forse anche con questa frase mi ripeto perché lo sto dicendo di tutte le partite...

      Elimina
    2. Ad ogni modo secondo me in quelle tre partite siamo stati ottimi. Le uniche mie annotazioni negative sono quei due goal praticamente identici beccati dal Milan e dalla Samp... Momenti di 'ingenuità' dove possiamo migliorare. Così come per lo stesso goal subito a Verona se vogliamo.

      Elimina
  2. Under 16: Inter Cagliari 1-0

    Partita molto dura e combattuta, come si prevedeva, per altro, perché il Cagliari aveva di recente pareggiato a Bergamo e perché i nostri hanno schierato una formazione abbastanza sperimentale.

    Infatti oltre ai 6 giocatori ormai stabilmente passati con i 2001 (Di Marco, Squizzato, Cester Esposti oltre agli infortuanti Pirola e Cancello), mancavano Stankovic Oristanio e il mister ha tenuto inizialmente in panca tra gli altri Emeric Verzeni Sangalli Mangiarotti e Sakho. Per non parlare di Mirarchi, autore del gol decisivo.

    Superiorità fisica del Cagliari che soprattutto a centro campo aveva tre giocatori contro due dei nostri, oltre tutto più gracili. Buona impressione ha destato tra i cagliaritani il centrocampista Bruno Conti, figlio e nipote d'arte.
    Bene anche la punta Nuzzo, ex interista arrivato in sardegna dopo una paretesi, mi pare al Como.
    La rimpatriata è stata completata dal loro allenatore (Suazo) mentre in tribuna accanto al nostro osservatore (sardo) matteoli c'era il responsabile del settore Beretta.
    Primao tempo combattuto con poche palle gol equamente distribuite.
    Nel secondo tempo la miglior tecnica dei nostri è riuscita ad avere il sopravvento e il risultato si può considerare giusto, ma in ogni caso il sfischio finale è stato accolto con soddisfazione.

    La formazione iniziale:
    Gerardi
    Alcides Sottini Feltrin Tinazzi
    Boscolo Weiser
    Barazzetta Goffi Simic
    Bonfanti.

    Sono poi entrati Emeric, Airoldi Verzeni, Mirarchi Sangalli e Sakho.
    Buona la prova di Girardi (2003) e Alcides, in crescita Feltrin (che comincia ad avere maggiore coordinazione) e Sottini (ex centrocampista). Positicvo anche Tinazzi.
    Weiser ottimo con la palla tra i piedi e in crescita sul piano agonistico. Boscolo a mio parere il migliore dei nostri.
    Barazzetta protagonista di ottime iniziative, non fortunate, Goffi si è impegnato ma ha un po' scontato la desuetudine al le partite, a casusa del minutaggio precedente esiguo. Simic molto attibo ma poco concludente, come pure Bonfanti, autore di buoni movimenti ma sfortunato nelel conclusioni.
    Tutti i subentrati hanno fatto bene, ma mi piace ricordare la prova di Buba, che ha creato scompiglio nella difesa sarda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che tipo di giocatore è Weiser, Luciano? Un regista basso?

      Elimina
    2. Il regista basso ieri era Boscolo che per noi il migliore in campo. Weiser è un tutto campo .
      .

      Elimina
  3. http://m.fcinternews.it/in-primo-piano/alla-scoperta-di-matteo-rover-ecco-chi-e-l-arma-in-piu-di-stefano-vecchi-261100

    RispondiElimina
  4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  5. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  6. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  7. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  8. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  9. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  10. La situazione meteo com'è? Si rischia un terreno di gioco non ottimale? Ho letto che a Milano piove ininterrottamente da ieri sera

    RispondiElimina
  11. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Ora, com'è giusto, testa al Torino.

    RispondiElimina
  14. Come dicono i milanesi:

    Tirem innanz.

    RispondiElimina
  15. Intanto la primavera in vantaggio 1 a 0 sul verona con gol in sforbiciata di Colidio.
    Partita condizionata ampiamente dal campo in condizioni pessime per la pioggia battente caduta a milano.
    Inter che poteva essere in vantaggio per goleada, considerate le numerose occasioni da gol sbagliate anche per le condizioni meteo avverse.
    Difficile giudicare per questo motivo i giocatori.
    Mutton conferma di essere molto forte di testa e colidio ha spunti interessanti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Come ti sembra l'argentino Fabio? Al di là del goal che immagino sia stato spettacolare.

      Elimina
    2. Ingiudicabile oggi visto il campo. Ha buoni movimenti da prima punta ma anche movenze da seconda punta con dribbling. Da rivedere per un giudizio più adeguato

      Elimina
  16. Le formazioni ufficiali:

    INTER (4-2-3-1): Handanovic; D'Ambrosio, Skriniar, Miranda, Nagatomo; Vecino, Gagliardini; Candreva, Borja Valero, Perisic; Icardi.
    ALL. Spalletti.

    TORINO (4-3-3): Sirigu; De Silvestri, N'Koulou, Burdisso, Ansaldi; Baselli, Rincon, Obi; Iago Falque, Belotti, Ljajic.
    ALL. Mihajlovic.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Possono essere molto pericolosi in contropiede. A parte gli esterni d'attacco non hanno tanta tecnica e non me li immagino molto a palleggiare con qualità. Mi preoccuperebbero se si chiedessero per poi ripartire, vista anche la nostra squadra.

      Elimina
    2. * chiudessero, non chiedessero

      Elimina
  17. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
  18. al netto delle condizioni meteo, è stata una partita dominata dall'inizio alla fine, anche oltre ogni più ottimistica previsione. l'1 a 0 ci sta stretto, ci siamo divorati tanti gol nel corso della partita, e dell'altra parte dietro non abbiamo mai lasciato nulla al verona.
    Colidio molto bene tecnicamente e nei movimenti da seconda punta. Ed un grande gol. è uscito perchè si è fatto male alla caviglia, speriamo non sia nulla di grave, questo cmq gli potrebbe mettere a rischio la presenza con la nazione argentina maggiore (Colidio è uno dei ragazzi che farà da sparring alla nazionale durante il prossimo giro di amichevoli).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ho appena visto il goal: molto bello.

      Ma Odgaard e Pina? Tutti e due a riposo dopo la gara di mercoledì?

      Elimina
  19. Ho eliminato tutti i commenti. Mi scuso con gli autori (nessuno aveva scritto nulla di sbagliato) ma l'ho fatto con il solo scopo di dare uno stop alla circolazione di notizie prive di senso.

    RispondiElimina
  20. Questo commento è stato eliminato da un amministratore del blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Amstaf scusami. Ho cancellato il tuo commento come gli altri sulla questione proprio perché, come dicevi, non ci sta proprio nulla su cui disputare.

      Elimina
    2. Nessun problema. Avevo volutamente parlato in generale, diciamo una affermazione di principio....

      Elimina
    3. Avevi detto una cosa sacrosanta e pienamente condivisibile. Diciamo che ho voluto però dare un taglio a tutto.

      Elimina
  21. Domande sparse:

    Colidio potrebbe essere titolare con Pinamonti nelle prossime partite di YL con Odgaard in panca?
    Vecchi potrebbe mettere Zappa titolare al posto di Valietti?

    Odgaard e Valietti potrebbero essere le due principali fonti di arrabbiatura di Vecchi?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uncertain.
      Yes.
      Yes, definitely.

      Elimina
    2. Solo una precisazione: Colidio quindi è selezionabile per la YL? Presumo di sì dal vostro scambio di battute.

      Elimina
    3. Si Emiliano. L'ho visto entrare contro i danesi gli ultimi 10 minuti

      Elimina
  22. Partita ancora più tosta di quanto pensassi. Partita molto fisica. Speriamo in un secondo tempo più fluido.

    RispondiElimina
  23. Il Toro è un muro dietro di riffa e di raffa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mah..non mi sembra così un muro... 3 palle davanti all'area piccola su cui Icardi non arriva. Un gol sbagliato da icardi molto semplice (per lui) dal dischetto del rigore. Candreva che in 4 vs 3 tira addosso a burdisso dal limite dell'area...

      Elimina
  24. Emiliano ,Luciano è allo stadio .Il tuo email lo vedrà nel pomeriggio. Pina ha una contrattura e fermo fino a mercoledì.

    RispondiElimina
  25. Interessante queste terzino sinistro del Torino...non crossa malaccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Soprattutto se fa finta a rientrare e la nostra ala va a farfalle in scivolata...

      Elimina
    2. Dipendi, se guardi solo un cross e non guardi quelli finiti in autostrada, crossa benissimo

      Elimina
    3. Ansaldi sa crossare solo se è totalmente solo... Non ricordo a memoria cross in corsa ben fatti

      Elimina
  26. Penso che solo candreva non si sia accorto che ansaldi sa fare solo finte di corpo e continui dribbling a rientrare...
    Riuscire a farlo diventare pericoloso è deprimente.
    Per me male icardi in area di rigore. Molto meglio fuori con buona protezione del pallone.
    Candreva fa sempre 2 scelte giuste su 10... E difensivamente è stato ridicolizzato da Ansaldi.
    Gagliardini bene in copertura, ma non fa mezzo passagio giusto tra le linee.
    L'unico a saper trovare gli uomini tra le linee è skrinjar. Troppo poco.
    Manca qualità nel palleggio. Con rincon praticamente a uomo su borja hanno totalmente bloccato le nostre manovre centrali, consentendoci solo contropiedi su palle recuperate (giocati davvero molto male da icardi e candreva) e cross dalle fasce.

    Dentro j.mario o brozovic o eder con borja a cc.
    Proverei anche cancelo o karamoh con compito di tagli dietro a ansaldi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sono d'accordo su Borja ben neutralizzato, sarebbe forse una buona idea scompigliare le carte in quel settore, in questo senso Karamoh sembrerebbe una buona idea, ma Spalletti l'ha usato una sola volta finora, avrà qualche ragione per questo. Vedo di più Eder in questo caso (anche se da sognatore preferirei Karamoh)

      Elimina
    2. Dimenticavo... Non ci si può permettere certe palle perse in uscita...

      Elimina
  27. Ottimo..sposta candreva a sinistra. Gol di iago falque.
    Cosa deve fare per esser sostituito?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sarebbe bastata una marcatura decente di Miranda. Vero anello debole.

      Elimina
    2. O di gagliardini...o di nagatomo...

      Elimina
    3. No, è Miranda che lo affronta e si fa saltare come un bimbo. Poi ci prova Vecino...ma è tardi.

      Elimina
  28. Possiamo dirlo che oggi spalletti ha sbagliato???

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se pareggiare in casa con il toro è un merito. Cerchiamo dei meritevoli

      Elimina
    2. Altre volte ho avuto l'impressione di cambi tardivi, stavolta no. Si può discutere sui nomi ma intanto i cambi di Spalletti ci hanno fatto pareggiare. Secondo me è stata molto più preoccupante la partita di Verona, qua l'Inter ha creato tante occasioni, segno di buon gioco. L'unico dubbio che ho (ogni volta) è che mi piacerebbe vedere Karamoh al posto di Candreva quando quest'ultimo finisce la benzina. Ho però pensato questo più altre volte, tipo con la Sampdoria, quando siamo sul 3-0, candreva è svuotato e si aprono spazi enormi su cui il Karamoh che abbiamo visto potrebbe spadroneggiare, stavolta dovevamo recuperare e Spalletti avrà le sue ragioni per non fare esperimenti azzardati.

      Elimina
  29. MI sembra una partita migliore di quella di Verona ma, sperando di non somigliare a Montella, sfortunata. A parte la traversa abbiamo avuto almeno 5 o 6 palle deviate su tiri dall'interno dell'area, segno comunque della capacità di fare un buon gioco contro una squadra ben protetta.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si...anse obi la butta dentro... È finita. Secondo me partita letta male da spalletti.

      Elimina
    2. Beh, penso che un paio di tiri a partita agli avversari li devi concedere per forza. Resta il fatto che, oltre alla clamorosa traversa di Vecino, abbiamo fatto davvero tanti tiri dsa dentro l'area deviati per un niente. E non conto i tiri sbagliati da Icardi che però, con quel suo passaggio fantastico, ci ha permesso di pareggiare.

      Elimina
  30. Pagelle
    Handanovic 6 poco impegnato.
    Nagatomo 5 non si propone MAI.
    D'Ambrosio 6 partita di sostanza
    Skrinjar 7 difende e sa impoatare
    Miranda 5 sufficienza indisponente
    Candreva 4,5 sbaglia lo sbagliabile (il gol viene da un suo cross sbagliato) non difende MAI, incomprensibile la sua non sostituzione
    Borja 6 ben marcato da rincon, quando arretra diventa piu utile
    Gagliardini 5 difende bene ma offensivamente è un disastro
    Perisic 5,5 il gol da un suo cross, ma poco altro
    Icardi 5 sbaglia dei gol facili, ma l assist per eder è delizioso
    Eder 7 gol e impegno. Doveva entrare prima
    Brozovic 4 se deve entrare cosi... Forde faceva bene De Boer...

    Spalletti 5. Cambi sempre tardivi. Non mette un ala che dia velocità ed imprevedibilità nel forcing finale

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono le tue opinioni. Spero tu sia solo arrabbiato. Altrimenti cambierebbe la mia opinione...sulla tua competenza.

      Elimina
    2. Fabio ti sei dimenticato di Vicino. Io invertirei i voti di D' Ambrosio (sbaglia tantissimo in uscita nel primo tempo e molto in marcatura nel secondo) e Nagatomo(sufficiente il suo appoggio all azione offensiva e non commette errori degli di nota) ,Eder 7 solo per il gol perche per il resto ha sbagliato tutto lo sbagliabile,Miranda ormai mi preoccupa sempre più, Gaglia poco preciso ,Candreva benino nel primo tempo malino nel secondo ( ho invocato l ingresso di Karamoh e Cancello a lungo) Brozo non pervenuto

      Elimina
    3. Forse faceva bene de boer a considerarlo titolare alla fine? Pagelle e considerazioni molto opinabili per una parita che doveva finire circa 5 a 1 con un icardi appena normale.Forse la migliir partita dell'inter quest anno.

      Elimina
  31. Candreva secondo me ha fatto una buona partita, purtroppo, ormai regolarmente, nel secondo tempo finisce le energie e sparisce dal gioco.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo karamoh e cancelo. Gioca contro ansaldi... Ma mettili... Dai...

      Elimina
  32. Quando Icardi fa un gol si contano i minuti trascorsi dall'ultimo fallo conquistato, dall'ultima sponda fatta. Quando manca solo il gol, i gol mancati sono fondamentali. Mi taccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando icardi fa gol, gli si fa i complimenti perché quello deve fare un attaccante.
      Se icardi li sbaglia, non fa il suo lavoro.
      Se poi volete difenderlo a prescindere... Viva icardi sempre e comunque.

      Elimina
    2. Sei tu che citavi i movimenti dei petagna di turno. Ora che lavora e fa assist dovrebbe pensare al gol...obiettivo.

      Elimina
    3. Comunque non ricordo gol facili sbagliati da Icardi. Sembra quasi che siccome in area si è tante volte dimostrato un cecchino infallibile, ogni volta che tocca palla in area debba segnare, ma non funziona così:-)

      Elimina
    4. Manco a Basket funziona così, figurati a calcio. Se Icardi 5 belotti zero. No, belotti...

      Elimina
    5. Belotti fa reparto da solo... A icardi si chiede di essere decisivo come finalizzatoee. Se non lo fa, va criticato.

      Elimina
    6. Sull assist mi sono complimentato nella pagella. Grandissima cosa

      Elimina
    7. Tu sei fissato con Icardi e Candreva. Non amo particolarmente Candreva ma dargli 4,5, oggi, è indecente, a mio parere.

      Elimina
  33. La non marcatura di Miranda su falque ricorda la stessa su Suso. Anello debole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lì però i giocatori che si scansano sono Perisic e gagliardini

      Elimina
    2. Loro se lo perdono e non dovrebbero, poi miranda esce e...lo guarda. Lui dovrebbe essere la "guida" della difesa, invece è un pericolo. Avessimo 2 Skriniar sarei più tranquillo. Molto.

      Elimina
  34. Se poi si vuole essere critici, Eder fa un gol facilissimo e tre "meta", da rugby. 7.

    RispondiElimina
  35. Icardi non tocca palla tutta la partita= non viene servito bene, ma si impegna in pressing
    Icardi tocca 3 palloni da dentro l area e calcia male= icardi non puo segnare sempre
    Icardi non fa sponda= icardi è un cecchino in area non deve far quello.

    Icardi per molti è intoccabile, e non avrà mai una partita insufficiente.

    Ragazzi...non è così il calcio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai ragione. Che vuoi fare, meno male ci sei tu.

      Elimina
  36. Comunque, e lo dico ora che la Roma ha appena segnato, magari questo pareggio ci farà guadagnare punteggio su qualche rivale per la champions più delle vittorie passate:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me... Non sarà cosi.

      Elimina
    2. Per me la partita di verona era gia sintomo di un calo

      Elimina
    3. Pareggio Fiorentina... Vediamo se ho vaticinato bene:-)

      Elimina
    4. A fine pirmo tempo abbiamo guadagnato un punto sulla Juve:-)

      Elimina
  37. Secondo me oggi Icardi ha partecipato al gioco più di sempre, ha fatto anche alcuni dribbling vincenti che di solito non fa mai, ha tirato male varie volte ma mai su occasioni semplici, nell'unico tiro facile che ha avuto a disposizione ha fatto l'assist favoloso che ci ha permesso di segnare e pareggiare. Non ha fatto il solito miracolo dell'equazione palla toccata = gol ma, ripeto, non funziona così, neppure l'infallibilità del papa vale più da secoli.

    RispondiElimina
  38. Candreva 4,5.... ????????
    Buon divertimento a tutti voi con queste valutazioni.
    Non acquisto i giornali per non leggre str...te,ma poi me le ritoovo qui .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. MARCO fai come faccio io, guardo chi è , poi proseguo e leggo i commenti degli altri.

      Elimina
    2. Sono valutazioni personali. Con cui se volete posso discutere. Definirle str... È da ignorante

      Elimina
    3. Naturalmente sono valutazioni personali,allo stesso modo della mia poca propensione a leggere ,in ogni post partita ,e non solo,le stesse critiche ad alcuni giocatori.Per quanto mi riguarda ti leggerei più volentieri,caro Fabio,se alcune tue fissazioni fossero meno insistenti.
      Rispetto tutte le opinioni,ma sono meno disponibile quando queste diventano dogmi assoluti e quindi ,in maniera senz'altro ignorante ,le critico anche aspramente.
      In ogni caso quà la mano, Fabio...

      Elimina
  39. Giocatori dal talento incredibile, eppure Vecchi non riesce a trovare (per ora) la quadratura del cerchio.

    RispondiElimina
  40. Sono un lettore di questo blog da quando è nato...leggevo già prima il blog di Luciano...
    Ultimamente mi trovo a leggere censure nei confronti dei giocatori dell'Inter che manco su quotidiani sportivi...
    Non capisco...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tiziano lo fanno per partito preso e per non smentirsi nelle loro dichiarazioni durante la campagna acquisti. Skriniar prendiamo e i biretrocessi Bonucci che sposta gli equilibri .

      Elimina
  41. Non so se è mai stato documentato un interesse dell'inter per lui ma in attacco, a condizioni non proibitive, punterei tutto su Chiesa.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Credo sia già sui 45/50...

      Elimina
    2. Beh, non so se Chiesa rientri tra questi ma da giugno secondo me sarà meglio adottare la strategia dei pochi ma buoni. La squadra già ce l'abbiamo, adesso bisogna inserire calciatori di livello.

      Elimina
  42. Oggi meglio che a Verona. Candreva e Icardi positivi, come sempre

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo Luciano . Guarda su You Tube il gol capolavoro di Facundo Colidio.

      Elimina
    2. Oggi meglio di sempre. Continuo a sostenere che icardi ci serve lucido in area. Inutile farlo girare per il campo. Poi ci ritroviamo uno che per il campi NON vale petagna e che in area .. . vale petagna. Prima mezz'ora dell'inter da incorniciare.

      Elimina
  43. "Quando icardi fa gol, gli si fa i complimenti perché quello deve fare un attaccante". Mannaggia a me. Tu utilizzi a convenienza due parametri diversi. Oggi utilizzi quello da cui sempre prendi le distanze. Quando Icardi segna e gli altri commentatori lo utilizzano, critichi questi ultimi perché non partecipa, non fa movimenti, non fa sponde, non viene incontro, non conquista falli. Quando c'è tutto è manca il gol (Ma quell'assist non vale quanto un gol?) prende comunque l'insufficienza. Deciditi e abbi coerenza.

    RispondiElimina
  44. Non si vuol capire che Icardi e candreva, ma non solo loro, sono "giocatori" irrinunciabili, sono tra quelli che ti possono tenere in alto. Quando non si esprimono al top sono solidi, danno peso alla squadra. Quando sono al top risolvono la partita.
    Non sono fuoriclasse (Mauro forse non ancora) ma giocatori veri, forti.

    RispondiElimina
  45. Apriamo la rubrica "il calcio secondo Fabio", visto che non è come lo vedono gli altri...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh penso ognuno abbia pareri personali..

      Elimina
    2. Per chiarire meglio la mia posizione la riposto qui.... Naturalmente sono valutazioni personali,allo stesso modo della mia poca propensione a leggere ,in ogni post partita ,e non solo,le stesse critiche ad alcuni giocatori.Per quanto mi riguarda ti leggerei più volentieri,caro Fabio,se alcune tue fissazioni fossero meno insistenti.
      Rispetto tutte le opinioni,ma sono meno disponibile quando queste diventano dogmi assoluti e quindi ,in maniera senz'altro ignorante ,le critico anche aspramente.
      In ogni caso quà la mano, Fabio...
      Elimina

      Elimina
    3. "tutte le opinioni sono rispettabili..."

      Elimina
    4. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

      Elimina
    5. Assolutamente. Tutte rispettabili.

      Elimina
  46. Ognuno può averi pareri personali.Se però 99 persone dicono che la terra è rotonda e 1 che è piatta .........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Uno penserà che 99 sono matti....manie di grandezza. A parte gli scherzi, trattandosi di materia opinabile come il calcio, leggere tanti giudizi opposti al proprio dovrebbe portare qualche dubbio...

      Elimina
  47. Per me Icardi, Candreva e Skriniar migliori in campo

    RispondiElimina
  48. Anche per me Icardi e Candreva fra i migliori, preoccupa invece Miranda, sarebbe così assurdo farlo riposare un turno provando Ranocchia o D'Ambrosio ? Comunque oggi la squadra mi è piaciuta, non molla mai, la strada è quella giusta, speriamo di non essere troppo pochi per percorrerla fino alla fine.

    RispondiElimina
  49. La cosa che mi preoccupa maggiormente è il rendimento di Miranda che deve giocare sempre perché mancano difensori centrali in grado di panchinarlo. A meno di considerare Ranocchia o schierare D'Ambrosio in quella posizione. E poi chi schierare in fascia?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Santon o Dalbert ...io ci proverei, poi darei ancora una possibilità a Ranocchia

      Elimina
  50. Vista la classifica, questo campionato sembra più complesso di quello che pensavamo. Grande ritorno in quota della Roma.

    RispondiElimina
  51. Sulla possibilità di panchinate Miranda : non c'è l'abbiamo un'alternativa concreta. Oggi pensare di sostituirlo con Rano o D'Ambro è eresia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non sono un estimatore di Miranda. Per me ranocchia lo vale tranquillamente, riuscisse a giocare 3 partite sereno

      Elimina
  52. Sentire Cambiasso su Icardi oggi. Anche Del piero, ma io ascolto il Cuchu...

    RispondiElimina
  53. Forse ieri ero troppo arrabbiato per la mancata gittoria...e la febbre non mi avrà aiutato nei giudizi. Magari mi riguardero' la partita e farò un'ulteriore analisi.

    RispondiElimina
  54. Icardi salta le partite della nazionale per un infiammazione al ginocchio. Speriamo nulla di grave e sia riposato per dopo la sosta

    RispondiElimina
  55. A parer mio Icardi ieri ha fatto bene nella partecipazione alla manovra, invece ha fatto male, e ciò è stato fondamentale, in area dove di solito faceva bene. Non parlo delle conclusioni dove l'importante è arrivare a farle, ma parlo proprio dei movimenti in area, ad esempio quando ha la palla Perisic in zona cross non gli ho visto fare un solo movimento sul primo palo, se sei solo in area cerchi spessissimo, anzi quasi sempre (poi dipende dalle condizioni) l'anticipo sul primo palo. Infatti poi il gol è arrivato quando c'erano due nostri uomini in area, che poi Eder non è nemmeno quel tipo di attaccante che deve stare in area.
    Ad esempio ieri per come si muoveva Icardi e la difesa del Torino avrei messo dentro Pinamonti. Però penso che un cambio del genere farebbe saltare qualcosa in uno spogliatoio che Spalletti sta riuscendo a tenere unito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pinamonti non era convocato.
      Con i mancati movimenti sul primo palo... Per me è una sacrosanta verità

      Elimina
  56. Inter - Torino
    Una Inter molto bella, uno stadio meraviglioso; la strada è quella giusta.
    Partita ben giocata contro un buon toro. Una delle migliori Inter della stagione a mio parere. soprattuto abbiamo retto 90 minuti ad alta intensità.
    Poi ci sta di pareggiare in casa col Torino. Molto meglio che a Verona.
    A mio parere Icardi bene, poi poteva segnare 2,3 gol che di solito non sbaglia (non occasioni facili, assolutamente) ma "segna" comunque, quell'assist vale quanto un gol.
    Non capisco come gli si possa dare un'insufficienza (e spesso sono stato d'accordo in passato con alcune "critiche" di Fabio).
    Anche Candreva molto bene, il migliore insieme ad Icardi, Skriniar e Vecino.
    Sul gol secondo me sbaglia Miranda, appena vede che Iago si allunga un pò la palla deve uscire e prendere palla o uomo, non ci sono storie.
    Nagatomo troppo poco in fase offensiva, dietro però non mi pare soffra più di tanto; D'ambrosio sempre solido, a mio parere buona gara; Gagliardini ottimo primo tempo e nel complesso gara sufficiente. Borja meglio quando arretra negli ultimi 20 minuti, prima fatica parecchio.
    Mi è parso, così come a Verona, sottotono Perisic. Eder entra con tanta voglia, sbaglia molto ma è al posto giusto nel momento giusto.
    C'è stata anche tanta sfortuna, diciamolo.

    RispondiElimina
  57. NUovo post online: https://fratellidelmondo.blogspot.it/2017/11/eder-acchiappa-il-toro-e-evita-una.html

    RispondiElimina

Printfriendly