martedì 30 gennaio 2018

Settore giovanile: che sfiga c’era… maledetta Primavera

Nella foto (fonte: Daniele Mascolo/PHOTOVIEWS) uno scatto del derby Primavera disputato nel week-end e che ha visto i ragazzi di Mister Vecchi uscire sconfitti dal campo dopo avere comunque disputato una prova molto importante. I ragazzi sono comunque primi in classifica con un punto di vantaggio sull'Atalanta.

Poteva essere una  giornata trionfale per le nostre giovanili, se non fosse stato per… la schiena di Bettella, che nei minuti di recupero ha casualmente deviato in rete una palla innocua sancendo la nostra sconfitta in un match in cui il pareggio ci sarebbe stato strettissimo.

Ecco comunque il riepilogo dei risultati:
  • Primavera: Inter - Milan 1-2 (Rover)
  • Berretti: Atalanta - Inter 0-3 (Pelle 2, Soares)
  • Under 17: Cagliari - Inter 0-3 (Vergani, Fonseca 2)
  • Under 16: Inter - Venezia 3-0 (Buba, Sangalli, Cancello)
  • Under 15: Inter - Venezia 4-0 (Pucci, Magazzù 2, Gnontò)
  • Under 14: Mantova - Inter 0-2 (Savane, Curatolo)
  • Under 13: Inter - Feralpi 4-0 (Gallo, Grieco, Owosu, Esposito)

A parte la Primavera, sei vittorie, con 19 gol fatti e zero subiti.

Su sette squadre, sei comandano la classifica, la settima (Under 17) è solo… seconda.

Ma veniamo alle singole partite:

Primavera: Inter - Milan 1-2

Di questo match abbiamo già discusso a lungo sulle colonne del blog, con interpretazioni del match anche vivacemente conflittuali.

L’ampio resoconto di SeS avrebbe potuto fare da… arbitro, se non fosse che il resoconto è stato con ogni evidenza scritto da un fanatico milanista come mostrano i voti (63.5 quelli complessivi agli undici nostri titolari, con una media di 5.7; 70 quelli distribuiti ai milanisti con una media di 6.3, in una partita decisa a loro favore da un rimpallo all’ultimo minuto di recupero, dopo che noi avevamo largamente dominato).

Il redattore, bontà sua ammette che i nostri “probabilmente non avrebbero meritato la sconfitta”. Dopo aver ricordato che questo è il primo derby perso da Vecchi in 4 anni, si passa alla cronaca che registra un buon primo tempo milanista.

Prima Pissardo para un piattone di Dias, poi alla mezz’ora viene il gol (e qui si sorvola sull’evidente incertezza del tandem Lombardoni - Pissardo).

Si… riconosce che l’Inter riparte subito e dopo soli 2’ Llamas salva su Bettella (si omette di dire che il salvataggio è a portiere battuto).

Il giornale poi ammette che per tutta la ripresa il leitmotiv è unico: il Milan si rintana in area di rigore e si affida alle ripartenze, mentre l’Inter prova in tutti i modi a sfondare (ma quando il Milan perdeva, non era contento perché… ”aveva comunque fatto il suo gioco… brillante”?).

Così dopo 3’ il loro portiere è miracoloso (sempre parole del cronista) su un sinistro di Sala e poi sull’angolo conseguente la rovesciata di Brignoli è fuori.

Al 10' (continuo con le parole del redattore) è da matita rossa l’errore di Colidio sotto porta davanti a Guarnone, mentre al 23’ il sinistro di Brignoli termina a lato di un soffio.

Al 36' Adorante di testa sfiora il pari e dopo tante occasioni non finalizzate arriva il pari: Emmers sforna un assist per Rover che insacca con la complicità di Guarnone.

Le pagelle dei nostri:

Pissardo 6 bravo su Tias; il gol del vantaggio milanista è beffardo e l’autorete di Bettella impietosa.

Zappa 6 non particolarmente coinvolto nei due gol rossoneri. La sua partita è discreta, ma nel finale arrembante avrebbe potuto mettere dei cross più precisi.

Bettella 5 ha dato il meglio di sé contro Avenatti e Pjaca, ma contro Tsadjout ha sofferto (Ndr. Come esempio di questa ‘sofferenza’ il giornalaccio farnetica di un possibile fallo da rigore. Il rigore… c’era, proprio come nella prima squadra rossonera un altro prodotto del vivaio, Cutrone, non è vero che abbia segnato con una schiacciata da pallavolista. Questi milanisti che sognatori… Comunque Bettella ha effettivamente subito la fisicità del rossonero sulle palle alte. Ma l’ha sofferto così tanto che si registra un solo tiro in porta dell’attaccante rossonero: il gol, quando era marcato da Lombardoni).

Lombardoni 5 il capitano affonda nel finale assieme a tutta la barca (?). Tsadjout lo sovrasta nell’azione del gol e lui non fa niente di particolare per riscattarsi.

Sala 5.5 Dias è un brutto cliente e lo mette in difficoltà per tutta la gara. Pericoloso in una conclusione, ma non basta.

Rada 5.5 davanti alla difesa non mette in campo la personalità necessaria e risulta essere il peggiore dei tre centrocampisti (Ndr. Be’ gli altri due sono stati strepitosi…). Impreciso nei lanci.

Brignoli 6.5 buona gara del centrocampista che ci prova più di una volta trovando però i guantoni di Guarnone. Sfiora l’eurogol in mezza rovesciata. (Ndr. Non ho letto le pagelle dei milanisti, perché non mi interessavano, ma se Bettella ha preso 5 per non aver concesso neppure un tiro al suo avversario, che cosa avrà preso il dirimpettaio di ‘Brigno’ che gli ha concesso almeno 4 conclusioni efficacissime?).

Emmers anche nelle difficoltà il belga è il migliore dei suoi. Suona la carica nella ripresa e serve una palla perfetta a Rover per il pareggio. Una spanna sopra (Ndr. Unica pagella che condivido).

Zaniolo 5.5 non riesce a segnare. Apatico, esce per primo (Adorante 6 impegna Guarnone con un bel colpo di testa).

Colidio 5 giornata storta per l’ex Boca che non riesce a pungere come vorrebbe Si mangia un gol clamoroso dopo uno scambio con Emmers (Ndr. Colidio si è mangiato un gol, è vero ma ha messo in mostra giocate importanti. Tsadjout ha preso 7.5 Scommettiamo un caffè su quale dei due giocatori farà più strada? Lo so che il voto riguarda questa partita, ma anche in questa Colidio ha mostrato le sue qualità).

Rover 6.5 finalmente titolare, sembra un po’ avulso dalla manovra Si riprende nel secondo tempo e anticipa Bellodi nella zampata del momentaneo pareggio.

Per curiosità riproduco i voti di un altro sito, dichiaratamente interista, ma… un po’ più esigente di me.

Pisso 6
Zappa 6
Bette 6
Lomba 5.5
Sala 6
Rada 6
Brigno 7
Emmers 5.5
Zaniolo 5.5
Rover 6
Colidio 5.5

Comunque per fortuna l’Atalanta ha pareggiato in casa con il Toro (0-0)  e quindi in classifica siamo sempre primi con un punto di vantaggio.

Venerdì prossimo Chievo - Inter e poi Atalanta - Samp (doriani ultimi). Il Milan, che adesso è a soli 7 punti da noi, affronterà in casa il Bologna.

In primavera 2 la Cremonese ha perso in casa con l’Empoli. Spaviero e Vitali titolari.

La Spal ha pareggiato 2-2 con il Cittadella. Titolari Esposito e Pio Russo

In Cesena - Spezia 2-1 in gol ancora Mulattieri (alla fine del post vedremo perché il dato potrebbe interessarci…)

Berretti: Atalanta - Inter 0-3

Anche di questa partita c’è un resoconto di SeS. L’articolo è intitolato:

"Inter, il gol sulla Pelle."

Nel testo si parla di un avvio leggermente migliore dei bergamaschi, ma  ben presto i nostri prendono il sopravvento. Dopo una bella iniziativa di D’Amico, conclusa con un tiro a lato, Pompetti serve D’Amico il cui tiro è deviato dal portiere. Sull’angolo conseguente Svetta Pelle che infila di testa. Un minuto dopo pelle raddoppia su assist di Roric.

Al 32’ Pompetti salta alcuni avversari ma tira alto. Al 37 anche Grassini lo imita.

Nel secondo tempo i bergamaschi attaccano, ma Tintori è attento.

Al 22’ grande parata di Piccirillo ancora su Pelle. Al 37' Gossò serve El Kassah che, solo tira alto al 42’ è Patacchini ad andare vicino al gol.

Infine al 45' Soares chiude il match con la stoccata del 3-0.

Il mister Corti ha dichiarato: “Siamo stati bravi ad annullare la loro fonte di gioco”.

Pagelle:

Tintori 6.5 non si fa sorprendere. Sempre attentissimo.

Grassini 6.5 dà più di una preoccupazione ai difensori avversari.
Rizzo 7 toglie in più di un’occasione le castagne dal fuoco.
Van den Eynden 6 da lui parte l’impostazione di gioco dei suoi.
Ballabio 7 spinge facendo salire la squadra. Buone sovrapposizioni.

Pompetti 6.5 mette in difficoltà la difesa di casa.
Soares 6.5 va sovente al tiro e trova la rete che chiude il match.
Roric 6.5 serve l’assist per il secondo gol, è sempre presente.

D’Amico 7 spazia da una parte all’altra con inserimenti notevoli.
Pelle 8 man of the match. Devastante.
Gossò 6.5 a volte si perde in leziosità, ma è fondamentale.

In classifica ora l’Inter precede l’Atalanta di due punti e nel prossimo turno affronterà in casa la V. Bassano.

Under 17: Cagliari - Inter 0-3

Anche in questo caso su SeS c’è un trafiletto informativo nel quale si dice: “Non c’è partita fra Inter e Cagliari. La squadra di Zanchetta mette le cose in chiaro dopo nemmeno un minuto: su tiro di Fonseca, respinto dal portiere si avventa Vergani, che festeggia così l’esordio in Primavera.

Poi Colombini pesca Fonseca sul secondo palo per il 2-0.

Nella ripresa, dopo che Vergani si è fatto parare un calcio di rigore, Fonseca triplica sempre su rigore, guadagnato da Esposito con una  bella percussione.”

Formazione con voti:

Pozzer 6.5
Vaghi 6.5
Pirola 6
Ntube 6
Colombini 6.5

Duse 6 (Cester sv)
Del Grosso 6.5
Mitrea 6.5

Rossi 6.5
Vergani 6.5 (dal 34' st Esposito sv)
Fonseca 7.5

Ora l’Inter aspetta l’esito del recupero tra Milan e Atalanta che potrebbe permetterle di avvicinare la vetta (se perdessero i bergamaschi) o di distanziare ulteriormente il Milan, in caso contrario. Da notare che la trasferta non era facile, perché prima del match gli isolani erano quarti a 3 soli punti da noi.

Domenica prossima però ci aspetta il derby, a Interello.

Vergani continua a comandare la classifica marcatori, con 12 reti.

Under 16: Inter - Venezia 3-0

Questa è l’unica partita delle giovanili che ho visto (quasi integralmente) nel WE a causa della sovrapposizione d’orario con Spal - Inter.

Partiamo comunque dall’articoletto di SeS che titola: “Sempre Sakho, formalità Inter”.

Nel testo si parla di partita abbastanza equilibrata sino al 30’ quando su angolo Sottini fa da sponda per Sakho che insacca.

Il raddoppio poco dopo quando Sangalli estrae dal cilindro un gol da cineteca: destro al volo, da fuori, che si insacca all’incrocio dei pali (Ndr. Da notare che è il secondo gol consecutivo che il Sanga realizza in questo modo).

A inizio ripresa subito il tris di Cancello.

L’Inter controlla la gara sino al 37’quando l’arbitro assegna un rigore ai veneti per presunto mani di Feltrin. Stankovic neutralizza in tuffo.

Sintesi della gara nel complesso condivisibile, anche se non vengono citate alcune altre ottime occasioni costruite dai nostri e un paio di gol annullati per fuori gioco discutibili.

Pagelle:

Stankovic 7 para il rigore. Per il resto spettatore non pagante.

Alcides 6.5 positivo sulla destra.
Sottini 7 difensore perfetto chiusure precise e assist sul primo gol.
Feltrin 6 buona partita, piccola macchia il rigore concesso.
Tinazzi 6 preferisce dedicarsi alla fase difensiva.

Verzeni 6 buona intesa con il compagno di fascia. Cala nel corso della partita ma è sufficiente.
Boscolo 6.5 regista ordinato, ha le chiavi del gioco.
Sangalli 7 entra nel tabellino dei marcatori con un gol da raccontare alle generazioni future.
Mirachi 6 tanta spinta e tanta corsa.

Buba 7 veloce e preciso. Gol da rapace d’area.
Cancello 6.5 fisicità, sportellate e tanto sacrificio premiato con il gol.

Sono entrati anche Guedegbe (6), Petito (6), Barazzetta (6) e Goffi (6).

In classifica la sconfitta casalinga della Lazio contro il Milan (1-3) ci permette di allungare a 6 i punti di vantaggio sui romani, mentre l’Atalanta è a 10 punti e il Milan a 15.

Domenica però affronteremo proprio i rossoneri che sono in un ottimo periodo

Under 15: Inter - Venezia 4-0

Titolo di SeS: "Inter forza quattro, adesso il derby.”

Nel testo si dice che la squadra ha vinto facile pur avendo la testa già al derby di domenica prossima. Infatti il mister ha attuato un consistente turn over.

Bastano comunque 40’’ per mettere le cose a posto: Magazzù aggira la difesa e costringe il portiere Fabris al primo miracolo. Sulla ribattuta Pucci infila.

Fuori Ballabio per problemi a una spalla rimediati in nazionale, a riposo i gemelli Peruchetti, Uccellini e Sabia, ma l’Inter preme.

Al 4’ ancora Magazzù sfiora il raddoppio.

Dopo una fase di gestione tranquilla, nella ripresa Peschetola lascia il posto a Gnontò.

Assist di tacco di Gnonto per Magazzù e potente tiro che assicura il raddoppio.

Neppure il tempo di festeggiare e ancora Magazzù riprende una respinta del portiere sul suo stesso tiro e triplica.

Nel finale Gnontò suggella un secondo tempo da urlo con il suo gol personale...

Le pagelle:

Priori 6 il Venezia non calcia mai in porta.

Zanotti 6 amministra con tranquillità.
Lonati 6 Ndoj prova a fare la lotta, lui ne esce a testa alta.
Cepele 6 argina bene l’avversario.
Pozzi 6 supera poche volte la metà campo.

Radelli 6.5 recupera tantissimi palloni e serve assist pregevoli.
De Milato 6.5 fraseggia bene.
Peschetola 6 sulla trequarti non incide come sa fare.
Pucci 7 non solo il gol. Ci prova spesso.
(Gnonto 7.5 gol e assist da da top player).

Magazzù 7.5 ha una grinta pazzesca, morde le caviglie dei difensori e vuole sempre segnare.
Pezzini 6.5 si sbatte tanto. Meriterebbe almeno un gol.

Sono entrati in modo positivo anche quasi tutti i panchinari (6.5 per La Torre, Iervolino, Chierichetti).

In classifica abbiamo sempre 3 punti di vantaggio sull’Atalanta che ha battuto il cittadella 1-0 e domenica andrà a Ferrara. E 10 punti sul Milan che ha pareggiato a Roma con la Lazio.

Under 14: Mantova - Inter 0-2

Formazione:

Malivindi (Formosa)

Pandini (Marocco)
Trubia (Valtorta)
Cugola
Pelamatti (Castoldi)

Savane (Maffi)
Uberti
Bonavita (Di Giuliomaria)
Ndoci (Schiavo)

Marise Curatolo)
Mengatti (Saracino)

Grazie alla sconfitta del Milan (1-0 a Renate) l’Inter conquista la vetta della classifica con 1 punto sui rossoneri e 2 sull’Atalanta.

Domenica Inter - Monza, Milan - Cremonese e Como - Atalanta.

Under 13: Inter - Feralpi 4-0

Il gol del vantaggio iniziale è di Gallo, nuovo acquisto.

Questa la formazione:

Raimondi
Grieco, Stante, Pezzella, D’Adderio
Gallo, Itraloni, Di Maggio, Stankovic
Esposito, Owusu

Subentrati: Greco E, Restelli, Mariani, Arpino, Zanaboni.

In classifica l’Inter precede di un punto l’Atalanta e di 3 punti il Milan.

Domenica prossima Mantova - Inter, Renate - Milan e Como - Atalanta.

L’Inter avrebbe preso per 300 mila euro + Forte, Mulattieri, trequartista dello Spezia (2000), che sta facendo benissimo in Primavera 2 ed è interista fino… al midollo.

Luciano Da Vite

164 commenti:

  1. Sempre dettagliato il report Luciano. Mulattieri arriverebbe subito?

    RispondiElimina
  2. Non è importante ai fini del post, dato che come sempre contano i giudizi, ma manca il voto di ses a Emmers.

    RispondiElimina
  3. Come sempre ottimo post .Però si nota che hai un anno in più rispetto all'anno scorso. Ti sei dimenticato che i nostri U10(2008)
    nel weekend hanno vinto L'International Futsal Cup.

    RispondiElimina
  4. Ho visto adesso un'intervista video a Sabatini e, rispetto al passato, vedo un grande nervosismo e senso di fastidio. Devo dire che sono rimasto colpito. Se la metto insieme al nervosismo sempre più visibile di Spalletti, vedo un futuro molto più nebuloso di quanto pensassi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esattamente. Da una dimensione precisa del fatto che hanno scoperto a posteriori chi è davvero suning. Datemi del folle ma tra noi e rossoneri a livello di proprietà non vedo differenze in termini di trasparenza su chi siano e soprattutto cosa vogliono.

      Elimina
    2. Gabriele un po di buonsenso di fronte all'evidenza che Spalletti e Sabatini hanno cambiato atteggiamento e pensiero: le parole del mister sono apertamente dirette alla società. Poi possiamo continuare ad essere benpensanti e ad eliminare qualsiasi considerazione critica aprioristicamente. Poi la vicenda su thoir e suning non ti lascia almeno perplessità? Mi sembra di leggere i tifosi Rubens che difendono a prescindere coloro che hanno macchiato la loro storia con fatti acclarati sin dai tempi del fascismo

      Elimina
    3. Non per paragonare dubbi con misfatti acclarati sia chiaro ma il dubbio è un dovere

      Elimina
    4. Sergio parli da luglio di apocalisse, mi sono stancato di perdere ore settimanali sul nulla. Passa la voglia di commentare e di pubblicare post. Ma la maggioranza è felice così. Prendetevi gli Agnelli, così magari in attacco abbiamo Schick e Pellegri... ah no

      Elimina
  5. Buongiorno a Voi.
    Cominciano ad uscire spifferi su una presunta discussione con conseguente rottura tra Icardi e Perisic.
    Se si fa il paio con le voci che erano uscite a Natale che Candreva soffrisse stare a Milano e desiderasse ritornare a Roma, il tutto spiegherebbe perché le nostre ali abbiano smesso di volare da un bel poco.
    Non ci aiutano nemmeno queste voci continue di mercato: sembrano tutti con le valige in mano.
    Così non si gestisce una squadra di calcio: c’ è bisogno di continuità, serenità e certezze.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto Francesco. Ma da dicembre avevamo il sentore dello spogliatoio rotto così come dei conati velati ma non troppo di Spalletti. Questo vuol dire assenza totale del timone

      Elimina
  6. Il tutto senza che noi abbiamo una dirigenza.
    SUNING è una delusione, oltre che economicamente e questo ci può stare, come presenza. Non c’e’ nessuno al timone e la barca deriva con il buon Spalletti che sembra sia andato in confusione.

    RispondiElimina
  7. vendiamo tutto al presidente del milan... e ci salveremo almeno loro i soldi li hanno

    cambiamo l'allenatore e prendiamone uno bravo (questo ormai e' andato)

    naturalmente anche Sabatini e Ausilio son da mandare a casa

    per non parlare di tutti i giocatori

    facciamo giocare i primavera e vediamo su chi puntare per l'anno prox

    ripartiamo da zero con un progetto di giovani forti

    (copia incolla di qualche anno fa cambiando qualche nome..)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Del resto siamo ultimi in classifica e con un buco di bilancio di 100 milioni.

      Elimina
    2. Mi pare ironia poco azzeccata visto che è l'Inter da anni a fare il copiaicolla delle prestazioni col crollo nel girone di ritorno, compreso quest'anno:-)

      Elimina
    3. Chiaramente è come dici rina

      Elimina
    4. l'obiettivo e' il 4 posto

      siamo 4 a 2 punti dalla terza

      gli introiti sono migliorati tantissimo negli ultimi anni.

      siamo sotto controllo FPF e alcune operazioni non si possono fare

      dico solo che :

      - Benitez sudava troppo
      - Leonardo non era un allenatore
      - Gasperini incompetente con la sua difesa a 3
      - Ranieri era troppo vecchio
      - Stramaccioni troppo giovane
      - Mazzarri odiava la pioggia
      - Mancini in completa confusione

      ora la colpa e' Spalletti e naturalmente Ausilio (prima tutte le colpe erano di Branca)

      la vecchia dirigenza non aveva i soldi
      quella nuova non vuole spenderli

      Elimina
    5. dimenticavo lo stagista De Boer
      e il normalizzatore Pioli

      vorrei precisare che le opinioni sui tecnici non sono mie ma cio' che si scriveva (non qui) a suo tempo

      Elimina
    6. Nella rete trovi di tutto, bella scoperta, fossi in te avrei risparmiato il tempo per raccogliere queste cose. Le frasi però che non mancano altrettanto mai sono quelle che, ogni volta che qualcuno muove una critica prima del crollo indiscutibile (come poi accade ogni volta da anni a questa parte) accusano chi si pone con un atteggiamento problematico di disfattismo eccetera eccetera. C'è chi per esempio, non faccio nomi perché non m'interessa polemizzare, di fronte a un discorso critico sul gioco dell'Inter qualche settimana fa, scrive il solito interventino paternalistico stile "ed ecco i soliti catastrofisti, siamo ancora in vetta alla classifica ecc" poi, di fronte a 7/8 partite in cui la squadra non vince, non segna e perde la bussola, non scrive più alcun commento, ma siamo sicuri che alla prima occasione disponibile, quando come speriamo tutti la squadra si risolleverà, ricomincerà a pubblicare post paternaistici dove si danno voti a chi muove delle critiche. Intendo dire, insomma, che certamente le esagerazioni critiche non servono a nessuno ma nemmeno le esagerazioni al contrario. Ripeto: se l'Inter ogni anno crolla, se Sabatini e Spalletti dimostrano un in equivocabile nervosismo verso Suning, si potrà discutere qua di questo o dobbia o solo dire "stringiamoci a coorte siam pronti alla morte" come se fossimo noi gli allenatori della squadra?

      Elimina
    7. se ti riferisci a me, le mie opinioni sto continuando a scriverle, anche se non sotto forma di post.
      E nonostante i risultati negativi continuo a credere (per ragionamento, magari sbagliato ma non per fede) in Suning, in Sabatini e in Spalletti. Credo nelle loro capacità.
      E credo anche che la squadra sia composta da 13-14 giocatori forti, male assortiti come ho scritto sempre, per cui la vedo come squadra da 4°-6° posto.
      Per altro se si parla di farti in assoluto è evidente che non lo siamo e non lo eravamo neppure in estate. Se si parla di forza relativa, in rapporto per esempio a certe annate passate, il discorso cambia

      Elimina
  8. Francesco comunque non dice una cosa sbagliata sul fatto che da dicembre sul piano strategico e della comunicazione qualcosa anche da parte del mister non abbia funzionato sia nelle relazioni verso l'esterno che evidentemente ocn il gruppo. Abbiamo tutti notato un certo cambio di strategia in quel momento. Ora non sappiamo le ragioni se siano dovute anche a scontri con la dirigenza. Non parlerei magari di veri scontri, ma forse di voler richiamare l'attenzione per rafforzare la squadra però in una maniera fatta sbagliando i tempi e forse anche i modi, allo stesso tempo ha provato a caricare la squadra diciamo dandogli più responsabilità e la squadra ha risposto male... magari anche per una casualità, nel senso che Pordenone, Sassuolo, Udinee e il Milan... beccati i primi uno-due risultati negativi in un momento che questa "carica" sembrava al massimo, sono subito cresciute le incertezze. Per questo dicevo che bisogna ripartire psicologicamente dall'atteggiamento iniziale, perché è evidente che passare a uno step successivo non è stato possibile. Non è colpa solo di Spalletti come non lo è solo della dirigenza e dei giocatori, penso sia uno stato delle cose, più di tanto non si poteva ottenere, lo sapevamo ma forse giusto tentare. Non si è riusciti ma senza tirare i remi in barca si può comunque provare a fare l'impresa se si riesce a stare in condizione e se si trova qualche soluzione di gioco in più, perché al di là dello spingere tutti a dare il massimo, si vede che il nostro sistema di gioco ora come ora non sembra più essere proficuo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. che poi ci sono problemi è palese
      ma anche normalissimo

      Elimina
    2. Beh, secondo me che per anni, cambiando allenatori, proprietà e giocatori, si verifichi lo stesso copione non è affatto normalissimo.

      Elimina
  9. A me capita di andare in certi blog (solo come esempio, stile DLI) e, dopo, per riprendermi andare nel sito, che so, di tuttosport...tanto per eagerare.
    Anche qua comincio a vedere tanta esagerazione...
    Prima "la rosa è da sesto/settimo posto", ora quarti fa schifo.
    Anch'io sono deluso da i due ultimi mesi, anch'io vedo problemi, ma non chiudo il cervello...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vabbè Amstaf, ma quel sito lì è pieno di persone che fanno i fenomeni e si divertono a beccarsi tra di loro. Io non ci vado, amen. Su questo blog c'è un clima diverso ma sembra che ogni volta che qualcuno anche esagera con la negatività, allora la maggioranza degli interventi siano così, e non è vero. Se fosse possibile, mettendomi nelle veci di Emiliano, introdurrei quella funzione per cui ognuno può rendere invisibili i commenti dei commentatori che proprio stanno indigesti, così finirebbero certi duelli estenuanti:-)

      Elimina
    2. Ahah Rina, purtroppo non si può fare! Forse cambiando piattaforma sì. Non so se sia il caso di tentare un passaggio di questo tipo ora, anche perché ho notato che il sito ha riacquistato velocità (penso che tutti abbiate notato un certo rallenamento quando si postavano i commenti) e anche quel problema con i commenti messi nello spam appare risolto. Staremo a vedere se sarà il caso di cambiare in futuro, per ora però mi sembra che tutti funzioni quindi ok, ma accolgo simpaticamente il tuo commento. :)

      Elimina
  10. Fossi in Voi rifletterei in modo critico e razionale sulla nostra situazione.
    L’ironia lasciamola fuori dalle ns discussioni.
    Ho solo analizzato i fatti e mi sono permesso di riportare voci.
    Fate Voi le vs riflessioni, mi piacerebbe conoscere la Vs opinione.

    RispondiElimina
  11. La mia opinione è questa: Forza Inter, forza ragazzi, forza mister, forza direttori, forza proprietà. Abbiamo una squadra più forte dello scorso anno avendo messo a posto i conti. Non siamo ancora fortissimi né perfetti. Se l'operazione Pastore la si potrà fare verrà fatta. Altrimenti vuol dire che si è considerato inopportuno partire nel prossimo mercato con oltre 100 milioni da spendere per giocatori che giocano già con noi.
    Se non verrà pastore verrà qualcun altro o staremo così. ma niente alibi: dobbiamo cercare comunque di fare tutto il possibile

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido: almeno quest’anno stiamo giocando per qualcosa.

      Elimina
  12. Un fulgido esempio di interesso da social
    "Suning se non comprate Pastore per lo stesso prezzo di Joao Merdario Pippardini e Gabinettogol potete togliervi dai coglioni".
    Ce ne sono migliaia di simili

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è però il linguaggio di questo blog.

      Elimina
  13. Il mio programma che mi corregge tutte le parole, non lo sopporto più

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso si possa togliere sicuramente Luciano, ma non so aiutarti chiaramente a distanza.

      Elimina
  14. Ci mancherebbe, Francesco. ma è se non il livello medio, almeno un livello molto diffuso tra noi tifosi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esiste, ma resta la minoranza rumorosa, che è sempre esistita, al primo passaggio storto giù fischi.
      In tempo di social e di estrema autoreferenzialità il rumore si amplifica tanto.
      dandogli (troppa) importanza ancora più.
      Aggiungi i media...
      Comunque senza offesa per nessuno, alcuni commenti io non riesco a capirli, anche qua (non parlo di condividerli, quello conterebbe poco non essendo, io, portatore di alcuna verità, ma di COMPRENSIONE); manca la connessione logica.

      Elimina
  15. No Luciano...non devi confondere i "leoni da tastiera "con i veri tifosi...con quelli è una battaglia persa.
    Sembra che Nagatomo stia andando in Turchia:naturalmente prestito,poi fra un anno ce lo rispediranno con i ringraziamenti; ok è un periodo difficile,ma da noi se ne vanno solo così...è proprio impossibile incassare 4/5 ml . per la cessione di Nagatomo ? Evidentemente sì ,anche perché tutti sanno che siamo con l'acqua alla gola e ne approfittano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ne vanno solo così ma arrivano solo così.
      Non è che tutti gli altri siano ricchi fessi.

      Elimina
  16. Magari è l'abbandono, ovvero il fatalismo: la sottomissione agli dei, al destino, ad Allah, ai trend positivi (vittorie fino a Natale) e a quelli negativi (le partite recenti).
    Euforia e disforia, alti e bassi, vacche grasse e vacche magre. Prima tutto bene (predestinazione positiva) quindi tutto male (predestinazione negativa) - in entrambi i casi non si fa la battaglia...
    Si crede che le cose siano già scritte e si cercano i segni del nostro destino. Il dubbio di sé: basta un'idea, e il dramma è servito.

    RispondiElimina
  17. Prima "la rosa è da sesto/settimo posto", ora quarti fa schifo.
    Anch'io sono deluso da i due ultimi mesi, anch'io vedo problemi, ma non chiudo il cervello...


    Vorrei che Amstaf avesse due account e commentasse da entrambi.
    Ci prendiamo a bottigliate tra la gambe come Tafazzi in estate perché partiamo dietro e quindi un'altra stagione già buttata. Poi se le cose vanno male, altre bottigliate perché le cose vanno male e l'avevamo detto. Se vanno un po' meglio rispetto alle previsioni... non cambia nulla perché le cose prima o poi peggioreranno ("ricordati che devi morire"). Chi segue poco l'Inter e legge i commenti di oggi penserebbe che nella notte sia successo qualcosa di drammatico. E invece balle di fieno...

    Menomale che Suning non è all'Inter dal 2012 (anno più, anno meno), non conquistando neanche una coppa Italia, vendendo Benatia, Marquinos, Lamela, Pjanic (alla Juve!), Salah, Paredes, Emerson, Rüdiger. Ma forse Pallotta era ed è nelle black list di Obama e Trump.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io veramente non capisco... Come ho cercato di dire prima. Se prendo i commenti di oggi e li classifico per catastrofismo, al primo posto c'è sicuramente il buon Sergio, ma al secondo Gabriele ci sei tu:-)

      Elimina
  18. Però l'ultimo commento di Gabriele non mi è sembrato catastrofista. O ho letto superficialmente?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certo Luciano, stavo prendendo bonariamente un po' in giro Gabriele per spiegare un concetto che mi è capitato più volte di sottolineare oggi. Nel senso che, se uno legge il commento di Gabriele sembra che su questo Blog oggi si sia consumata una tragedia greca di tafazzisti abbonati a distruggere il mondo Inter, se poi vai a vedere i commenti, a parte Sergio (il cui catastrofismo, che non condivido, a me per esempio diverte), ci sono normali commenti di utenti, compreso i miei, che discutono le normali criticità della squadra e della proprietà come una volta o l'altra tutti fanno in questo blog. In questo senso, se vado a cercare uno scenario catastrofico, lo trovo dove ho detto.

      Elimina
    2. Sottolineo, Rina, che anche io ti commento tranquillamente e se lo faccio è perché non lo ritengo una perdita di tempo. Ti avevo chiesto in un commento al post di lunedì scorso cosa intepretassi in maniera pessima e chi avessi criticato, per comprendere, per spiegarmi e eventualmente per correggere e scusarmi. Poi è stato pubblicato un nuovo post e quindi magari non hai letto.
      Spero di non oltrepassare i limiti quando rispondo a commenti da cui traspare un'idea molto diversa dalla mia.
      Spero di essere sempre stato coerente con ciò che voglio essere: non è necessario arrivare tutti alle stesse conclusioni: anzi, si arriverebbe presto a una situazione ben peggiore di quella attuale. È importante la strada che si usa per arrivare a quella conclusione.

      Elimina
    3. L'avevo letto e ti avevo risposto.

      Elimina
    4. Ho letto ora.
      Non mi permetto di dare pagelle ai commentatori, mi dispiace possa trasparire questo. Quando sono d'accordo con Fabio non manco di farlo notare, nonostante su alcune cose la pensiamo diversamente e lui fa lo stesso. Se non erro condividevo in primavera con Francesco alcuni giudizi su Spalletti (quando si sognava Simeone) e sul mercato. Non giudico il commento in base a chi scrive. Come ho già detto è più una questione di metodo e approccio che di conclusione. Per esempio Luciano l'anno scorso la pensava diversamente da me rispetto alle possibilità della rosa. Ma mai ha utilizzato il termine "inequivocabile" e utilizzo questa parola per sintetizzare un approccio.
      Mi pare di essere entrato quasi sempre nel merito (ricordo per esempio che poco tempo fa parlavamo di Coutinho e mi pare senza particolari problemi nonostante anche lì la pensassimo diversamente), se poi dopo centinaia e centinaia di righe di commenti scherzo (ovviamente in maniera un po' stanca) dicendo "Luciano ti capisco se non vuoi fare post, anzi potresti accontentare la maggioranza dicendo che fa tutto schifo" mi pare comprensibile (come è comprensibile se qualcuno bonariamente mi prende in giro o mi dice che manco di spirito critico, come fossi un gobbo... non penso mi facciano la pagella). Ma è anche abbastanza comprensibile che è una battuta(ccia) semplicistica senza pretesa di tradurre.

      Elimina
  19. "vedo un grande nervosismo e senso di fastidio"

    "Se la metto insieme al nervosismo sempre più visibile di Spalletti, vedo un futuro molto più nebuloso di quanto pensassi."

    "Dà una dimensione precisa del fatto che hanno scoperto a posteriori chi è davvero Suning"

    "Spifferi su una presunta discussione con conseguente rottura tra Icardi e Perisic. Se si fa il paio con le voci che erano uscite a Natale che Candreva soffrisse stare a Milano e desiderasse ritornare a Roma"
    "sembrano tutti con le valige in mano.
    Così non si gestisce una squadra di calcio"

    "Il tutto senza che noi abbiamo una dirigenza.
    SUNING è una delusione economicamente (...) e come presenza. Non c’e’ nessuno al timone e la barca deriva con il buon Spalletti che sembra sia andato in confusione"

    "siamo con l'acqua alla gola"

    Non ho copiato interamente i commenti ma i passi più significativi, per comodità di chi legge, non penso di aver alterato il significato. Dunque, Spalletti è in confusione e irritato inequivocabilmente con Suning. È nervoso anche Sabatini che fa parte, sostanzialmente, di una dirigenza che non esiste. Tecnicamente mi pare di capire che siamo messi malissimo ma anche economicamente se è vero che siamo con l'acqua alla gola. Sentite in sottofondo i colpi di bottiglia?
    E manca Fabio per la critica dei giocatori (alcuni, non tutti)... a quest'ora saremmo stati al completo.

    Cioè non si salva nulla, dai commenti. Nervosismi interni, nessuna via d'uscita tecnicamente perché il mister è in confusione e finanziariamente (che via di uscita può avere uno che fa fatica a galleggiare?). Se questo non è il ritratto di un dramma, cosa lo sarebbe? E sono solo commenti a un post di un martedì, neanche ce la rabbia per una sconfitta appena subita...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Speravo che rispondessi citando il mio commento... Bene, caro Gabriele, spiegami perché se vedo un'intervista di Sabatini che mi sembra molto nervosa rispetto al Sabatini che conosco, non devo confrontarmi sul blog che personalmente leggo riguardo alle cose dell'Inter? !. Mi sono inventato l'intervista di Sabatini e il suo nervosismo assente in tutte le interviste precedenti? 2. Non posso sapere cosa ne pensano persone che stimo o più informate di me? 3) Devo venire qua a scrivere solo Hip Hip Hurrà altrimenti Gabriele Lombardo viene a fare il processo ai commenti descrivendo l'apocalisse che vede solo lui? Se permetti, preferisco leggere quella notizia che riporta Francesco Buono e che non conoscevo e le successive risposte che la commentano ee magari smentiscono che il solito intervento volto a tirare le orecchie ai commentatori non si sa su quali basi. Comunque guarda: Forza ragazzi! Siamo ancora quarti! E se ci lamentiamo noi, cosa dovrebbe fare la Roma che è tre punti indietro e ogni mercato vende i migliori!!! Va bene così? Devo aggiungere un punto esclamativo per non sembrare catastrofico?

      Elimina
    2. Per intenderci, lo preciso perché scrivendo temo sempre che non si capisca il tono, sto continuando a buttarla sul tono scherzoso perché non mi sembrano cose importanti. Poi chiaramente, sentendomi tirato in causa, come altre volte con te, mi diverto a rispondere.

      Elimina
    3. "Inequivocabile nervosismo verso Suning". D'altra parte i direttori sono sempre entusiasti delle finestre di mercato e delle domande dei giornalisti. D'altra parte Sabatini è uno che si concede quotidianamente e che anzi va a cercare i giornalisti per dare scoop. Io l'ho spesso visto stizzito (ma questo può non rilevare) e anche se ieri sera lo fosse di più, di inequivocabile verso Suning non c'è nulla. Anche l'ultima giornata della sessione estiva non sembrava tranquillo, anche in tantissime altre interviste pre-Inter. Ma già quando serviva la Roma lanciava segnali I N E Q U I V O C A B I L I a Suning.

      Elimina
    4. Vedo che proprio non ce la fai a non appioppare agli altri vis polemica ridicolizzata contro Suning. Contento te... Per quanto mi riguarda il tuo giudizio sulle interviste, per quanto mi riguarda, probabilmente sei troppo occupato a costruire teoremi sui giudizi altrui per osservarle in modo distaccato. Ne discuterò con altri meno esaltati di te.

      Elimina
  20. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le cose mi pare che vadano meglio rispetto al 2017, al 2016, al 2015, al 2014, al 2013, al 2012. Perché la rosa è migliore, la posizione in classifica è migliore (eccezion fatta per tre mesi con Mancini), la scadenza dell'accordo con l'Uefa è più vicina, il fatturato è aumentato. Io non ho certezze, ma quello che ho scritto in questo commento non mi fa essere pessimista. Mi concentro sulla crescita graduale dell'Inter. Se pensassi a obiettivi molto alti nel breve termine, magari avrei un approccio più ansioso. Ma dopo gli ultimi sette anni mi sento, se non in paradiso, con un terreno abbastanza saldo.

      Elimina
  21. Io penso che suning debba esser giudicato su due piani. Quello sportivo dove sta facendo a mio parere un lavoro sufficiente, ma assolutamente da migliorare, e sul piano economico dove i risultati ottenuti sono eccezionali.
    Ad oggi con le regole nel mondo del calcio non può più esistere una grande società che prescinda da una base economica solida. Suning la sta creando.
    Quest'anno abbiamo avuto un aumento del fatturato incredibile e suning é da applaudire. C é anche da dire che sono risultati della passata stagione e ad oggi sembra che per motivi "cinesi" l'outlook sia piu negativo, ma questp lo sapremo con certezza il prossimo anno. Questo cio che penso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non posso che (ri)condividere l'articolo http://www.calcioefinanza.it/2018/01/23/inter-deloitte-football-money-league-2018-ricavi-sponsor/

      "Getta ottimismo sulle prospettive..." ammazza che ottimismo :D

      Elimina
    2. Vero che ci siano due piani, ma non sono separati, anzi. Il secondo piano influenzerà positivamente il primo che dovrebbe fare da volano al secondo...un circolo virtuoso, con i tempi cinesi.
      La "lunga marcia" non la inventarono (come espressione) gli USA o i tedeschi...

      Elimina
    3. Esattamente. Però è molto meglio per noi che il piano finanziario riesca a crescere (anche) in maniera autonoma. Perché il Napoli, considerando gli ultimi sei anni sportivamente parlando ci è davanti e non di poco, ma le prospettive di crescita della società rimangono quelle lì.

      Elimina
    4. Ma infatti il "criticatissimo" Antonello quando parlç di modello UTD, intendeva questo, una stagione sportivamente negativa non DEVE incidere sul piano economico-finanziario. A me sembra non sia stato capito...certo manca lo stadio, ma il senso del discorso è l'autonomia finanziaria dal risultato sportivo, almeno su base annua (ovvio che anni di insuccessi facciano calare il brand ed il "prodotto"...). Io amavo più l'altro calcio, quello da non commercialista, ma questo è e questo osservo. Oggi l'autonomia finanziaria dal risultato sportivo non la ha neanche la juve, certo il sistema "serie A", per ora, non aiuta...

      Elimina
    5. Esattame, penso anche e soprattutto all'Arsenal.

      Elimina
  22. Vendiamo (forse) Brozo, da "più odiato" si trasformerà nel "più amato"... Streghe, mele, baci,principi sono nulla rispetto alle trasformazioni dei tifosi...

    RispondiElimina
  23. Quindi il Siviglia valuterebbe Brozo 29 milioni...a leggere in giro si sarebbe dovuto "regalarlo", tanto si fa plus anche con poco...e poi botte ad Ausilio.
    #tuttidscoisoldideglialtri

    RispondiElimina
  24. Concordo sul giudizio bivalente di Fabio riguardo a Suning.

    @Gabriele : ho scritto con "l'acqua alla gola" perché ad esempio per l'acquisto di Karamoh siamo stati in ballo 40 giorni lottando fino all'ultimo centesimo ed ogni volta che ascolto Ausilio mi prende la malinconia.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che si attendesse un'alternativa, fino a sei giorni prima c'era la trattativa per Schick. In quel caso poi abbiamo strappato il prestito, previo rinnovo del contratto, se non erro. Quindi non abbiamo dato l'impressione di essere troppo disperati. Forse con Dalbert è andata un po' diversamente...

      Elimina
    2. Sai le regole finanziarie sono, talvolta, illogiche e incomprensibili alla mente umana normale.
      Esempio fuori dal calcio, causa "patto di stabilità" un Comune, pur avendo i soldi, non DEVE spenderli (li tiene immobilizzati), quindi NON paga una cooperativa sociale (che si occupa di disabilità grave)che rischia di andare in malora (meglio non ci va SOLO per l'estremo sforzo e la grande "generosità" dei soci...)facendo perdere alla collettività un servizio VITALE; per me sarebbe ASSURDO anche se i soldi non ci fossero (se vuoi, li trovi...) figurati con i "soldi"...fermi.
      Per la cronaca, se interessa, l'esempio NON è inventato, è reale.
      Ora per quanto si vogliano dipingere come "tirchi", se Suning fatica a pagare karamoh non è perché non abbia i soldi è perché NON si possono usare...diverso, credo, il caso Schick, si disse che per un "top" si sarebbe, in qualche modo, cercato di fare uno"sforzo", forse Schick (a torto o a ragione) non venne giudicato "abbastanza top"; siamo a gennaio, rischiare di buttare tutto all'aria, parlo di FPF, sarebbe "giusto"? Dovendo poi ricominciare da zero? La Roma lo ha fatto, ha sforato, ora, parole di Pallotta, in questo e nei prossimi mercati (quanti non specifica...) deve fare trading... Senza la CL rischiano di vendere ancora più. Il Milan non lo commento, aspettiamo l'UEFA.
      La malinconia è comprensibile, ma la situazione è pregressa.
      Certo, si è ANCHE speso male, troppo, ma quel rischio c'è sempre..

      Elimina
    3. Non so Amstaf. Forse è vero che Schick non è stato considerato all'altezza, ma Keita o Lucas o Pastore o Di Maria o altri più pronti c'erano...

      Elimina
    4. L'unico realistico fu Keita. Gli altri hanno ingaggi fuori portata...oggi, Pastore, causa mondiale, sarebbe pronto a tagliarsi l'ingaggio (intanto oltre il 50% lo ha già preso, i bonus gli spetterebbero, almeno in questa stagione), forse a luglio no. Keita lo portò Mendes a Monaco, 30 milioni circa, un anno di contratto, non era operazione per noi...

      Elimina
    5. Immagina però dopo Gabriel Barbosa l'anno prima, 40 mln per uno che poi avrebbe avuto tanti infortuni muscolari da non farlo quasi mai giocare. Ci saremmo giocati il mercato estivo 2019...

      Elimina
    6. Schick alla fine è costato non meno di Keita, forse. Era una formula abbastanza artistica però se mi dici che non era una operazione per noi quella di Keita (30 mln) anche quella per Schick lo era, a prescindere dalla qualificazione del giocatore in promessa o grande giocatore o fenomeno.

      Elimina
    7. Keita con un anno di contratto è stato fatto definitivo subito.
      Schick una alchimia finanziaria, con bonus strani (sicuramente la Samp si è tutelata), formalmente l'acquisto intorno ai 20 milioni...il tutto per abbellire i bilanci. In questo senso keita non era giostrabile, con lotito poi...lotito che, di certo, ha preferito il Monaco a noi (e, dal suo punto di vista, ha ragione...).
      Schick, una cripto..valutazione.

      Elimina
  25. Brozovic possiamo anche venderlo, tanto il suo potenziale sappiamo qual è, ma se non prendiamo Pastore o chi per lui diventa davvero dura. Già siamo in pochi...

    RispondiElimina
  26. Io purtroppo ho qualche dubbio sul fatto che il prossimo bilancio possa ripresentarsi un fatturato così elevato come è stato l'ultimo anno, soprattutto se non entreremo in CL. Allora, mi è giunta voce che quest'anno hanno pesato le nuove sponsorizzazioni, soprattutto il fatto che i flussi che portano questi nuovi contratti sono maggiori nel primo anno, meno saranno i prossimi anni, c'è da dire che quest'estate cambieremo sponsor ufficiale della prima squadra, confido che Suning possa farci sottoscrivere un contratto migliore, mi accontento di 15 milioni in più all'anno. Poi bisognerebbe capire quanto del nuovo debito emesso due messi fa coprirà il vecchio debito di thohir, siccome i tassi d'interesse sono diversi questo a conto economico permette di risparmiare ancora qualcosina. Però io penso che nonostante il nuovo contratto di sponsor e il risparmio sugli interessi, al netto della diminuzione dei flussi delle vecchie sponsorizzazioni, ci sarà un miglioramento dell'utile di bilancio di poco più di una decina di milioni. Poi naturalmente entreranno in gioco altre voci, come le entrate commerciali(strettamente legate alla partecipazione di quale coppa europea)oppure le minus o plusvalenze.
    Comunque mi aspetto un leggero miglioramento dei conti, ma data la difficoltà che si ha nel mercato dubito che questi miglioramenti senza la partecipazione alla CL servano a qualcosa. Infatti l'obbiettivo ribadito da più di un rappresentante della società è proprio quello, il quarto posto. Mancare il quarto posto o l'accesso alla CL per i prossimi anni penso che ci condannerebbe a parecchi anni di mediocrità, forse peggio, perchè una volta usciti dal giro come si fa a recuperare sugli altri se già corrono?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo, nel medio termine, andrebbe eliminato, ovvero che un risultato sportivo non buono, anche di un solo anno, "sconvolga" tutto il piano. Autonomia finanziaria.
      Oggi temo sia ancora come dici, anche se non sarei pessimista sulla crescita del fatturato (vero quello che descrivi, ma troveranno...qualcosa); a maggior ragione l'equilibrio nel mercato e negli ingaggi, fissato dalle regole UEFA, va tenuto presente.
      In quanto alla difficoltà di recuperare hai ragione, sono regole sbagliate...non tutelano la "concorrenza" ma solo i conti finanziari, una (ingiustificata) ossessione europea, che porta, tendenzialmente, a arricchire i ricchi e impoverire i poveri, senza neanche...risanare (morire non è risanare, si risana se si è vivi...) Grecia docet.

      Elimina
    2. È sicuro che cambieremo sponsor?

      Elimina
    3. Errore mio, il contratto con Pirelli scade nel 2019, mannaggia.

      Elimina
  27. Da utente silenzioso, il bello di questo blog, nella mia umile opinione, consiste:
    - nelle sagge analisi di Luciano e nei suoi preziosissimi approfondimenti sulle giovanili;
    - nel lavoro esemplare day by day di emiliano, del quale apprezzo sopra a tutto le analisi statistico/numeriche che ogno tanto ci regala.
    - i commenti pieni di buonsenso, razionalità, positività e costruttività di amstaf e gabriele o chi per loro.

    Un filo meno si apprezzano i giudizi negativi categorici e i catastrofismi.

    Con questo non voglio attaccare nessuno, ma solo soffiare nelle vele di chi spende del tempo per produrre fiumi di parole molto interessanti. :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per l'apprezzamento Gabriele. :)

      Elimina
    2. Anche io penso a questa "categoricità" di alcuni giudizi negativi

      Elimina
  28. Comunque, non ho dati alla mano, ma io penso che non si possa esattamente dire che tutte le ultime stagioni siano state effettivamente una la fotocopia dell'altra. Anche io come tutti ho parlato di stagioni che poi hanno visto a un certo punto flessioni spaventose, ma in verità poi le "storie" di questi ultimi anni sono spesso molto diverse. Sicuramente adesso si potrebbe (facciamo segni scaramantici) vedere un parallelo con la seconda Inter di Mancini... Che poi ho parlato di segni scaramantici ma se per assurdo fosse così... Mancini chiuse al quarto posto quell'anno, quindi significherebbe centrare il risultato. Voglio solo dire che comunque non è che la squadra "scoppia" sempre all'improvviso, se ci pensate in fondo non c'è nessuna analogia con l'anno scorso. Poi sì, a un certo punto Pioli ha avuto un calo clamoroso di risultati... ma se guardiamo la "sinusoide" del nostro andamento nel corso della stagione, abbiamo dati nettamente in contrasto.

    RispondiElimina
  29. Luciano sono certo che ne hai già parlato, ma mi piacerebbe essere aggiornato su come vedi Pelle.
    A me è sempre piaciuto moltissimo tencicamente e come capacità di pensare il calcio, in questo mi ricorda le qualità di Palacio, con le dovute proporzioni.
    Sarebbe vicino alla realtà dire che con un livello atletico adeguato potrebbe diventare un giocatore importante?

    RispondiElimina
  30. Karlito: le qualità sono quelle che dici tu, però il deficit atletico rispetto ai migliori di categoria è ancora abbastanza netto. Lo prova il fatto che diversi attaccanti del 2000 hanno fatto una o più partite in Primavera, Pelle ancora no.
    Il discorso è difficile e complesso. faccio solo un esempio: ha più possibilità di migliorare tecnicamente e sulla rapidità Adorante o ha più possibilità Pelle di diventare talmente competitivo atleticamente da rendere determinati la sua visione del gioco, il tempismo, la capacità di presentarsi al momento giusto nel posto giusto?
    Io faccio il tifo per entrambi, ma se dovessi sceglierne uno per la mia squadra oggi, solo in virtù della mia concezione del calcio, sceglierei Adorante. Non per mettere in competizione i due, solo per esemplificare il mio criterio valutativo

    RispondiElimina
  31. Anch'io ovviamente ringrazio Gabriele Rustichelli, cerco sempre di non farmi trascinare nelle valutazioni dall'amarezza, anche dalla rabbia e di considerare tutte le complessità di una situazione che si deve affrontare.
    A volte, lo riconosco reagisco in modo esagerato e impulsivo a quelle che ritengo critiche eccessive e ingiuste, posizioni che non tengono conto a mio parere ovviamente della complessità del reale.
    Penso per esempio che Sanchez sia meglio di Candreva, ma quando leggo peste e corna di Candreva mi sembra una cosa ingiusta.
    L'Inter non ha fenomeni (forse Skriniar, se si confermerà) ma ha una dozzina di buonissimi giocatori. Che, non essendo fenomeni, hanno dei limit chiaramente. Tutti. Cancello e D'ambrosio, Miranda e Ranocchi, Naga e Santon Vecino e Brozo Gaglia e Borja Candreva e Perisic. Dal gruppo, pur non essendo fuoriclasse, stanno fuori solo Handa e Icardi, che non hanno rivali in rosa
    Spalletti e Sabatini non potevano essere idoli da invocare ieri e incompetenti incapaci oggi. Su Suning che dite? Aspettiamo un paio d'anni per vedere dove ci portano? Altrimenti fuori i nomi di miliardari disposti a comperare l?inter con centinaia di milioni e a investire, in barba al FFP centinaia di milioni per cercare di riportarci in fretta in alto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Assolutamente d'accordo con le tue parole Luciano.
      Suning per ora é stata una mezza manna dal cielo.
      Stiamo a vedere come proseguono nel loro operato, ma per ora sono più che fiducioso.

      Elimina
  32. Qualche giornalista ci da vicini a questo qui:

    http://www.fpf.pt/pt/Jogadores/Jogador/playerId/911385


    In questi giorni sta giocando il torneo Al Kass in Qatar col suo Benfica.

    https://internationalcup.alkass.net/u17/matches.php


    qui si trovano tutte le partite integrali:

    https://www.youtube.com/user/AlKassU17


    Ha giocato due da titolare e in altre due è subentrato. Da quello che ho visto ha giocato:

    - da centrale di destra contro il Guangzhou
    - da centrale di sinistra contro l'Aspire per poi essere spostato terzino destro (segnando due gol)
    - da centrale di destra nella vittoria per 6-0 col Milan
    - da terzino sinistro contro il Kashiwa

    Sembra un profilo interessante

    RispondiElimina
  33. Certo che si leggono notizie buffe: PSG "Pastore in prestito non si fa"; Inter "Solo in prestito"; si tratta a oltranza.
    Cioé cosa fanno? Si guardano nelle palle degli occhi tutta la notte?

    RispondiElimina
  34. Per quanto riguarda i 2001 e la Berretti non c'è stata nessuna operazione? In primavera, invece, non ho più riscontrato tracce né di Militari né di Marcellusi

    RispondiElimina
  35. Amstaf, è vero. Lo stesso dicasi per Lautaro Martinez: fatta a 12 milioni a giugno. Tutt'al più sarà stato intovolato un discorso per giugno, ma per acquistare ci vorrebbero i soldi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Trattavano Zanetti e Milito...magari hanno firmato un impegno, stabilito un costo, poi si farebbe a Luglio per spostarlo sul prossimo bilancio (quante cose sposteremo sul prossimo bilancio?). Al limite avrebbe senso, certo non tratteranno ad "oltranza" sino a giugno... Comunque pare sia un bel giocatore, Martinez. Mai visto.

      Elimina
  36. Senza il pastore...saran sempre le solite pecore :-)

    RispondiElimina
  37. Dispiace per la morte di Azeglio Vicini, una persona per bene. Che riposi in pace.

    RispondiElimina
  38. Vi piacerebbe mbia? A me si, uno spaccaossa col phisique du role e più cognizione di causa di gagliardini ci farebbe comodo

    RispondiElimina
  39. Non saprei Daniele. 32 anni e viene da un paio d'anni giocati in Cina dopo essere stato prima venduto in Turchia. Non so giudicare le condizioni fisiche e mentali del giocatore.

    RispondiElimina
  40. Chiaro, possiamo solo giudicare a bocce ferme in base alle caratteristiche del giocatore e al fatto che non costerebbe nulla

    RispondiElimina
  41. Non avrebbe nessun senso andare su giocatori come ambia...davvero nessuno !

    RispondiElimina
  42. Sono comunque preoccupato per l involuzione che sta minando tutto l ambiente. ...una situazione folle. non una voce autorevole della Società che intervenga con decisione, per dare una via da seguire,per spazzare via tutte le voci .Poi vediamo tutte le iniziative commerciali,che però ,senza risultati sul campo,resteranno solo cifre inutili. Un ultima considerazione: Icardi capitano è inadatto per molti motivi....spingendomi alla prossima stagione un giocatore che vedrei bene come capitano e Skrjiniar ,che ,a mio avviso,dovrebbe diventare un ns punto fermo.

    RispondiElimina
  43. Mi preoccupano un po' le parole di Marino su suning, uno che fino a qualche mese fa ne parlava bene, forse qualcosa è cambiato veramente in negativo. Boh, ha senso avere un padrone potente che però non si impegna in investimenti? Voglio dire, non spendere in prima squadra, giovanili e strutture penso che ne sia capace chiunque no? Allo stesso tempo si nota nessuna presa di posizione verso alcuni comportamenti sia della stampa sia dei nostri calciatori, mi aspetterei in un momento di difficoltà almeno un supporto ufficiale, nisba. Non datemi del catastrofista per questo commento.
    Ecco, poi la trattativa Brozovic, vogliamo cedere un giocatore che rappresenta quel tipo di calciatore che ha la maturità di un bambino, potremmo guadagnarci ma non possiamo spendere, sigh, per un sostituto, quindi teniamo malvolentieri Brozovic proprio perchè Pastore non possiamo permettercelo (stessero parlando di grandi cifre poi). Come può essere il rendimento di un calciatore nel sentirsi fuori dal progetto? Ecco, in pratica nel girone di ritorno dovremmo giocare con fissi Gagliardini Vecino e Borja, con i limiti mostrati finora, sperando in non infortuni e squalifiche. Ah vero, ci sarebbe Rafinha, di solito gioca bene gli ultimi 10 minuti di partita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quanti soldi ha messo Agnelli per la Juve? Quanto si è impegnato?
      Non ci si sta muovendo per stadio e strutture?
      Inter media house e la discontinuità NETTA rispetto al passato che ha portato l'Inter negli ultimi mesi ad essere una delle squadre che ha accresciuto maggiormente la sua popolarità su internet, nonostante non vinca dal 2011 e venga da un settimo posto?
      Ad aumentare i ricavi come è stato fatto fin qua sono capaci proprio tutti? E allora perché non lo fanno? Perché Lazio, Napoli, Roma che negli ultimi anni hanno fatto meglio di noi catturano meno?

      La presa di posizione netta, per esempio, c'è stata a maggio scorso.
      Non ragionerei estemizzando: possibile cessione -> fuori dal progetto. Nel momento in cui Brozovic è stato più volte in panchina sa che non gli viene costruita la squadra attorno. Anche Perisic doveva essere scazzato perché con la testa allo United; Santon era stato venduto otto volte, non mi pare abbia reso X perché non si sentiva importante. Parliamo poi di chi ha ottenuto il rinnovo e, secondo alcuni, ha visto poi le sue prestazioni calare?

      Elimina
    2. "Ah vero, ci sarebbe Rafinha, di solito gioca bene gli ultimi 10 minuti di partita." Già bocciato?

      Elimina
    3. * fatturano e non catturano :)

      Elimina
    4. Con tutto il rispetto delle parole di Marino (altro moggiano) non mi curerei per niente.
      Brozovic più "sca****o" di prima non dovrebbe essere...e Dzeko? Quello no.
      Mah.

      Elimina
    5. Già bocciato no, ma a logica, come pensiamo che possa giocare titolare un giocatore che è stato fuori da parecchio tempo? Quindi che miglioramenti può dare?

      Elimina
    6. Magari si può pensare che Brozovic peggio non possa fare, ma almeno un ruolo come ruota di scorta lo aveva, ora nemmeno quello.
      Io sinceramente mi preoccupo non molto della Roma quanto di quelli dietro, che stanno oggettivamente recuperando.

      Elimina
    7. Beh ma non è che Rafinha è destinato a non giocare più una partita intera eh? Verrà inserito poco alla volta. Anche mezz'ora fatta bene può essere decisiva.

      Elimina
    8. Non so Matteo, io spero possa fare qualcosa più di quindici minuti. Temo più eventuali ricadute (se si rivela con una struttura come il povero Obi) che altro... il giocatore è forte e quel ruolo era un nostro punto debole.
      Penso e spero che il Milan sarà altalenante come noi con Leonardo, Ranieri, Stramaccioni e Pioli. Hanno un po' di fiducia ora perché peggio non potevano fare ma a meno che Gattuso si riveli il nuovo Guardiola, se noi torniamo a fare bene dovrebbero stare a distanza, anche se non siderale.

      Elimina
  44. Però teniamo presente che la cessione brozovic è aleatoria ai massimi livelli: il siviglia ha elemosinato jovetic tutta l'estate e poi non l'ha preso a cifre nettamente piu basse, come potrebbe avere 25/28 milioni per brozo...tanto vale tenerlo se non si vogliono/possono spendere 10 tra prestito e ingaggio per Pastore con in più l'obbligo di doverlo tenere e farne il perno anche per le prossime stagioni e andare piuttosto sul mediano che spalletti chiede dalla fuga di kondo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me infatti non verrà riscattato se la situazione è questa. Si spera forse di prendere qualcosa dal prestito oneroso con cui avere un margine maggiore per acquistare, sperando che lui nel frattempo abbia maggiore continuità o per noi l'anno prossimo o per un eventuale acquirente se si sarà reso appetibile. Ma va via solo se viene qualcuno, sia per questioni numeriche che economiche.

      Elimina
  45. Per me rimane brozo e non viene pastore. Forse un cc ridicolo in aggiunta come contentino ma null altro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche per me è la cosa più probabile. Bisogna vedere comunque quello che vuole il Psg e quanto vuole ostacolare Pastore. Penso che possiamo assicurare il prestito oneroso con diritto, ma non sottovaluterei i problemi che possono nascere dalla valutazione del giocatore. Cioè non è detto che il problema sia dare quattro o cinque milioni ora, quanto volerne dare venticinque o trenta a giugno. Ne vale la pena? È una giusta valutazione per un giocatore che fa panchina, che vuole fortemente andare e il cui contratto scade tra sedici mesi? Siamo in difficoltà ma non dobbiamo farci prendere come pirla...

      Elimina
    2. Visto anche l'alto ingaggio...

      Elimina
  46. Dai è evidente che resteremo così. Soldi da spendere non ce ne sono, qualunque sia il motivo, e non possiamo privarci di altri giocatori data la rosa risicata. A questo punto bisogna sperare che Rafinha sia in grado di dare quel guizzo in più che ci manca tra centrocampo ed attacco, altrimenti rischiamo veramente di non arrivare tra le prime quattro. Siamo troppo pochi numericamente e troppo limitati sul piano qualitativo.

    RispondiElimina
  47. Non credo che Brozo parta, magari giocando 6 mesi in Spagna si sarebbe rivalutato come Kondo, magari con il mondiale ancora più...
    Il mercato non piace a nessuno, ma definire Rafinha uno che gioca bene gli ultimi 10 minuti è veramente assurdo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah beh, c'è da dire che nella crisi del nostro centrocampo potremmo anche permetterci Rafinha titolare, ma sinceramente, sinceramente eh, stiamo pensando che un giocatore che è stato lontano dal campo per circa un anno può fare subito bene? Seriamente? Tra l'altro non contiamo il rischio ricadute, cosa altamente possibile dopo uno stop così lungo, e mica sto dicendo che è scarso, sto parlando di ritmo partita ad alti livelli. Domande?

      Elimina
    2. Ricadute? Se non trova Naingolan...sai COME si infortunò?
      In 3 partite sarebbe, fisicamente, in grado di giocare 90', anche meno.
      Col ritmo ad alti livelli Borja non dovrebbe giocare...se poi è nero anche prima di iniziare...
      Ognuno pensi quel che vuole se ne leggono...
      Ho letto, non da te chiaramente, che D'ambrosio a destra NON si sarebbe infortunato...in panchina ancora meno...

      Elimina
    3. Ma il rischio ricadute post lungo infortunio è una cosa così improbabile? A me è sembrato sempre il contrario. Il fatto che non può avere il ritmo partita se non gioca titolare da parecchio tempo è una cosa così improbabile da sentir dire? Io veramente non capisco. Che dire, vediamo e parliamone a fine stagione. Che sinceramente anche sono stufo di cozzare per queste cose, se ne parla a fatti compiuti ed amen.

      Elimina
    4. Dipende che intendi per subito e per bene. Entrare nel secondo tempo contro squadre che si chiudono per dare qualità in più non ha bisogno di una condizione incredibile. Io anzi penso possa fare bene inizialmente per poi avere un calo dopo qualche settimane, mi sembra che di solito sia così. Un po' per freschezza, un po' per entusiasmo iniziali.

      Elimina
    5. Domande no ed evidentemente neanche risposte.

      Elimina
  48. Come vogliamo definire questo ridursi ad inseguire Pastore all'ultimo giorno,sapendo che si tratta comunque di una scommessa molto pericolosa e ,soprattutto costosa...Non si riesce proprio a scovare in tutto il globo calcistico un giocatore con meno talento di Pastore ,ma almeno con un po' di "garra"calcistica ?Se vogliamo essere razionali spendere 5 ml per il prestito oneroso con l'aggiunta dell'ingaggio da qui fino stagione per Pastore,mi sembra davvero troppo visto quello che passa il convento !

    RispondiElimina
  49. Io un pensiero su babacar lo avrei fatto...magari scambio di prestiti con Pinamonti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Almeno non ci segna più contro :) anche se per quest'anno la Fiorentina è passato

      Elimina
    2. Mo ce lo ribecchiamo al sassuolo

      Elimina
  50. Voi non capite, Zhang sta risparmiando per esplodere la sua potenza in estate. Allora si che i parametri zero voleranno....

    RispondiElimina
  51. Intanto infortunio ad Icardi.
    Finalmente vedremo il gran gioco auspicato anche qua.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Provocazione di basso livello. Puoi fare di meglio

      Elimina
    2. Se uno è dannoso per il gioco corale, senza si gioca meglio.
      Che non significa vincere o segnare.
      In quanti post è stato scritto che è un freno per il gioco?
      L'anno scorso, quando fu assente per squalifica, fu scritto esplicitamente, rimarcando la vittoria con l' Empoli.
      Io mi auguro che si giochi bene e si vinca, ma a differenza di altri non ne trarrei certe conclusioni.

      Elimina
    3. Nessuno ha parlato di Gran gioco. Di giocare meglio si invece.
      Dipende anche chi lo sostituisce

      Elimina
  52. Conte ha definito il mercato Chelsea "da carestia" e ha aggiunto che "Palmieri non lo ricordo".
    Manco Abramovich...

    RispondiElimina
  53. Nel frattempo risentimento per icardi.
    Mala tempora currunt

    RispondiElimina
  54. Non mi fascio la testa se Pastore non viene, alla fine sarebbe una spesa esagerata in rapporto alle nostre possibilità e ai dettami del FPF, mi fascio la testa invece pensando che al termine di questa ennesima sessione di mercato, siamo alle solite...manca il centrocampista assaltatore e l'attaccante da affiancare a Mauro (si è pure infortunato).
    Personalmente non ho mai criticato Suning perché qualcosa alla fine sta facendo, e cose importanti a livello strutturale ha in cantiere (stadio, cittadella).
    Quello che contesto (diciamo che non mi spiego) è:
    - Thohir presidente, spiegatemi la logica vi prego.
    - Ausilio ancora DS, brava persona ma troppe scelte sbagliate,
    anche considerando il budget risicato.
    - Mancanza di una figura autorevole in società in grado di fare da
    scudo, di accentrare l'attenzione togliendo pressione ad
    allenatore e squadra, di rapportarsi con i tifosi.
    - Visto che (a detta di addetti e visti i risultati) il nostro
    è il miglior settore giovanile italiano e uno dei migliori al
    mondo....la totale incapacità di produrre giocatori arruolabili
    per la "NOSTRA" prima squadra.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello che dici tu è oggettivo. Cioè è un fatto che Thohir sia presidente, per esempio. Ma non so quanto peso abbiano questi punti in un eventuale rallentamento della crescita dell'Inter. Non so quanto sufficiente o insufficiente sia stato il lavoro di Ausilio, non so se serva un altro insieme a Spalletti che mandi slogan a tifosi e stampa. Io quando certa Mou ricordo quello che diceva Mou. Tutta questa importanza "esterna" di Oriali non la ricordo. Marotta è figura forte? Al Napoli chi c'è?

      Non saprei...

      Elimina
    2. Ok dimmi Thohir cosa sta facendo a livello presidenziale, dimmi se ti senti rappresentato da questo Gordon Gekko de noialtri...personalmente più a lungo resta in Indonesia più sono felice!
      il valore dell'operato di Ausilio è facilmente individuabile nelle rose incomplete messe a disposizione dei vari allenatori succedutisi da quando lui è in carica, e ovviamente dai risultati conseguiti delle stesse a fine torneo.
      Mai parlato di Slogan a tifosi e stampa...contano più le parole e le disposizioni "AUTOREVOLI" all'interno della società, anche se parlare chiaro al di fuori ogni tanto non farebbe male...quanto manca Facchetti e anche uno come Prisco.
      Il Napoli attuale è un orologio svizzero se paragonato a noi, sotto tutti i punti di vista....dei ladri non parlo, loro non hanno bisogno di figure forti per ovvi motivi.
      Comunque se metti insieme ogni cosa magari ti spieghi il perché di questi crolli improvvisi, questa instabilità che emerge ad ogni stagione.

      Elimina
    3. Quanto il fatto che Thohir sia presidente rallenta la crescita? Chi al posto di Ausilio avrebbe fatto sicuramente molto meglio?

      Vedete, il problema, per me, è questo. Da una parte c'è "l'inequivocabile" e il "facilmente individuabile". Dall'altra nessuno parla di "sicuramente va tutto bene", "sono certo che le cose stanno così e che raggiungeremo l'obiettivo". Non è questione di conclusione, ma di metodo. Non banalizziamo con riferimenti al pensiero unico... Bello il confronto con chi è sempre sicuro su tutto, pur non sapendo niente - perché esterno e lontano dai fatti. E non è una pagella!

      Elimina
  55. Praticamente d'accordo su tutto con Daniele, davvero su tutto !
    Storicamente noi vinciamo quando abbiamo un allenatore che svolge anche il compito che dovrebbe essere della Società; quando manca questa figura carismatica sbraghiamo.E quando abbiamo un giocatore importante (tipo Icardi ) siamo ai suoi piedi ,gli concediamo tutto o quasi..e poi gli spogliatoi scoppiano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vendiamolo e prendiamo giocatori meno importanti.

      Elimina
  56. ricordo con simpatia 2 grandi comici e il loro sketch televisivo sulla panchina lunga dell inter..

    beh ora si potrebbe fare con tutti i giocatori di un altra squadra molto famosa

    RispondiElimina
  57. Io credo ancora in Suning,ma....visto il loro silenzio,che rientra probabilmente nel diverso modo di gestire le aziende, idealmente mi piacerebbe assistere ad uno sciopero del tifo per una domenica...stadio vuoto..vediamo se decidono di fare sentire la loro voce.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Domenica, anzi sabato, bisognerebbe vincere.
      A scioperare c'è tempo.

      Elimina
  58. Per fortuna il Pastore sembra non arriverà. L’infortunio di Icardi in questo momento non ci voleva. Spero fermino l’uscita del Pina,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A patto che giochi qualche minuto almeno.
      Diversamente sarebbe meglio mandarlo a giocare.
      Il problema è DOVE.

      Elimina
  59. Qualcuno sa chi sia il nuovo acquisto Vezzoni Franco?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vezzoni Franco è un dentista. Non so a cosa ci può servire.

      Elimina
    2. La rosa cariata...
      Prendiamola a ridere.

      Elimina
  60. Amstaf....Apprezzo il tuo lavoro di "cauterizzazione" in mancanza di quello solitamente elargito da Luciano (del quale comprendo l'assenza...). Lo apprezzo molto. Mi piacerebbe che anche altri lo apprezzassero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cauterizzazione de che?! Ma siamo qua dentro per discutere, confrontarci, condividere idee....oppure semplicemente dobbiamo uniformarci ad un pensiero comune come ai bei vecchi tempi? Davvero non capisco.

      Elimina
    2. Ti chiedo scusa Daniele. Anch'io non capisco a volte. L'incaponirsi, poi su certi concetti, proprio no... Se non capisci pazienza. Chi segue questo blog dall'inizio magari capisce. Magari anche tu sei uno di quelli, per carità, non so...Semplicemente io sto cercando di non far parte del pensiero unico od almeno predominante di cui tu parli. E che non condivido. Porta pazienza.

      Elimina
    3. Non arrabbiarti. Siamo qua per discutere e confrontarci, personalmente preferisco soffermarmi su chi la pensa diversamente, così mi vengono dubbi e spunti di riflessione.
      L'unica cosa, in generale, stando nella realtà, anche quando non dovesse piacere. Io ho vissuto col calcio romantico, non con quello aziendale, ovvio che lo preferirei...ma, oltre i miei desideri, OGGI è così, cerco di confrontarmi con quello che accade, magari sbagliando...
      Se il mantra fosse Suning risparmia, è tirchio, o #suningout, non saprei di che discutere.
      A titolo di esempio, da altre parti ho letto definizioni tipo "quelli di paolosarpi",via di Milano. A parte il sottile razzismo, ma si ha una idea dell'argomento?
      Era SOLO un esempio, estremizzato.

      Elimina
    4. Ma perché non parli di quello che pensi invece di parlare di quello che pensano gli altri...lascia agli altri le proprie idee e opinioni visto che "non le capisci a volte"....porta pazienza.

      Elimina
    5. rispondevo a Teo, non a te Amstaf

      Elimina
    6. Hai ragione e tu Daniele.

      Elimina
    7. @daniele
      io parlavo con te, con tutti.
      Evito (anche se ci casco...) di personalizzare eccessivamente un confronto; meglio se interessasse tutti...

      Elimina
  61. Argentino. 2003..ha provato lo scorso anno...

    RispondiElimina
  62. Mah... io sono molto tranquillo. Avrei voluto mari e monti (che non sono due giocatori). Se non si può far altro mi accontento di un centrale e un trequartista. Se non si può spendere i casi sono due: o è una situazione oggettiva (per esempio non si può appesantire il monte ingaggi, per il FFP) o è un limite di Suning, che ha i soldi ma non può disporne. In questo caso penso che per rientrare degli investimenti fatti venderanno. Ma allora si che sarei preoccupato
    Comunque abbiamo
    4 esterni Cancelo D'Ambrosio Santon Dalbert
    4 centrali Skriniar Miranda Lopez Ranocchia
    5 centrocampisti: Borja Vecino Brozo Rafinha Gaglia
    6 attaccanti: Candreva Icardi Perisic Eder Pinamonti

    Mi pare che per giocare una quindicina di partite possano bastare.
    Lobotka sarebbe stato perfetto, Duncan potrebbe essere un0integrazione accettabile.
    Avessi io i soldi per rilevare la società e fare acquisti mirabolanti mi incazzerei. Così mi devo accontentare

    RispondiElimina
  63. Vero quello che affermi Luciano ;però a me disturba il "modus operandi". Certamente la rosa così com'è può bastare, anche se mi cbhiedo con quale entusiasmo (già latente nel soggetto) può mettere in campo Brozovic.
    Duncan sì poptrebbe anche essere accettabile,ma dipende dal sacrificio per averlo...se dobbiamo sacrificare Pinamonti( spero almeno con molte garanzie per noi ) con una squadra simpatica come il Sassuolo, beh mi torna alla mente il grande affare D'Ambrosio-Benassi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma allora Dzeko?
      Pinamonti solo con recompra certa, a quello che ho letto, ancora giorni fa (pap), il problema sarebbe nella cifra di recompra (Inter 10 vendita, 20 recompra, Sassuolo 10/25).

      Elimina
  64. mah... D'Ambrosio gioca nell'Inter ed è nel giro della nazionale. Benassi un po' meno. certo che io il Pina non lo cederei, neppure con la recompra

    RispondiElimina
  65. Franco Orlando Vezzoni, leggo sia un trequartista argentino, 2001.

    RispondiElimina
  66. Suning si scatena preso Vezzoni. Inevitabile il sacrificio di Pinamonti, tanto abbiamo Eder, Pastore è un mediocre...insomma non lamentiamoci, grazie Suning per i sogni che ci regali. Io venderei qualcun altro tanto solo solo 15 partite e vincerle non è così importante vincerle.. domenica prepariamo un bel striscione per ringraziare Zangh , anzi regaliamo un'altra Pagani al figlio :

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se vuoi regalare una Pagani, o anche meno, io ci sono, ma a riceverla...
      Ovvio che la rivenderei il giorno stesso.

      Elimina
  67. Visto che ci avviciniamo ai 200 commenti e non essendo sicuro di potere aggiornare poi il blog entro stasera, ho pubblicato un post dove continuare le discussioni e il confronto sui temi del mercato che immagino oggi saranno inevitabilmetne un po' più vivaci del solito: https://fratellidelmondo.blogspot.it/2018/01/calciomercato-invernale-ultime-ore.html

    RispondiElimina

Printfriendly