domenica 8 aprile 2018

Live: Torino - Inter

Dopo il recupero del derby si torna subito in campo nella difficile trasferta di Torino contro i "granata" dell'ex Walter Mazzarri (foto: europacalcio.it). Segui e commenta la partita con il blog Fratelli del Mondo - Internazionale Sempre.

Si torna subito in campo dopo il recupero del derby

Alle ore 12.30 allo Stadio "Olimpico" di Torino, l'Inter sarà impegnata nella sfida contro i "granata" valida per la  31a Giornata del Campionato di Serie A 2017/2018.

È la prima di due trasferte molto difficili dato che domenica prossima saremo impegnati a Bergamo in casa dell'Atalanta.

Ci "sorride" (diciamo così) la sconfitta in casa della Roma contro la Fiorentina di ieri pomeriggio, che significa che - in caso di auspicata vittoria - supereremmo in classifica i giallorossi portandoci avanti di due punti e in vista del derby romano di domenica prossima.

Questo comunque conta diciamo relativamente, nel senso che mancano otto partite e nelle quali dovremo tenere sempre alta la concentrazione e raccogliere quanti più punti possibili.

Se Torino non è "decisiva" è perché - anche se non possiamo o almeno non possiamo ancora metterci a fare i conti con la calcolatrice - la partita è in ogni caso importante così come lo saranno le prossime.

Considero come "spartiacque" la gara contro la Juventus: penso che i punti conquistati nel complesso nelle prossime quattro partite e la posizione di classifica a quel punto (e i punti totali rispettivamente nostri, della Roma, della Lazio e del Milan) costituiranno la base per fare valutazioni concrete.

Il presente è comunque Torino, una squadra piena di nostri "ex" (Ansaldi, Burdisso, Ljajic, Obi) e guidata in panchina da un allenatore - Walter Mazzarri - che da noi non è mai stato amato, ma che forse negli ultimi anni e prima di Luciano Spalletti, è stato quello che aveva le idee più chiare su come costruire la squadra.

Da tenere d'occhio ovviamente Belotti (che continua a essere - senza nulla togliere a Maurito - un mio pallino) e Iago Falque. Ma non dimentichiamoci quanto ci abbia fatto male anche la fisicità di un giocatore come Acquah durante quel maledetto 2-2 dello scorso campionato. Quindi attenzione.

Tutti convocati da Luciano Spalletti, tranne l'indisponibile Matias Vecino fermato da una infiammazione alla zona adduttorea (problema che lo perseguita da dopo una partita con la sua nazionale) a scopo precauzionale. Dovrebbe essere a disposizione per la partita contro l'Atalanta.

In conferenza stampa il mister non ha dato particolari indicazioni. Ci sarebbe qualche dubbio su Miranda che ha qualche problema di natura fisica; gli hanno chiesto di Karamoh, il mister ha espresso solo parole positive sul giocatore, ma mi sembra difficile possa giocare dal primo minuto.

Arbitra Paolo Tagliavento da Terni (TR).

Queste le dichiarazioni del mister alla vigilia.

Come affronterete domani il Torino?

"Le partite sono difficili dall'inizio della stagione. Personalmente ho sempre avuto difficoltà a incontrare il Toro, sono abituati per tradizione a lottare. Bisognerà entrare nell'ordine di idee di quello che dovremo affrontare".

Ha rivisto il gol annullato a Icardi, pensa ci sia difformità nei giudizi?

"Sarebbe meglio non intervenire in realtà... Mi sono segnato quel che disse Rizzoli nell'ultima riunione. Lui parlò di un margine di tolleranza in cui sarebbe meglio far prevalere la decisione del campo. Per me vale quello, per cui non sto a commentare. Però mi lascia perplessa la gestione del fuorigioco in cui Mauro è indietro di un metro buono, perché lì non c'è dubbio e anche se ce l'hai dovresti lasciar andare l'azione e rivederla dopo. Per il resto dobbiamo far sì che i risultati dipendano da noi e non dagli altri".

Tra le difficoltà di domani c'è anche la presenza di tanti ex che avranno qualche motivazione in più?

"Se gli ex contro di noi sono stimolati allora abbiamo contro tutta la Serie A, perché ne abbiamo tanti. La reazione sarà ancora più massiccia, noi dobbiamo avere qualità e forza per affrontare queste partite in cui ci saranno più insidie e dobbiamo trovare soluzioni per andare oltre ogni proposta che può venire fuori e qualsiasi cosa possano fare gli avversari".

Un passaggio che vi manca è l'incisività sotto porta?

"Quello sarebbe un ulteriore salto in avanti. E' stata una ricerca, quella di costruire qualcosa in più. I nostri centrocampisti ce l'hanno nel Dna la conclusione dal limite, magari bisogna porre un po' più l'attenzione nella finalizzazione di testa per dare una mano a Icardi".

A che punto è percentualmente il progetto tecnico?

"Lavorare nell'Inter mi dà gioia. Non so a che percentuale siamo, ma ora siamo una squadra totale nelle potenzialità che evidenziamo nella partita e siamo una squadra che può ambire a fare qualcosa di importante migliorando la propria performance perché le soluzioni le abbiamo dentro. Ci abbiamo messo un po' troppo a trovarle, ma le abbiamo".

Cosa non dovete fare da qui a fine campionato?

"Quando sei tu a trovare la cura non ci ricadi, l'ho già detto. I giocatori hanno risolto la situazione, hanno fatto vedere di avere un carattere tosto. Non hanno mai perso la bussola e sono sempre rimasti col timone ben saldo tra le mani, non trovando subito la rotta giusta ma trovando poi i gradi della virata e la direzione in cui volevano andare".

Non affronta Mazzarri da quasi dieci anni. Nell'analisi di questi giorni ha trovato qualcosa di diverso?

"Mi sembra un momento in cui il Torino è alla ricerca della miglior tattica e del miglior atteggiamento da avere. Ha fatto svariate prove. Mazzarri ha qualità internazionale, è un allenatore esperto, che ha fatto bene da diverse parti, sa qual è il suo lavoro. Attualmente non è facile prevedere un Toro in un modo o in un altro. Giocava a quattro, ora gioca a tre in difesa. In una gara ha giocato 3-5-2, poi il 4-3-2-1. Ha fatto varie prove, bisognerà attendersi anche qualcosa di diverso e dovremo essere bravi perché non ci concederanno tanto campo e sono forti in fase difensiva. Come persona conosco Mazzarri perché abbiamo abitato nello stesso posto. L'ho incontrato qualche volta...".

Non prendete gol da cinque partite e Handanovic fa meno parate. Cosa è cambiato rispetto alla prima parte della stagione?

"Abbiamo coinvolto tutto l'atteggiamento della squadra. Anche gli altri due reparti, non solo quello difensivo, possono fare la differenza. E' cresciuto il gruppo, la testa, dei giocatori che hanno trovato la soluzione. Hanno ripreso in mano le proprie qualità e si sono messi a disposizione l'uno dell'altro per trovare questa soluzione totale e quindi ne trova beneficio il portiere come la prima punta nel fare gol. Un risultato può essere determinato dalla giocata del campione, ma la differenza la fa il dominio della partita da parte della squadra".

Come sta Miranda?

"L'ho convocato perché può giocare ma va valutato di momento in momento. Il risultato delle prove di oggi è positivo ma dovremo vedere nelle prossime ore".

Che crash test può essere per voi Belotti?

"E' un buon test, ma lo è anche Iago Falque che ha fatto tantissimi gol e conosco molto bene. Ha un piede eccezionale. Ljajic stesso lo conoscete tutti. E' un reparto offensivo di grande qualità. Belotti ha la stoffa del bomber e del campione, ci sarà da lavorare singolarmente e di reparto in maniera corretta. Ma ne abbiamo affrontati altri del livello di Belotti e abbiamo fatto bene, siamo fiduciosi sulla nostra forza".

Ha parlato con Icardi dopo il derby?

"Ad altri calciatori non ho rimarcato quando hanno sbagliato dei gol. Andare a rimarcare i difetti non ti dà meriti, te ne danno di più se vai a evidenziare le cose che uno ha fatto, ma non essendo andato a sottolineare le cose che ha fatto, andare a mettere il dito su quello sarebbe stato brutto da parte mia".

Cosa peserà di più nella lotta Champions per le tre squadre in ballo? C'è qualcosa che la spaventa?

"Per me ce ne sono di più, ma le più vicine sono tre. Ci sono varie insidie e dobbiamo metterci di traverso. Abbiamo sempre cercato di non avere una strada libera davanti. Abbiamo sempre ragionato per avere quella forza che serve per mettere da parte qualsiasi cosa ci si metta di mezzo. Continueremo a fare questo tipo di ragionamento. Abbiamo potenzialità. Abbiamo anche dei diffidati e questa settimana abbiamo avuto un'infrasettimanale, per cui proprio come il Torino abbiamo avuto poche ore per recuperare. Le insidie ci sono per tutti allo stesso modo. E' chiaro che la condizione fisica, la mentalità che fa vedere la squadra proponendo il suo calcio, vengono fuori ma è sempre l'entusiasmo che fa la differenza. L'essere veramente professionale e professionista, volendo raggiungere questo obiettivo senza disperdere niente delle qualità che si hanno. Candreva diceva che vuole mettere i suoi gol da parte per farci arrivare all'obiettivo, ma ci vogliono anche i suoi".

Karamoh può essere un opzione?

"Sta bene e si sta allenando bene. E' vero che avrei potuto impiegarlo qualche minuto in più. Per il finale di campionato è quello che ha le doti muscolari, tecniche e di velocità che salendo la temperatura può dare la soluzione a qualche spunto personale di cui tutte le squadre hanno bisogno per andare al di là del proprio avversario".

Come avete trovato la cura per ripartire?

"Non c'è una cosa evidente. Fai dei piccoli tentativi credendo che sia quello che non peggiora, perché se sei nella via di mezzo mettendoci mano puoi anche peggiorare. E quindi fai dei tentativi, ci metti del tempo perché li fai in maniera precisa finché non trovi la soluzione. Bravi i calciatori a non perdere la bussola e quelli della società a farsi vedere sempre fiduciosi quando incontravano i calciatori".

Icardi ha sempre reagito benissimo alle difficoltà. Pensa che il dubbio in vista delle convocazioni per il Mondiale possa influire?

"La risposta ve la dà lui domani".

Quanto potrà essere decisiva la gara dell'Olimpico contro la Lazio all'ultima giornata?

"A oggi non ci penso. Vista la forza di chi sta davanti il mio pensiero è che ci sia ancora tutto da giocare".

Emiliano D'Aniello

118 commenti:

  1. Cit the WIND in palla oggi come non mai.

    RispondiElimina
  2. Noi cinismo zero......oggi D’Ambrosio ha mostrato veramente tutti i suoi limiti.

    RispondiElimina
  3. Non dobbiamo lamentarci degli arbitri ma di quel che facciamo...
    Finche abbiamo un esterno offensivo che non segna da un anno dove dobbiamo andare?
    D'ambrosio conferma che palla al piede è un giocatore da lega pro...
    Perisic non incide, gagliardini oggi sempre in ritardo, icardi non conquista mezzo fallo...non fa a sportellate.. gli si chiede di buttarla dentro... ma da 3 metri se la fa parare o la liscia...

    Mah...
    Il lavoro sporco che fa belotti in un tempo icardi lo fa in un anno.

    Tenetevi il vostro capitano. Io vorrei iniziare a vincere qualcosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E dillo che il gol viene da una giocata inutile di Cancelo, dillo che che il Torino ha fatto due tiri in porta. Non si aspetta altro che il momento propizio per ricordare le proprie posizioni, facendo l'uno contro tutti. Tifi per te, non per l'Inter. Tieniti Belotti, Petkovic e altri fuoriclasse. Il tuo commento ha solo veleno

      Elimina
    2. Io non tifo di certo per me... tifo per l inter ma se vedo giocatori che non ci fanno vincere, ne voglio di vincenti.

      Elimina
    3. Cancelo è stato per distacco il migliore in campo...

      Elimina
    4. Belotti se venisse a giocare nell'Inter sarebbe espulso una partita si e l'altra pure. Tra sbracciate e simulazioni è un giocatore scorretto come pochi, mi tengo Icardi tutta la vita.

      Elimina
  4. Ok, sappiamo che esiste molto di meglio di D'ambrosio di Borja e di Candreva, però cribbio, il primo tempo abbiamo fatto veramente bene, fanno un tiro su assist nostro, gol. Che cavolo di sfiga abbiamo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è solo sfiga. È anche mancanza di qualità nelle scelte e soluzioni offensive

      Elimina
  5. No ragazzi, questa è sfiga, abbiamo dominato sempre, abbiamo bombardato l'area. Non entra, traversa, palo, portiere. Ma dai, Odino salvaci tu.

    RispondiElimina
  6. Quoto Gabriele.
    Abbiamo fatto errori ma tra oggi ed il derby ci mancano almeno 3 punti.
    Poi c'è chi può ribadire la sua ripetitiva certezza.

    RispondiElimina
  7. Questa sconfitta ha un peso specifico enorme.....analizzatela, date i voti, scornatvi...a fine campionato ne parleremo come del crocevia di questa stagione.
    Le opportunità vanno colte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero Daniele, ma le altre concorrenti hanno perso altrettante occasioni. Qualcuno alla fine dovrà pur qualificarsi e lo farà non per meriti assoluti, ma perché avrà fatto un po' meglio.

      Elimina
  8. Che sfortuna...non per schierarmi con fabio pero un dato certo é che sarebbe piu utile che Icardi distribuisse i suoi gol in modo decisivo in queste partite. Certo la responsabilita é da suddividere con i compagni di attacco ma fare 3-4 gol in una partita e poi mon segnare per altre 3-4 non é il massimo. Forse mi sbaglio ma il 30/40 % dei 105 gol sono superflui o quasi...ed é un peccato che non sia piu decisivo. Poi sicuramente se avesse due esterni di qualita effettiva sarebbe maggiormente decisivo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dai Sergio ora pure tu? Il problema non è Icardi ma i compagni che non segnano manco con le mani!!

      Elimina
    2. D'accordo che perisic e candreva non lo aiutano in termini di qualita quasi sempre da quando giocano assieme. Peró qualcosa manca manca a lui per migliorare in fase di finalizzazione nelle partite come queste, dove gli spazi c'erano

      Elimina
  9. Partita sfortunata che avremmo meritato di vincere, ma per la seconda volta consecutiva i pali e gli errori sottoporta oltre alle belle parate di Sirigu non ci fanno trovare i 3 punti.
    Avevo fqtto un pronostico dopo il derby...spero non si avveri..



    Handanovic 7 incolpevole sul gol per il resto eccellente.
    D'ambrosio 5 finché deve difendere é un giocatore affidabile, quando deve offendere é davvero imbarazzante. Indocativo un suo tiro in curva nel secondo tempo.
    Miranda 6 compito difficile su belotti che lo impegna 90 minuti in un duello molto duro, riesce a limitarlo bene.
    Skrinjar 6 partita sufficiente, non perfetto sul gol bene in impostazione.
    Cancelo 6,5 fa una partita totale difensivamente e offensivamente, sporcata da un inizio del secondo tempo pessimo.
    Gagliardini 5 fa passaggi da massimo 5 metri, dovrebbe coprire ma nei contropiedi granata non c è mai. Offensivamente è nullo.
    Beozovic 6 meno bene del solito ma gioca una miriade di palloni, finisce molto stanco
    Candreva 5 ha moltissime occasioni al limite dell area, non segna mai, non fa un cross davvero pericoloso...lanciato in area si lascia recuperare in modo pessimo... deleterio
    Perisic 4 fa un colpo di testa sulla parte alta della traversa, per il resto sbaglia tutto.
    Icardi 5 (per qualcuno 8) ha l occasione del vantaggio ma non è perfetto e trova un grande sirigu, per il resto non la prende mai in area, non fa salire la squadra e non conquista mezzo fallo...
    Solo in un paio di ripartenze scarica sull esterno... pochissimo
    Borja valero 5 va a ritmi troppo bassi non crea
    Karamoh 6 nulla di che... da un po di brio ma troppo poco e nei cross è molto impreciso. Non è il salvatore della patria spaccapartite come pensa qualcuno..
    Rafinha 6,5 imprescindibile il suo talento e le sue giocate per questa squadra monocorde.
    Ranocchia sv

    Spalletti 6,5 squadra che vince non si cambia... manovra molto piu lenta del solito nel primo tempo che migliora con Rafinha, con questi interpreti pio fare poco di piu

    RispondiElimina
  10. L'altro colpevole fisso è Gagliardini.

    RispondiElimina
  11. Francamente non si possono leggere certe pagelle dopo questa partita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Abbiamo vinto 3 a 0 con il real madrid? Ho visto forse un altra partita

      Elimina
  12. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  13. Se su tanti cross arrivano sempre prima i difensori, se su 16 calci d'angolo 13 li prendono portiere e difensori...Candreva ha fatto una brutta partita.
    Se li fa Cancelo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È colpa di Icardi che non ci arriva :)

      Elimina
    2. Perisic non incide, mentre con Candreva dove vogliamo andare (cit.)... Peccato che Candreva spesso offra prestazioni migliori di quelle del croato.

      Elimina
    3. Il cross se è ben messo, non sul portiere e giocabile per gli attaccanti, per me è un bel cross.
      Poi dipende anche se lo fai dalla trequarti o se sei solo dal limite dell'area.
      Candreva oggi ha solo pensato di tirare in porta... non segnando...e sprecando azioni offensive.
      L unico cross era molto semplice da mettere sul secondo per icardi libero, e lo ha sbagliato.

      Elimina
    4. Guarda il voto di perisic e quello di candreva...ti renderai conto che penso lo stesso...
      Il problema é che candreva non ha margini di miglioramento da queste prestazioni monocorde ed inoffensive, perisic qualche volta la butta dentro...

      Elimina
    5. Mi riferivo al commento del primo tempo, le pagelle ho preferito non guardarle perché non si sa mai...

      Elimina
    6. Ah gia... essendo tu prevenuto...

      Elimina
    7. Ho spesso detto che le pagelle non mi piacciono, eh

      Elimina
  14. Era un occasione enorme in chiave CL : fra Milan e Torino avremmo meritato almeno 3 punti ma fra gol sbagliati, occasioni da rete, pali, parate e sfiga siamo qui a morderci le mani.... Se non segna Icardi non segna nessuno, oggi anche 16 corner. Nessu processo ai singoli, la squadra ha giocato, ora dimentichiamo e pensiamo all' Atalanta, partita veramente difficile ed importante.

    RispondiElimina
  15. Scusate ma Luciano non dice sempre che dominare la partita, il possesso palla contano niente se non la metti e porti a casa il risultato? Perdere una gara stradominata come questa può avere conseguenze importanti a livello mentale!
    Inserire Ranocchia a fare la pertica per sfruttare i cross.....fare da sponda o segnare, per me è un’idea geniale ma anche una dimostrazione di gravi carenze strutturali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La sfortuna può esserci nel palo di rafinha... in parte sulla traversa scheggiata di perisic...
      Ma i gol sbagliati, sono gol sbagliati. Errori di chi non segna. Non è sfortuna

      Elimina
    2. Se candreva tira in porta 100 volte in un campionato e non fa mai gol... il problema è candreva...non la sfortuna

      Elimina
  16. Ciao a tutti
    Mi piace questo sito perché generalmente gli interventi sono misurati...ovviamente la misura risulta ancora più contenuta se la squadra ha vinto..quando perde ogni tanto qualcuno esce un po' dagli schemi..
    Vorrei sottolineare una cosa..nel reparto di attacco.. a parte Icardi c'è Eder...Pinamonti...andate a vedere le formazioni del primo Mancini...mi sono divertito a guardare la formazione dell'Inter contro la Roma potevamo schierare Ibra...Crespo e Cruz...
    Magari due alla volta.. o magari tutti e tre..ora la situazione è imbarazzante
    Icardi..o..Icardi.o..Icardi...bloccato Icardi....
    Speriamo nella CL ..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Penso che piu di qualcuno qua dentro abbia parlato di necessità di avere una punta di riserva o comunque con caratteristiche diverse da maurito...
      Il fatto poi che pinamonti non venga mai utilizzato risulta essere un elemento in rosa superfluo (cosa a me incomprensibile).

      Elimina
  17. La partita di oggi è servita solo a portare all'ateismo una fetta elevatissima di tifosi nerazzurri.

    RispondiElimina
  18. Le mie pagelle:
    Cancelo 9
    D'Ambrosio 1
    Gagliardi 1
    Rafinha 9
    karamoh 9
    Icardi 1
    Candreva 1
    Perisc 1

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La tua intelligenza ed ironia dimostrata in questa risposta: 0

      Elimina
  19. Under 17 Inter Brescia 4-0 (Fonseca 3, Esposito)

    RispondiElimina
  20. Anche oggi Icardi perde alla grande il confronto con il suo dirimpettaio: Belotti 3 gol e dieci tiri; Icardi zero gol e zero tiri
    Stessa cosa mercoledì con Cutrone + Kalinic.
    E in pratica è sempre stato così in tutte le partite del campionato.
    la punta avversaria ha fatto più gol di lui anche quando noi non ne abbiamo presi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Belotti con la sua prestazione ha sostenuto l'intero peso offensivo del torino, propiziando un gol e permettendo al torino di usufruire di punizioni che hanno portato a palle gol.

      Icardi ha fatto 1 tiro in porta nella partita. Niente altro. Nessun dribbling, nessun contrasto di testa, nessun fallo subito....

      Elimina
  21. Noi abbiamo un problema per riscattare Cancelo: per contratto dobbiamo versare i 35 milioni entro il 31 maggio. ma se entro giugno non incassiamo altrettanto dalla vendita di un nostro giocatore, il FFP ci sanziona duramente.
    La soluzione potrebbe essere questa: vendiamo Icardi e prendiamo a pochi euro il generosissimo Petkovic

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dammi 100 milioni, marlos milik martial e dopo 5 anni ti riporto in champions...

      Altro che l'argentino che non ci mette l anima...

      Elimina
  22. Secondo voi è blasfemo pensare che la Spal, dopo non essersi scansata con i ldari, ha avuto due penalty contro inesistenti nelle giornate successive?

    RispondiElimina
  23. Sconfitta immeritata che non ci voleva a questo punto del nostro cammino.

    RispondiElimina
  24. Belotti non ha propiziato nessun gol, belotti ha "litigato" con falque subendo il recuoero di Perisic. Poi è nata una rocambolesca situazione, con errori nostri (per me tutti poco reattivi, compreso Handa, che forse non la parerebbe mai ma manco prova...). Nella Lazio, ad esempio gli inserimenti continui di 4/5 giocatori creano spazi per Immobile, da noi no, ma è colpa di Icardi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Belotti ha condotto il contropiede, propiziando il retropassaggio di perisic..
      Paragonare la "presenza" in partita di icardi e belotti è... imbarazzante.

      Io ho visto l'attaccante italiano con il sangue agli occhi per tutta la partita lottare su ogni palla, fare a sportellate, cadere, fare e subire falli.

      Icardi dopo i due errori madornali di mercoledì nel derby me lo sarei aspettato con una prestazione di uguale presenza e determinazione. Ha fatto la solita partita ad aspettare suggerimenti.
      Preferisco in canpo un attaccante che faccia meno gol ma che sia piu utile alla squadra e che dia l'anima sul campo.
      I senza palle o sono fenomeni o sono inutili.

      Elimina
    2. Le tue preferenze sono tue. Ma nessun addetto ai lavori dice quello che tu sostieni; la tua preferenza resta tua, tu, invece, ne fai una verità.Ma tanto, su questi punti, a discutere si perde tempo.

      Elimina
    3. Non è preferenza. È evidenza. Se confronti le due prestazioni uno è stato molto più presente in partita dell'altro, pur nella squadra che attaccava di meno.

      Elimina
    4. Io ha visto Belotti buttarsi per terra per tutta la partita in modo vergognoso.
      RidicOlo

      Elimina
  25. Dobbiamo ammettere che questa squadra il problema di chi faccia goal c’è l’ha. Per sfortuna o per altre motivazioni che ci sfuggono se non segna Icardi la parynon la sblocchiamo.
    Fabio tira fuori giudizi fantasiosi sui nostri attaccanti (pochi di numero) ma il problema rimane. La mancanza di un cc di peso e di una seconda punta si sta facendo sentire più del dovuto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I miei saranno giudizi fantasiosi... ma la nostra miglior stagione degli ultimi anni fu quella con icardi non sempre titolare con mancini che gli chiedeva di piu...

      E non è fantasia.
      È la realtà

      Elimina
    2. Senza Icardi ci furono stagioni persino migliori.

      Elimina
    3. Passare da Milito ad Icardi è come passare dalla Bellucci a Gegia...
      Per me icardi é paragonabile a julio cruz che era molto piu completo ma meno Bomber.

      Elimina
    4. ...sarà stata la migliore, ma l'obbiettivo fu mancato ...di dieci punti....

      Elimina
  26. Non è che si può sempre dire “è andata come è andata, bravi tutti, un applauso”!
    Questo è un momento della stagione dove le palle le devi mettere dentro senza farti prendere dall’ansia. L’inspiegabile tentativo di pallonetto di Perisic su uscita del portiere, i tiri reiterati di Candreva invece di appoggiare sul giocatore libero, tutti gli altri errori banali sotto porta, non possono essere considerati solo colpi di sfortuna....la sorte avversa!
    Sicuramente non li ha considerati tali Spalletti che sembrava impazzito in area tecnica (ovviamente al di là di quel che poi ha detto nel post-gara), noi abbiamo solo due giocatori che segnano, e sono Icardi e Perisic.....se uno di questi due si prende una pausa (vedi il croato ultimamente) siamo nella merda.
    Ora la rosa è questa e c’è poco da fare, mi devo fidare di Spalletti che conosce bene questo tipo di corsa....sicuramente sapere che colui che appronterà La Rosa per la prossima stagione è lo stesso che lo ha fatto dal 2014 non mi lascia per niente ma proprio per niente tranquillo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido. Dire è solo sfortuna non regge. Sono errori.

      Elimina
    2. ...sono sempre errori.... fortuna/sfortuna è quando capita qualcosa indipendente dalla tua volontà o quella dell'avversario .... poi ci sono partite nelle quali la palla entra da sola e altre nelle quali ti sbeffeggia.... trovalo tu l'aggettivo per questi "eventi" ....poi ci sono gli arbitri come tagliavento ...

      Elimina
    3. Di sicuro se avessimo giocato sempre come oggi avremmo 8/9 punti in più.
      Abbiamo dominato per 80 minuti, pali traverse miracoli salvataggi sulla linea.
      Bel gioco nel primo tempo sopratutto.
      Una cosa mi domando - perché Pinamonti è dietro anche a Ranocchia nelle gerarchie? Non poteva entrare lui al 75? Abbiamo fatto tantissimi Cross e poteva essere utile .

      Elimina
    4. Perché Pinamonti non è ancora “giocatore di calcio”

      Elimina
    5. Allora ci voleva un altro al suo posto -
      Un solo attaccante per una stagione intera è insufficiente - questo è il grave errore fatto in estate ed a gennaio

      Elimina
  27. Oggi abbiamo sprecato una grandissima occasione...non parleremo di sfortuna ma di poca lucidità soprattutto di Candreva ..che non capisco perché le debba giocare tutte...mistero

    RispondiElimina
  28. Ma se la soluzione fosse così semplice perché si ostinerebbero a non farla? Cedi Icardi...
    Dirigenti stupidi, allenatori incapaci che, a tutti i costi, vogliono tenerlo.
    Ah, se comandasse Fabio, vinceremmo tutto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo non lo so. Di certo ad oggi siamo quinti dopo quattro anni senza qualificazioni in champions.
      Difficile far peggio

      Elimina
  29. Si Daniele però non sarei così sicuro che Spalletti sia responsabile dell’icompletezza della nostra rosa attuale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E chi l’ha detto?! Io parlo di Ausilio.

      Elimina
    2. Ausilio ha altre colpe. Ma dargli la responsabilità della rosa attuale non saprei proprio.

      Elimina
  30. Mah al di là della stucchevole "querelle Icardi si,Icardi no ",resta l'immagine di una partita giocata bene per buona parte del primo tempo, mentre nel secondo tempo siamo stati poco lucidi:tanti cross dalla trequarti ,sempre preda dei loro centralitanti angoli ,quasi mai pericolosi ...e questo è uno dei nostri difetti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Che poi icardi non è il problema unico... di certo in queste partite è un peso

      Elimina
  31. Intanto la Lazio.....carpe diem......sigh!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La lazio ha soluzioni offensive che ci sognamo...purtroppo...

      Elimina
    2. ...strano che sia solo un punto avanti ...

      Elimina
    3. Il calcio é anche centrocampo e difesa.
      Ho parlato di molteplici soluzioni offensive

      Immobile caicedo milinkovic luis alberto anderson

      Noi icardi perisic candreva... poi karamoh eder...

      Elimina
    4. ...strano che tu non ti sia accorto che la chiave del nostro gioco d'attacco è Perisic...oggi male, a cominciare dalla prima occasionissima con quel ridicolo lob ... la linea fra fare cinque goal o nessuno, a parità di chance, è sottilissima

      Elimina
    5. Eccome se me ne sono accorto... a perisic ho dato la palma di peggiore in campo oggi

      Elimina
  32. Stasera all' 1 di notte Lautaro con il racing contro il river plate in diretta su mediaset premium

    RispondiElimina
  33. Domenica, Lazio Roma.... per chi si tifa?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sempre x il pari...visto che nonostante il loro gran gioco ed i loro campionissimi sono SOLO un punto davanti (e se con roma arriviamo a pari punti....siamo i davanti...)

      Elimina
    2. Roma ha però calendario piu facile.
      Lazio ha anche competizione europea...

      Io ho espresso un pronostico nefasto dopo il derby...spero non sia cosi..

      Elimina
    3. ....meglio un pari...senza SE e senza MA...però a bergamo NON dobbiamo assolutamente perdere....

      Elimina
  34. Belotti è stato molto più produttivo di Icardi e Cicciolina è vergine

    RispondiElimina
  35. Leggermente più di te, ma sempre poco

    RispondiElimina
  36. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  37. Ma oggi come si fa a non parlare di sfortuna scusate? Gol loro nato da un contrasto con Perisic, se la palla fosse andata sul fondo oppure se fosse semplicemente finita a noi (il 95 % dei casi) staremmo parlando di grande ripiegamento difensivo di Pero , invece no addirittura la palla prende pure il giro giusto. Poi, Sirigu compie almeno due interventi prodigiosi, prendiamo un palo clamoroso, spizziamo una traversa, facciamo 35 minuti di primo tempo e 44 minuti di secondo nella metà campo offensiva, entriamo in area col pallone puliti parecchie volte, andiamo sul fondo con i cross di Cancelo e Perisic parecchie volte. Ma scusatemi se si rigiocasse questa partita 10 volte, 8 la vinciamo noi e 2 la si pareggia. Che poi non capisco questo accanimento del caso sfortunato contro di noi, l'ultima stagione dove ammetto ci è girata in maniera decente, non bene ma decente, è il terzo scudetto con Mancini, quello deciso all'ultima giornata. Perchè? Noi scombussoleremmo pure i piani di Hari Seldon.

    RispondiElimina
  38. Questo non l'ha scritto un tifosotto fanatico, ma un moderato e riflessivo come pap1pap.
    "mentre gli interisti radical chic, che fa figo criticare e basta, devastano il ca..o". pap1pap scrive la parola per intero

    RispondiElimina
  39. Dai, ormai lo sappiamo che la nostra è una risa con qualità,ma anche molti limiti. In particolare che i centrocampisti segnano poco.
    icardi è una gran prima punta. Il suo limite è che non ha le caratteristiche di ronaldo o cavani o aguero. Però è un super giocatore che va sfruttato per le sue enormi qualità.
    Poi, se invece ci si vuole incaponire solo sui suoi limiti, ci si condanna a una stagione di frustrazioni.

    E, personalmente, credo che funzioni così in tutte le relazioni personali. si possono far pesare i limiti di una persona o esaltare le sue peculiarità. Questione di scelte.

    Io preferisco la seconda via.

    RispondiElimina
  40. D'accordo, Carlo. Ma io ci aggiungo una domanda che non riguarda, se non indirettamente le relazioni personali.
    Con gli attuali esterni, centrocampisti, terzini, se invece che Icardi avessimo un centravanti da 15 gol a stagione, dove finiremmo in classifica?.
    Si può cambiare la squadra, ma con questa squadra Maurito è l'unica nostra ancora di salvezza

    RispondiElimina
  41. Comunque anticipo che se mi verrà voglia di scrivere il post (al momento non ce l'ho) parlerò di sfortuna e anche di limiti della squadra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benissimo.....sui limiti della squadra credo che siamo tutti d’accordo.

      Elimina
  42. Mi tolgo l'autoban per 1 minuto. Veramente. Leggere nei commenti post derby che dobbiamo non lamentare l'arbitraggio di un delinquente se no siamo dei perdenti (il solito daniele tanto per cambiare..manca solo l'esaltaziine dei ladri) ed in queste 1000 critiche ad icardi che è l'unico che segna con continuità ed oggi ha dato due assist e non ha segnato per un miracolo del portiere non è da tifosi radical chic. È da veri gobbi inside. Chiedo scusa e mi ribanno. FORZA INTER, SPALLETTI E RAGAZZI

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chi è che critica Icardi? Ma se con Sergio e Fabio sono quello che lo difende sempre......torna in modalità ban va là!

      Elimina
    2. Due assist. Candreva e miranda, Fabio. Torna pure nel tuo mondo perfetto di gobbo fallito, daniele

      Elimina
    3. Miranda era fuorigioco se non sbaglio... candreva era un appoggio sul limite dell'area.
      Parlare di due assist mi semnra esagerato...

      Elimina
  43. da Fcinter1908: Al 22esimo del primo tempo, l’Inter aveva trovato curiosamente la via della rete. Borja Valero subisce fallo poco prima del limite dell’area, la palla resta lì, arriva Brozovic che calcia in porta ma Tagliavento fischia la punizione per l’Inter: la palla entra ma il gioco è fermo.
    L’ex arbitro Luca Marelli, però, certifica come quello dovesse essere un gol convalidato all’Inter, in quanto Brozovic calcia di fatto la punizione. La palla è ferma, non c’è ammonizione e nessuno ha chiesto la distanza. Brozovic calcia e segna, il Var avrebbe dovuto richiamare l’attenzione di Tagliavento per segnalare come Brozovic avesse di fatto calciato la punizione.

    “22′ pt Valero va giù per contatto con Obi, punizione, la palla resta lì, Brozovic arriva e segna. Non c’è motivo per cui l’arbitro debba fischiare e aspettare qualche secondo. E’ uno di quei casi in cui manca esperienza. E’ un episodio nuovo, nessuno si è lamentato, però se scaviamo nel regolamento non troviamo un motivo valido per annullarlo e si tratta di una rete realizzata e tutte le reti realizzate vengono riviste”, sottolinea Marelli a Tutti Convocati.

    A conti fatti, due episodi nel derby e questo di oggi se ben interpretati in termini di direttive sul VAR avrebbero consentito alla squadra di avere molto probabilmente 4 o 5 punti in più, ma continuiamo a dare addosso ai giocatori, fa più chic.

    L'ex arbitro sostiene che manca esperienza nell'applicazione del VAR, io che seguo l'Inter da oltre mezzo secolo, sono ahimè del parere che l'esperienza ce l'hanno eccome, tanto da riuscire condizionare partite (e campionati) senza più destare clamore.

    RispondiElimina
  44. Si può parlare ampiamente di sfortuna per il gol di brozovic su tiro dopo punizione su borja. È un caso molto strano ma a termini di regolamento e con il var si poteva e doveva assegnare il gol.

    RispondiElimina
  45. Potessi fare il ds per un mercato, andrei subito a prendermi i soldi che mi da Mourinho per Perisic (non importa quanti)....il croato è uno dei più forti quando in forma....ma non posso confermare un giocatore che scompare per metà stagione ogni anno...e sicuramente cercherei un titolare al posto di D’Ambrosio e Candreva.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Farei lo stesso. Piu un cc per gagliardini.

      Elimina
  46. Niente, questa squadra vuole sempre andare a riprendere il treno alla stazione successiva, le cose semplici non ci piacciono ...
    Oggi non riesco a dar colpa alla sfiga. Oggi, come sempre da inizio campionato, o segna Icardi (con tutti i suoi limiti) o e' notte fonda. Anche Spalletti, perche' rimettere per l'ennesima volta dall'inizio Candreva, dopo il derby di Mercoledi'? perche' mettere Karamoh solo al 70', quando si stava schiacciando il Toro nella sua Area (piccola ...) ? Peccato, nonostante tutto matematicamente siamo ancora ampiamente in corsa, ma temo che il non essere riusciti ad assestare il KO nel derby e quello subito oggi, siano sintomi di un limite che, anche per quest'anno, non riusciremo a superare. Delusione.

    RispondiElimina
  47. Il mio concetto é che oggi e mercoledi ci puo esser stata sfortuna
    Ma 19 punti nelle ultime 15 partite non sono solo sfortuna. Sono problemi evidenti della rosa.

    RispondiElimina
  48. Negli anni ho notato che in rete e su Twitter ci sono tre principali tipi di reazione ad una nostra sconfitta o risultato deludente.....ci sono quelli arrabbiati che sbraitano e vomitano insulti (ma non credo sia il nostro caso)....poi quelli (sempre arrabbiati) che analizzano e valutano anche duramente situazioni di gioco e interpreti (ecco questo è il caso di alcuni di noi).....infine ci sono quelli (arrabbiati pure loro) che non potendo essere troppo critici con i tesserati, per il loro status di tifosi integerrimi (quasi tutti i restanti)...scaricano rabbia e frustrazione su i primi due gruppi . Ora ognuno è libero di esprimere i propri convincimenti, compresi quelli che “se non la pensi come me sei un gobbo di merda”.... ma delle suddette tre tipologie, l’ultimo per me è sicuramente quello più ipocrita, quello che stimo di meno.


    RispondiElimina
    Risposte
    1. Nessuna frustrazione. Io faccio il tifo e leggere commenti di questo genere da interisti mi rende più triste che veder perdere, per di più immeritatamente, la squadra. Mi chiedo davvero se non siano le frustrazioni altrui a creare un trend negativo. Per molti di questi glu OTTIMI brozovic, icardi e perisic dovrebbero essere altrive. Complimenti alla lungimiranza e competenza. Benedetto sia Spalletri. Ed anche Luciano. E ora basta. Scusate

      Elimina
    2. Tu devi scrivere quello che pensi e lasciare gli altri fare altrettanto.
      Poi se credi che Perisic, Candreva e company debbano essere la base da cui partire per l’Inter del futuro, liberissimo di farlo....di certo io non “mi rattristo”.

      Elimina
  49. Io penso che dopo 5 anni di risultati pessimi non ci debba essere solo il diritto ma anche il dovere di critica.
    Il fatto che non si abbia mai fatto il salto di qualità è anche dovuto all'aver mitizzato e sopravvalutato alcuni giocatori perché in un contesto di mediocrità.
    Poi se a molti tifosi va bene così e l'inter gioca bene a prescindere... forse sono loro i gobbi dentro perché accettano di buon grado la nostra mediocrità.
    Io sono interista, ogni partita che non vinciamo mi incazzo come una belva, perché porto questa squadra nel cuore, e ci sto male per i suoi risultati, per questo voglio che vinca e questo lo si può fare solo con una squadra migliore e con giocatori più forti. Inoltre visto la passione che ci metto io per tifare questi colori, vorrei vedere in chi indossa la maglia lo stesso fuoco e la stessa grinta e voglia di vincere.

    Poi c'è il discorso valutazione dei singoli, per cui alcuni giocatori vengono protetti enormemente da una certa stampa e parte di tifo. Ci sono giocatori che piacciono di piu e che piacciono di meno.
    Io do le mie valutazioni in base a ciò che vedo e cerco di essere il più possibile analitico.

    Se icardi sbaglia due gol assurdi PER ME fa male, chi parla di prova sufficiente sbaglia perché vuol dire che per un attaccante è sufficiente avere occasioni...ma il calcio prevede anche che si concretizzino, soprattutto se è un attaccante che crea poco per gli altri e staziona solamente in area.

    Se candreva in una stagione dopo aver sparato cross ovunque, inizia a tirare in modo insensato e non fa mai gol... per ME gioca male. Perche quei tiri potevano esser utilizzati meglio da uno che in 28 partite ha fatto 0 gol come esterno d attacco o trequartista.

    Se d'ambrosio non ha fondamentali e una tecnica mediocre, io lo dico, sperando possano prendere qualcuno di migliore (da quanto lo abbiamo titolare?) Poiché per me è solo un discreto centrale in una difesa a 3 ma una sciagura quando porta palla (ringraziamolo per il giallo a brozovic)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi ogni partita viene giudicata per quel che è, se icardi prende una volta 4 puo prendere la volta dopo 8... dipende da come gioca. Se parliamo invece di giudizi complessivi è un altro discorso che se volete si puo fare... ma non è una pagella a dare un giudizio definitivo sul calciatore.

      Se ci fossero fondi illimitati io terrei icardi, e gli metterei a fianco due esterni d'attacco eccezionali in dribbling fantasia e con gol nei piedi. Poi prenderei un grande centrocampista di livello e sostituirei d ambrosio.

      Visto il fpf tra vendere icardi e skrinjar, io venderei certamente il primo e con i soldi di mauro rifarei il reparto offensivo

      Elimina
    2. Il terzo discorso è generale sulla squadra, a mio avviso abbiamo nelle ultime partite espresso con un 3421 in fase offensiva, una qualità di gioco nella transizione da difensiva a offensiva sicuramente migliore, e ciò ci ha portato ad avere un maggior numero di occasioni da gol, nonostante dietro stiamo rischiando sempre limitatamente. Probabilmente se rigiochiamo sempre cosi avremo possibilità di vincere piu spesso, ma ad oggi difettiamo di soluzioni vincenti davanti, in cui per scarsa qualità o assenza di movimenti ci troviamo troppo spesso a dover crossare senza avere qualcuno che di testa faccia realmente la differenza (consiglio di riguardare gli ultimi 15 minuti del vituperato kalinic ieri, e la sua continua pericolosita in area sui cross). Il contributo degli esterni offensivi é limitato, ed in fase di gol quasi nullo, e quando mauro non ha percentuali realizzative da cecchino difficilmente andiamo in rete (a maggior ragione quando togliamo l imprevedibilità di rafinha). A mio parere il nostro problema maggiore è li, davanti.

      Elimina
  50. Se ci fossero fondi illimitati io prenderei i 20 migliori giocatori al mondo.
    Il tifo è passione e tutte le posizioni, anche le più irrazionali sono lecite, persino condivisibili dal punto di vista delle aspirazioni del tifoso.
    Poi c'è il calcio vero, quello di chi è responsabile delle scelte, che è un'altra cosa.
    Quando hai una squadra mediocre, a livello di valori assoluti e non hai i soldi per fare la rivoluzione con 20 assi, devi costruite un gruppo che sia un mix di qualità tecniche e di doti agonistiche e su questo gruppo devi inserire nel tempo le pedine che lo possono completare al meglio.
    L'Inter ha giocatori che per lo loro qualità tecniche sarebbero titolari ovunque (Handa Cancelo Skriniar Miranda Icardi Brozo Perisic). ne ha altri molto agonisti, ottimi sul piano della grinta e della corsa e con piedi tutt'altro che disprezzabili (altrimenti non sarebbero nel giro delle nazionali) come Candreva e D'Ambrosio, ci metterei pure Vecino.
    La voglia di avere 20 Pelè porta i commentatori meno lucidi e più irrazionali a denigrare questi giocatori di grande sostanza che nell'arco della stagione danno a una squadra che obiettivamente on è grandissima un contributo fondamentale. faccio un solo esempio: difficile trovare in Lega Pro un giocatore che annulli completamente Suso. Sono le iperboli negative nei confronti dei giocatori presi di mira ad essere assurde, non il loro rendimento.
    Anch'io preferirei Salah a Candreva e sono convinto che anche Icardi farebbe ancora più gol. Ma Candreva è un buonissimo giocatore.
    Che Candreva con cardi e perisci non componga il trio ideale, perché nessuno ha spunto secco dribbling fantasia, è un dato di fatto.Fare il tiro al Candreva, al Perisic, al D'Ambrosio, persino all'Icardi, colpevole di avere fatto solo una venticinquina di gol, non è esercizio di tifo, ma di masochismo. Si finisce per linciare sul campo Brozovic e poi capire che il rendimento della squadra è affidato in parte alle sue giocate.
    Anch'io prenderei giocatori nei ruoli indicati non da Fabio, ma da tutti.
    Solo che capisco che quelli che sono oggi all'Inter non ci sono per caso. Ci sono perché nell'evoluzione storica che ha avuto la società sono il meglio che è stato possibile assicurarsi e conservare. E sono comunque giocatori di valore.
    Non ho citato Rafinha nel mio discorso perché è un caso a parte. per le sue caratteristiche se darà conferme sul piano fisico è il giocatore che può permettere la perfetta fusione degli uomini di cui disponiamo davanti. Ma è da verificare nel tempo, non per le qualità tecniche, ovviamente.
    In definitiva la mia posizione è chiara: no a posizioni liquidatorie e autodenigratorie. No a sfoghi li livore inconsulto tipo D'Ambrosio tecnicamente è un giocatore da lega Pro (tecnicamente è un giocatore da Torino, da Fiorentina, da Samp). Equilibrio nel criticare e nell'incensare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rispetto la tua critica e il tuo equilibrio.
      Ma l'equilibrio e la poca voglia di rischiare su prospetti più di qualità anche se meno di costanza ha appiattito le nostre qualità tecniche.
      La squadra più di giocatorini (jovetic ljaic), e che ha visto meno volte icardi in campo, con un trequartista di totale anarchia ed incostanza come guarin, è la squadra che ha ottenuto i migliori risultati dal dopo triplete (quarto posto e semifinale persa ai rigori di coppa italia).
      Puntare sui giocatori di sostanza nel calcio moderno dove incontri ovunque degli atleti, non paga perché ti porta ad avere monotematicita' nel gioco, e ad avere poche soluzioni diverse. Con i 3 punti per vittoria conviene avere un giocatore che sparisce per due partite e te ne risolve altre due piuttosto che uno costante nel rendimento che ti garantisce dei pareggi e ogni tanto una vittoria.

      Avrei voluto vedere jovetis giocare palla a terra al limite dell area con rafinha e magari ljaic o chi per esso sugli esterni piuttosto che avere una punta ferma tra i due marcatori e un costante utilizzo delle fasce. Il calcio offensivamente non deve essere monotematico ma imprevedibile

      Elimina
  51. Nuovo post: https://fratellidelmondo.blogspot.it/2018/04/maledetta-domenica-torino-inter-1-0.html

    RispondiElimina

Printfriendly