mercoledì 4 ottobre 2017

Giovanili: un inizio interlocutorio

Un inizio interlocutorio per le nostre squadre giovanili con risultati e prestazioni altalenanti. Nella foto (fonte: Atalanta.it) uno scatto della partita della Primavera contro l'Atalanta. Il giocatore della 'Dea' in primo piano dovrebbe essere l'esterno Migliorelli.

L'avvio di stagione per le nostre squadre giovanili ha evidenziato un percorso in qualche caso fatto da risultati altalenanti.

Ad esempio, la Primavera, partita che sembrava un rullo compressore, ha subito nelle ultime tre gare importanti battute d'arresto.

I giocatori a disposizione di mister Vecchi sono molti e parecchi di loro dispongono di un talento non indifferente.

Ma l'allenatore dve trasformare delle promesse in giocatori pronti per l'attività professionistica, anche solo in Lega Pro e per far questo ha bisogno di tempo, di accrescimento dei carichi di lavoro, per vedere chi riesce ad accompagnare al talento la forza e il passo necessari per competere a certi livelli.

E' una selezione che naturalmente lascerà indietro chi non regge a certi ritmi, di preparazione e di gioco.

Partita fortissimo, la squadra di Vecchi sta ora sviluppando questa fase di studio e osservazione, anche se bisogna sottolieare come nelle partite clou stia già emergendo un gruppo di base stabile, che verrà opportunamente integrato nel corso della stagione.

Fatto sta che la sconfitta di Bergamo relega la squadra a un preoccupantesesto posto in coabitazione con Sassuolo e Genoa e un punto solo avanti al 'derelitto' Milan.

Adesso c'è una pausa in campionato, adatta (si spera) a riordinare le idee e rilanciarsi).

Migliore la situazione della Berretti che con il pareggio interno ottenuto contro l'Atalanta scivola al secondo posto in classifica, a un punto dal Pordenone e alla pari con gli orobici.

La squadra dà comunque una sensazione di forza notevole, perché il grosso è costituito dai campioni d'Italia allievi, con qualche rinforzo interessante.

Tra gli U17 la lepre è il Cesena. Noi dobbiamo battere nel recupero il Cittadella, per portarci al secondo posto, a un punto dai romagnoli.

La squadra non ha iniziato benissimo, con una vittoria e una sconfitta nei primi due match disputati, ma poi è sembrata decollare con il netto successo sul Milan, otteuto domenica.

La mia impressione personalissima è che comunque non sia confrontabile con la potenza distruttiva del gruppo che li ha preceduti in categoria, ma va anche detto che pure lo scorso anno l'avvio non è stato certo esaltante, mentre la crescita successiva è risultata inarrestabile.

Gli U16 sono solo terzi, a due punti dal Chievo e a uno dalla Lazio. Un po' poco, considerando che lo scorso anno erano nettamente il gruppo più forte d'Italia  e solo fattori imprevedibili hanno determinato la sconfitta in finale, contro una juve sicuramente inferiore.

Alcuni giocatori sono passati direttamente alla categoria superiore e grandi inserimenti non sembrano esserci stati (lo stesso Wieser, dato come un campioncino, deve crescere).

Ad ogni modo, se non ci saranno troppi travasi ulteriori, il gruppo sarà competitivo e la netta vittoria nel derby sembra di buon auspicio in questo senso.

Un po' a sorpresa (per me che li  avevo seguiti in un torneo Scirea deludente, nonostante la finale raggiunta) gli U15 sono invece la squadra che sino ad ora ha fatto meglio: 4 vittorie in 4 partite, primato alla pari con l'Atalanta, 9 gol fatti e nessuno subito, sono dati che attestano la crescita del gruppo, che forse scontava una preparazione affrettata, visto che ora sembra aumentata la forza e la corsa dei singoli, mentre le qualità tecniche erano già confortanti.

Più si scende di categoria, più le cose migliorano.

Infatti anche gli U14 vittoriosi a Monza per 4-1 occupano la vetta della classifica, sempre in coabitazione con l'onnipresente Atalanta e questa volta anche con Milan e Brescia. I nostri hanno segnato 12 gol e ne hanno subito uno. Ma domenica ci sarà il test verità, proprio contro il Brescia, in trasferta.

Primato in classifica anche per gli U13, sempre in coabitazione con Atalanta e Milan: 9 gol fatti e uno subito, e domenica alle 15.00 big match contro i cugini di campagna.

Entrando più nel merito delle singole prestazioni, c'è da notare che persino SeS ha dovuto riconoscere il buon momento di alcune nostre formazioni. Il titolo in prima pagina, su sei colonne dice infatti: "Inter Galattica, Milan battuto tre volte."

E sotto c'è la foto dei tre nostri allenatori, vestiti da astronauta.

Vediamo comunque più nei dettagli la prestazione delle nostre squadre

Primavera: Atalanta - Inter 2-0

SeS dice che la vittoria orobica è giusta “perché la Dea ha dominato, anche se  il risultato è stato condizionato da un gol irregolare, quello del 2-0, viziato da un evidente fallo di mano di Bolis”.

Il cronista parla quindi di Inter che ha meno garra del solito e soffre soprattutto in mezzo per la grande prova di Melegoni (eh, eh, rileggersi le mie valutazioni di qualche anno fa sul ragazzo).

Quando si passa al 4231, sempre per SeS, le cose per L'Inter migliorano e Rover colpisce la traversa, prima che il gol irregolare chiuda la sfida.

Piuttosto severe le pagelle:

Pissardo 6.5 arrivano palloni da tutte le parti, limita i danni

Valietti 6.5 il salvataggio su Migliorelli lo promuove a migliore dei suoi
Bettella 5.5 vede i sorci verdi
Lombardoni 5.5 errori sparsi qua e là. Stavolta insufficiente
Zappa 6 prima in campionato. Sufficienza di stima

Emmers 6 una sola invenzione, ma almeno prova a metterci i muscoli
(Mutton sv)
Schirò 5 asfaltato da Melegoni (8)
(Rover 6.5 entra animato da buoi propositi e sfiora il gol)
Danso 5 ci si accorge di lui solo quando viene ammonito

Zaniolo 5 passo indietro

Odgaard 5.5 un'idea, isolata, per Zaniolo. Poi si eclissa
Merola 5 prestazione anonima
(Belkheir 6 non riesce a cambiare l'inerzia della partita)

A proposito di questo campionato, da notare l'ottima prestazione dell'ex Butic, in gol con il Torino (7.5 il voto e questo il giudizio: Secondo gol consecutivo. Fa a sportellate contro tutto e contro tutti. Uber Alles).

Sempre nel Toro, panchina per Celeghin.

Nel Carpi Mastromonaco titolare fisso, ma non abbiamo indicazioni sulla sua prestazione

Nella Cremonese Gallina, Damo, Putzolu, Vitali titolari (il centravanti anche in gol). Rientro di Spaviero dal 1' del secondo tempo.

Berretti: Inter - Atalanta 2-2 (Russo 2)

Il titolo di SeS è “Russo chiama, la Dea risponde”.

Nell'articolo si parla di partita divertente, con l'Inter che inizia meglio sfiorando il successo anche prima del gol di Russo.

Nella ripresa gli orobici riescono subito a riequilibrare il risultato, ma L'Inter torna in vantaggio ancora con Russo che sfriutta un perfetto cross di Adorante.

L'ex parmense segnerebbe anche il terzo gol, ma la marcatura viene annullata per fuorigioco.

L'Atalanta preme e ottiene il pareggio su punizione.

L'inter potrebbe ancora segnare, ma prima Demirovic poi Pelle si vedono respinte le conclusioni da grandi interventi del portiere ospite.

Queste le pagelle dei nostri:

Stucchi 6 sicuro sino a quel momento, pecca sulla punizione del 2-2

Lunghi 6 prova a spingere, ma deve contenere Girgi
Van den Eiden 6.5 nel finale leva parecchie castagne dal fuoco
Rizzo 7 pilastro difensivo (Ndr. Dovrebbe sempre giocare contro Milan e Stalanta, così non si distrae...)
Patacchini 6.5 pericolo costante con i suoi cross tagliati

Pompetti 6 qualità eccelse, ma si accende a tratti
Esposito 6 leader carismaticosa essere anche un saggio regista
Ballabio 6.5 mina vagante palla al piede. Assist sul primo gol

Russo 7.5 ci mette la firma con una doppietta. Talento cristallino
Adorante 6.5 poetico l'assist del 2-1 per Russo
D'Amico 6 meno brillante del solito, ma lotta come un leone

Sono entrati anche El Kassah (6), Pelle (6), Demirovic (6).

Sabato prossimo, Inter in trasferta a Bassano.

Nel Renate, che è una specie di... Inter B, grande prova e gol di Gemmi (7), 6.5 per Pennati, 6.5 per Confalonieri, 6.5 per Diaferio. Panchina per Turati e Amabile.

Nell'Albinoleffe De Maria migliore in campo e gol.

Under 17: Milan - Inter 0-2 (Rossi, Esposito)

SeS titola: "L'Inter stende i campioni".

Il giornale parla di una nostra maggior efficacica in zona gol.

Per Zanchetta “la squadra ha messo in campo il carattere indispensabile. Loro più propensi al gioco corale ma ci arriveremo anche noi”.

Formazione (3-4-1-2) e pagelle:

Pozzer 6.5 alcuni errori ma un paio di interventi improtanti

Vaghi 6 appena ha la possibiltà di sganciarsi mostra qualità
Ntube 7 prestazione di spessorefisico e tattico. Poi deve uscire per un colpo subito
Pirola 7.5 gara difensiva semplicemente superlativa

Gianelli 6 contributo tattico, soprattuto nel secondo tempo
Squizzato 6.5 ottimo soprattutto nel recupero di palloni
Duse 6.5 grande lottatore
Colombini 6 fa meglio la fase difensiva

Mitrea 6.5 più brillante nel primo tempo
(Esposito dal 12' st 6.5 la chiude)

Vergani 6.5 dimostra di non vivere solo per il gol, a cui va vicino
Rossi 7 sul gol ci crede e ptorebeb trovare anche il secondo.

Oggi recupero con il Cesena e domenica contrfonto diretto con il Bologna, ora secondo, che domenica ha sconfitto l'Atalanta.

Geme 1 titolare nel Novara che ha vinto 4-1 in trasferta, con l'Entella.

Under 16: Inter - Milan 3-1 (Oristanio, Barazzetta, Cancello)

Titolo di SeS: 'Milan, Cancello chiuso'.

Il giornale apre con la dchiarazione del loro allenatore Monguzzi: 'ottimo primo tempo, mi interessa...la mentalità”.

Intanto sono alla terza sconfitta in quattro partite.

Poi si parla di Inter ordinata che non si scompone dopo lo svantaggio e riesce a ribaltare la situazione.

Dopo due occasionissime sprecate da Sakho (sulla seconda Oddi respinge sulla linea a portiere battuto) a fine primo tempo Wieser entra in area e serve Oristanio che pareggia... A inizio ripresa, Barazzetta a centro area raccogli l'assist di Oristanio e infila. Sul finale Cancello in contopiede brucia tutti e trafigge il loro portiere.

Formazione e pagelle:

Stankovic 6.5 bene nelle uscite alte. Non ha un gran da fare

Diaz 6 fase difensiva ordinate
Sottini 5.5 troppi errorisostituito nell'intervallo
Airoldi 6 meglio di Sottini
Tinazzi 6 una buona chiusura nel primo tempo. Sostituito

Boscolo 6.5 lotta nel mezzo
Simic 5.5 velleitario. Non c'è

Weiser 6.5 partita di quantità

Barazzetta 7 inizio in sordina meglio nella ripresa. Killer
Sakho 5 si mangia due gol da ottima posizione
(Cancello 6.5 entra e aspetta il momento giusto per colpire)
Oristanio 7.5 un gol, un assist e la sensazione che possa sempre far male

Domenica prossima Inter a Cittadella mentre il capoclassifica Chievo affronta l'Atalanta, seconda.

Under 15: Inter - Milan 1-0 (Magazzù)

Titolo di SeS: "Maga Magazzù, sortilegio Inter. Desplanches para due rigori."

Nell'articolo si dice: “ancora Inter. Eppure negli ultimi due anni i derby dei 2003 si erano tinti di rossonero...”

Poi parla di un primo tempo abbastanza equilibrato, ma nel secondo tempo l'Inter corre il doppio dei rossoneri ottiene il vantaggio e si procura un altro rigore, sbagliato. Nel finale il forcing del milan produce due palle gol, fallite.

Formazioni e pagelle (ricordo che del match ho fornito un breve resoconto già domenica sera):

Gerardi 6.5 grande interventosu Tomella, nel primo tempo

Zanotti 5.5 non al masismo
Uccellini 6.5 una grande prova. Argina N'Gbesso e riparte
Cepele 6 bravo sulle palle alte
Peruchetti L. 5.5 pensa solo a difedere

Radaelli 6 non si vede molto
Peruchetti R 6.5 Boni dalle sue parti fa paura ma non questa volta. Recupera molti palloni
Ballabio 6.5 piedino molto caldo

Gnonto 6.5 primo tempo insufficiente. Spostato a sinistra, nel secondo tempo è imprendibile
(Iervolino sv)
Magazzù 7 sbaglia un rigore, ma è sempre un pericolo costante. Ricorda molto Merola (Ndr. Secondo me è completamente diverso)
Politi 5.5 non il miglior Politi della stagione. Lotta ma non incide
(Peschetola 5.5 entra molto bene, ma pesa il rigore sbagliato).

Anche qui, domenica prossima Cittadella - Inter e Chievo - Atalanta.

Under 14: Monza - Inter 1-4 (Savane, Cugola, Marise 2)

Formazione:

Malivindi (Formosa)

Marocco (Pandini)
Gatti (Castoldi)
Cugola (Lanfranco)
Valtorta (Perin)

Savane (Bonavita)
Trubia (Maffi)
Uberti (Ndoci)
Pelamatti (Menegatti)

Marise
Saracino

Da notare che sono stati cambiati tutti i giocatori disponibili  e tutti dal primo minuto del secondo tempo

Domenica L'Inter sarà a Brescia (scontro al vertice, come detto, mentre Milan e Atalanta, le altre due squadre a punteggio pieno, si affronteranno a Bergamo),

Under 13: Inter - Mantova 6-1 (Di Maggio 3, Grieco, Fossati, Owosu)

Di questa partita non disponiamo neppure delle formazioni.

Interessante comunque notare la tripletta del mio “pupillo” Di Maggio, che pure è un centrocampista di qualità, non certo una punta.

Domenica prossima derby (in casa, ma non so dove giochino).

Luciano Da Vite

42 commenti:

  1. Recupero e riporto in calce il commento di Luciano di domenica sugli U15.

    U15: Inter Milan 1-0

    Derby abbastanza teso e combattuto, con l'Inter che ha comunque meritato nettamente la vittoria, dimostrando di aver superato i problemi che negli ultimi tempi i 2003 avevano incontrato contro un Milan che sfruttava la superiotà atletica (ora in calo) di 2-3 giocatori di colore rossoneri.

    Inter molto migliorata rispetto allo Scirea, proprio sul piano atletico: si vede il lavoro dei preparatori e del mister.
    Ma per raggiungere l'Atalanta probabilmente c'è molto cammino da fare.

    Teniamo presente che nell'undici iniziale c'erano 3 solo giocatori presenti anche nella scorsa stagione (Uccellini, Ballabio e Willy).

    Tra l'altro il Milan è stato teuto in partita proprio da un giocatore di scuola Inter, lo straordinario portiere Desplanches, che ha parato due rigori e risolto molte altre situazioni complicate.

    Oggi l'Inter è una squadra solida, difficle da battere per chiunque anche se forse mancano i top top.

    Formazione:

    Gerardi
    Zanotti Uccellini Cepele Peruchetti L
    Radaelli Peruchetti R Ballabio
    Gnonto Magazzù Politi

    Valutazioni sintetiche individuali:

    Gerardi: sicurissimo in ogni situazione

    Zanotti: piccolo ma tosto e con personalità
    Uccellini: baluardo insuperabile
    Cepele: sicuramente una delle novità più interessanti, anche in prospettiva
    Peruchetti L: lotta con determinazione, occupa la fascia e spinge

    Radaelli: l'ex Renate ha gamba e spinge con qualità. Poi magari fatica un po' a rientrare
    Peruchetti R: la sorpresa della partita. Ha giocato al posto di Pippo, un leader, e lo ha sostituito con buoni risultati
    Ballabio: ottima partita: la solita qualità e tanto lavoro

    Gnonto: anche da solo mette sempre in difficoltà la difesa rossonera, con i suoi colossi.
    Magazzù: forza e garra dirompenti. Si fa parare il rigore e poi diventa 'veneziano' per rimediare. Se impara a giocare con i compagni a questi livelli è un crack. Strappa il pallone a un rossonero e va in porta decidendo il match
    Politi: esile, con un ottimo possesso palla e un buon dribbling, mi è sembrato una piccola (piccola eh...) copia si Spillo. Cala alla distanza

    Peschetola: entrato a metà secondo tempo, ha gamba e iniziative. Interessante

    RispondiElimina
  2. Inter-Cittadella 2-2. Si prevede un'altra stagione altalenante per i 2001. Una domanda: come è possibile che la partita al 2' del secondo tempo sia ripartita da zero?

    In Under 19 doppietta di Zaniolo e goal di Pinamonti

    RispondiElimina
  3. la partita (sospesa) al 2'...

    RispondiElimina
  4. U17: Inter Cittadella 2-2
    Pessima prova dei nostri che non riescono a ottenere i tre punti contro u cittadella tosto, volonteroso ma tecnicamente solo discreto.
    Formazione iniziale con molto turn over: lasciati a riposo alcuni dei giocatori che più avevano contribuito alla vittoria sul Milan.
    Cittadella subito in vantaggio al 1' , Inter cha fatica molto con un gioco involuto, poca precisione nei passaggi e difficoltà a sfondare sulle fasce, anche, a mio parere, per la scelta poco efficace di un modulo difensivo a tre .
    Dopo neppure una mezz'ora Zanchetta è costretto a fare tre cambi Fuori Del grosso Mitrea e Burgio, dentro Squizzato Rossi e Colombini.
    Soprattutto rossi e colombini cambiano la partita e dono una decina di minuti del secondo tempo proprio Rossi ottiene il pareggio. L'Inter preme, ma su contropiede i veneti ottengono una dubbia punizione, con palla che si infila nell'angolo opposto a quello di Bagheria.
    Un minto dopo lo splendido Colombini ottiene il pareggio tagliando in area per deviare di testa un pallone proveniente da destra.
    Attacchi forsennati ma disordinati nel finale con ingresso anche di Vaghi Cester Mariani Esposito. Qualche occasione poco nitida e il risultato non cambia più.
    Si salvano oltre a Bagheria, quasi sempre inoperoso, Ntube e Pirola in difesa, Squizzo e Cester a centro campo, mentre un elogio incondizionato va a Rossi e Colombini. Ben controllato dai due centrali Vergani, deludenti Mitrea e Fonseca.

    Formazione iniziale
    Bagheria
    Pojani Ntube Pirola
    Gianelli Del Grosso Duse Burgio
    Mitrea
    Vergani Fonseca

    RispondiElimina
  5. Beh... Su verdi al posto di Candreva...forse ci avevo beccato!! :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti riferisci alle possibili scelte di Ventura? Come ce lo vedi questo passaggio a questo 3-4-3 in ogni caso? A me sembra sempre che ce ne siano un po' pochi in mezzo se confermato che gli esterni saranno Zappacosta-Spinazzola. Poi dipenderà anche dal gioco che farà Verdi. Spero giochi Gaglia in mezzo. Ho letto che potrebbe avere possibilità.

      Elimina
    2. Io penso Verdi sia un giocatore che se ha voglia (e se avesse la testa da professionista..) sarebbe tra i migliori in italia. Penso anche che per caratteristiche tecniche Verdi sia adatto a giocare in un tridente d'attacco, mentre candreva sia una classica ala da 442 o 424.

      Elimina
    3. Non è più giovanissimo. Ma sicuramente a noi per caratteristiche servirebbe più lui che Candreva. Che non è mai stato un attaccante esterno... forse Antonio oggi ancora meglio come esterno in un 352.

      Elimina
    4. Che dire Verdi è un bel giocatore, a me sembra uno dai grandi colpi a cui manca forse un po' di strappo, oltre che la testa perché scompare spesso dalla partita. L'anno scorso prima di rompersi fece qualche match da falso nueve, veramente impressionante per la qualità della protezione e anche delle giocate di prima in profondità o a tagliare il campo. Tottiane diciamo. Come terzo di destra in attacco per me gli manca un po' di spunto, però come primo cambio davanti quando si chiudono e devi tirare qualche sassata da fuori, ben venga.

      Elimina
  6. Sarà un caso U19 4-1 (2 gol Zaniolo 1 gol Pinamonti).
    U18 3-1( 1 Gol Felice D'Amico 1 gol Nocolò Corrado) .
    Anche con le nazionali "Marchio INTER AMALA SEMPRE".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono curioso su D'Amico, che conosco poco. Luciano pensi che anche quest'anno ci sarà l'occasione per qualche puntata su i top player della settimana? O comunque una rubrica di questo tipo.

      Elimina
  7. Altra domanda: Ebegbeluhmen gioca sempre con i nostri colori? È ancora tra i pulcini?

    Stessa domanda per Poropat.

    Sempre se mi sai dare informazioni nel merito.

    RispondiElimina
  8. Ebegbeluhmen - Poropat e DI Maggio (pupillo di Luciano) sono diventati esordienti U12 (2006) . Parlavamo proprio ieri alla partita dell'U17 di riuscire a sapere quando inizia il loro campionato e sopratutto dove giocano .IO non li ho ancora vista giocare

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di Maggio (da report) ha giocato con gli U13 però domenica. Sotto età quindi. E ha fatto anche tre goal, niente male.

      Elimina
    2. Grazie mille Giancarlo, sempre informatissimo.

      Elimina
    3. Di Maggio sono 2 . Il centrocampista da report è 2005 (è lui il pupillo di Luciano) . Quello U13 2006 è un attaccante (vedi sito Inter sezione SEttore giovanile -
      rose - risultati classifiche .

      Elimina
    4. Eheh grazie mille. come detto poc'anzi, sempre informatissimo!

      Elimina
    5. Magari dovremmo aggiornare il blog con una pagina riprendendo tutte le rose dal sito ufficiale delle varie squadre.

      Elimina
    6. Pagina in costruzione: https://fratellidelmondo.blogspot.it/p/tutte-le-rose.html

      Continuo quando avrò un po' di tempo a disposizione.

      Elimina
  9. Allora: il Di Maggio mio pupillo, diciamo così è un 2005, lo scorso anno esordiente, quest'anno giovanissimo regionale b. Domenica ha segnato 3 gol ma è un centrocampista
    Poropat è un 2006. lo scorso anno pulcino a quest'anno dovrebbe essere esordiente
    Ebegbeluhmen è anche lui un 2006 lo scorso anno giocava nei pulcini a squadra B

    RispondiElimina
  10. Oggi tutto il settore giovanile sarà a San Siro per le foto di tutte le squadre e giocatori.
    A breve sul sito Inter ufficiale, le foto individuali delle rose 2017/18.

    RispondiElimina
  11. Ecco le partite delle nostre giovanili che si giocheranno a Milano e dintorni tra sabato e domenica.

    Sabato ore 15.00 Interello U13 Esordienti Inter Pro Sesto
    ore 16.30 Accademia U12 A1 pulcini Inter Vittuone
    ore 17.45 Accademia U12 A2 pulcini Inter Club Milano

    Domenica ore 15.00 Interello U17 Inter Bologna
    ore 15.00 Enotria U13 giov reg b Inter Milan

    Inoltre riporto la notizia di un prossimo impegno internazionale degli U16

    Dall'11 al 15 ottobre, in Croazia per l'Under 16 torneo internazionale con (tra le altre) Manchester City, Chelsea, Dinamo Zagabria, Bayern, Benfica...

    RispondiElimina
  12. Che spettacolo ora so dove gioca il mio pupillo .Sabato ore 15 a
    Interello. Poi se tutto va bene Domenica ore 15 all' Enotria per visionare il pupillo di Luciano è speriamo 5 su 5 derby (ma hanno già detto che loro insegnano a giocare bene e non interessa il risultato ). Grazie mille Luciano-

    RispondiElimina
  13. Ciao a tutti,
    stavo guardando l'UNDER 21 Italiana in campo ieri. Tra titolari e panchinari, nemmeno un interista o qualcuno in orbita INTER. Tutto questo mi lascia spiazzato. C'è qualcosa che non va nel settore giovanile Inter considerato il migliore in assoluto?
    roma juventus e milan invece sono ben rappresentate.
    Dove stiamo sbagliando?

    Non riusciamo a formare giocatori che possono giocare titolari o entrare nelle rotazioni in serie A (non dico nell'Inter)
    Se non sbaglio: Crisetig Benassi Bonazzoli sono gli unici degni di nota, poi il nulla.

    Samaden spero si renda conto della situazione e ponga qualche rimedio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bisogna premettere che le nazionali NON SONO le squadre formate dai migliori giocatori italiani.
      Le nazionali sono le squadre dei giocatori SELEZIONATI dai vari Ct.
      C è MOLTA differenza

      Elimina
    2. Abbiamo fatto un post interessante l'anno scorso su questa cosa. Ora lo cerco.

      Elimina
    3. https://fratellidelmondo.blogspot.it/2017/04/una-rilevazione-statistica-sulle-nostre.html?m=1

      Elimina
    4. Sono dati dello scorso marzo-aprile. Al limite andrebbero aggiornati ma il risultato sarebbe lo stesso o secondo me ancora con una maggiore evidenza di nostri ragazzi nelle varie selezioni giovanili.

      Elimina
    5. Fermo restando la ovvia considerazione di Fabio...

      Elimina
  14. tu da quando segui il calcio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Premetto che non ho ben capito a cosa ti serve sapere questo dato e se effettivamente ti rivolgi a me.

      Comunque ti rispondo: lo seguo in modo approssimativo dal 1987 (all'età di 5 anni)
      poi in modo più dettagliato,approfondito e consapevole dal 1992-93 ovvero la prima stagione di Bagnoli all'INTER.

      E tu? :)

      Elimina
  15. Del Piero: "Nel 2006 Juve in B senza sapere perché" Se solo fosse andato a scuola e avesse imparato a leggere... Decine di sentenze, della giustizia sportiva e di quella ordinaria

    RispondiElimina
  16. In risposta a Luca M.
    http://www.gazzetta.it/Calcio/Serie-A/Inter/06-10-2017/inter-primavera-funziona-quattro-baby-interisti-segno-nazionale-2201118695627.shtml

    Quello che spesso ci si dimentica del vivaio Inter e che in realtà molti giocatori, dopo qualche anno di apprendistato in b o in c, adesso giocano in serie A con risulti buoni, o comunque non disprezzabili.
    Non ci sono solo Benassi, Duncan e Bonazzoli, ma, per citarne giusto i primi che mi vengono in mente:
    Belec, Bessa, Gyamfi, Gravillon, Crisetig, Meggiorini, Biraghi, Garritano, Cordaz e credo diversi altri.
    Non capisco questo allarmismo diffuso: compito del vivaio è lanciare più professionisti possibili, i campioni possono essere affinati nelle giovanili ma non di certo creati a tavolino.
    Sulle convocazioni in nazionale si potrebbe aprire un capitolo a parte: date un'occhiata alle varie Under e ditemi quanti giocatori di Juve e Milan meritino effettivamente di stare dove stanno.

    RispondiElimina
  17. Vincere è l'unica cosa che conta. E la Juve vinceva, Perchè avrebbero dovuto finire in B?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tipo perché patteggiano ammettendo la colpa e accettando la serie inferiore per evitare la c o peggio?

      Elimina
    2. Era chiaramente ironica la domanda sulla B della Juventus.

      Elimina
  18. Casualmente un sito aggregatore oggi pubblicava questo: http://www.fcinter1908.it/copertina/i-club-che-hanno-dato-piu-giocatori-alla-nazionale-inter-seconda-e-giacinto-facchetti/amp/

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E ho un post su tutti i nostri ragazzi che partecipano alla serie a 17/18 da sistemare. Nei prossimi giorni lo pubblico.

      Elimina
  19. Come promesso online un post evidentemente d'attualità considerando alcuni degli ultimi commenti sul blog: https://fratellidelmondo.blogspot.it/2017/10/un-campionato-tinte-nerazzurre-i-nostri.html

    RispondiElimina

Printfriendly