martedì 10 ottobre 2017

I campionati giovanili (07-08.10.2017)

Nella foto: Mister Gianmario Corti. L'allenatore della squadra 'Berretti' che nell'ultimo turno ha ottenuto una importante vittoria in casa della Virtus Bassano con il risultato di due reti a uno.

Turno di campionato molto positivo per i nostri canterani, che hanno ottenuto tutte vittorie fino ai giovanissimi regionali.

E solo un pareggio dei Regionali B nel derby.

O forse si è trattato di un segnale inquietante, di proseguimento di una politica  che si ostina a vincere anziché cercare di perdere perché così si formano campioni veri.

Scherzi a parte, la giornata per quello che è possibile saperne, oltre a buoni risultati ha dato risposte convincenti anche per quanto concerne la maturazione di alcuni degli elementi più in vista.

Della Primavera, impegnata sabato a Crema sappiamo solo il risultato e i marcatori, perché trattandosi di una partita amichevole è difficile reperire informazioni credibili sulle prestazioni di squadra e individuali

In ogni caso una premessa importante e indiscutibile si è registrata a ridosso della nostra amichevole, con le prestazioni delle selezioni azzurre, nelle quali siamo ben rappresentati e dove hanno brillato, anche con i gol, Corrado e Merola, Pinamonti e Zaniolo,  ma anche Bettella, Gavioli e Schirò.

Veniamo adesso sia pure sinteticamente, alle singole partite.

Campionato Berretti: Virtus Bassano - Inter 1-2 (Esposito 2)

Vittoria importante per i ragazzi di Corti, dopo il pareggio della domenica precedente contro l'Atalanta.

Trasferta non facile (la V. Bassano era nei quartieri alti della classifica), che ci permette di continuare a mantenere il primato, sempre a pari punti con gli orobici.

Da notare che al momento Esposito è capocannoniere con 3 reti, seguito da diversi marcatori con 2 gol, tra i quali il nostro Russo.

Non disponiamo dei voti attribuiti ai giocatori, perché il solito giornale sembra aver cambiato la politica, un po' ridicola, di attribuire voti senza aver visto la partita.

Se questo atteggiamento verrà confermato non avremo più informazioni di questo tipo, per quanto spurie, sulle partite disputate lontano da Milano. E anche su molte che si disputeranno nel milanese.

Riporto quindi la sola formazione:

Stucchi

Lunghi, Airaghi, Mandracchia, Burgio

Esposito, El Kassah (Soares)

Patacchini, Pelle (Carlino), Ballabio

Eboko (Gallazzi)

A disposizione: Milani, Coltro, Pojani.

Dopo la pausa di domenica prossima, il programma prevede Inter - Padova.

Campionato Under 17: Inter - Bologna 5-1 (Vergani 3, Mitrea, Esposito)

Incredibilmente SeS non ha fatto seguire la partita (il Bologna era in pratica ai vertici, precedendo la stessa Inter di 2 punti), preferendo fare dei report su Novara - Pro Vercelli  e Atalanta - Chievo.

Quindi anche qui, niente voti.

Posso dire che per quanto riportatomi da persone fidate che hanno assistito al match di Interello, i nostri hanno giocato una buonissima partita, con piglio e qualità ben diversi da quelli evidenziati nel precedente match, in questo probabilmente aiutati dall'atteggiamento del Bologna, che ha affrontato i nostri a viso aperto, per giocarsela, un po' presuntuosamente.

Chiaro che in questo modo la classe superiore di molti dei nostri ha avuto buon gioco.

Notazioni di merito, sempre a quanto mi è stato riferito, oltre che per Vergani, anche per Colombini, Pirola, Squizzato Gianelli.

Bellissimo il gol su punizione di Mitrea.

Con le reti di domenica Vergani conduce la classifica cannonieri (4 reti, come Manara del Cesena e Cannas del Cagliari).

In classifica l'Inter è quarta, con 12 punti, a due punti da Verona e Atalanta e a 3 dal Cesena.

Domenica prossima difficile trasferta in casa del Chievo, appena sconfitto a fatica dall'Atalanta

La formazione dei nostri:

Pozzer

Vaghi (Baruffi), Ntube, Pirola, Colombini

Squizzato (Del Grosso),  Duse (Carlino)

Gianelli (Cester),  Mitrea, Fonseca (Esposito)

Vergani

Ovvio che nei fatti Cester sarà andato in mediana a sostituire Duse, mentre Carlino sulla fascia destra avrà rilevato Gianelli.

A disposizione: Bagheria, Pojani, Burgio, Rossi.

Da notare che ben 4 dei giocatori schierati sono 2002: Pirola, Squizzato, Cester ed Esposito.

Campionato Under 16: Cittadella - Inter 0-5 (Simic, Oristanio, Sakho 2, Barazzetta)

Anche in questo caso niente notizie sullo svolgimento del match e tanto meno pagelle individuali.

La trasferta non era particolarmente difficile, visto che il Cittadella veleggia nelle parti medio basse della classifica, ma il risultato sembra indicare una crescita sicura del gruppo, attestata anche dalla posizione in classifica: siamo secondi, a un punto dalla Lazio e con 8 punti di vantaggio sul Milan, che però resta felice di perdere (domenica 0-1 in casa contro il Bologna) “facendo il suo gioco e con personalità”.

Dopo la trasferta per l’importante torneo in Croazia (11-15 ottobre: che strano, siamo invitati noi a misurarci con le migliori europee e non alcune delle squadre rivali, autentiche formatrici di campioni), affronteremo in casa la Spal.

Sul torneo in Croazia dovrei avere e quindi pubblicare informazioni quasi in tempo reale.

Ecco la formazione schierata contro il Cittadella:

Stankovic (Anane)

Diaz (Guedegbe), Sottini, Feltrin, Dimarco (Tinazzi)

Boscolo (Sangalli), Wieser (Mangiarotti), Simic

Verzeni (Barazzetta), Sakho, Oristanio (Mirarchi)

A disposizione: Airoldi, Bonfanti.

Campionato Under 15: Cittadella - Inter 0-3 (Magazzù, Ballabio, Politi)

Anche dopo questa gara restiamo primi in vetta, a punteggio pieno e alla pari con l’Atalanta, mentre la terza (Cesena) è staccata di 5 punti e il Milan di 6.

Da notare che i rossoneri hanno battuto il Bologna nettamente, ma il migliore in campo è stato il nostro ex Deplanches, che dopo i due nel derby ha parato un altro rigore.

Significativo anche il fatto che, a differenza di quanto accadeva a volte in passato, si stia attuando tra i nostri un turn over importante, alternando diversi giocatori sin da inizio gara.

Così Politi, senza giocare sempre, è vice capocannoniere, con 4 reti alla pari del colosso di colore del Milan N’Gbesso.

Nel prossimo turno, confronto casalingo con la Spal, che ha gli stessi punti del Milan

Questi i giocatori scesi in campo a Cittadella:

Priori

Zanotti (Zalli), Uccellini, Cepele, Peruchetti L

Iervolino (Chierichetti), De Milato (Radaelli), Ballabio (La Torre)

Peschetola (Pucci), Magazzù (Paccagnan), Sabia (Politi)

A disposizione: Gerardi e Pozzi.

Campionato Giovanissimi regionali (U14): Brescia - Inter 1-2 (Naimzada, Pelamatti)

Prima delle partite di domenica la classifica vedeva 4 squadre appaiate in vetta (Inter, Atalanta, Brescia e Milan) che si dovevano incontrare tra loro.

La nostra vittoria in trasferta e il pari tra Atalanta e Milan ci consentono di guidare la classifica in solitudine.

Nel prossimo turno, affronteremo in casa il Feralpi.

Questi i giocatori schierati contro le Rondinelle:

Rovida (Malivindi)

Marocco, Cugola (Castoldi), Trubia, Perin (Valtorta)

Maffi (Baioni), Bonavita (Gatti), Uberti (Digiuliomaria), Pelamatti

Naimzada (Ndoci), Saracino (Marise)

Campionato Giovanissimi regionali B (2005): Inter - Milan 1-1 (Corsini?)

Inizio col ripresentare il post che avevo prodotto subito dopo la partita.

Partita ben giocata dai nostri, penalizzati dal risultato.

Nel primo tempo siamo in campo solo noi, con Pio Esposito che coglie una splendida traversa, Anicet Grieco che si invola e giunto davanti al portiere incrocia bene ma la palla sfila di un cm sul fondo e con un'altra occasionissima di Pio con palla deviata prodigiosamente all'ultimo istante dal  loro portiere.

Nessun tiro in porta per i milanisti.

Dopo i cambi, secondo tempo molto più equilibrato. noi ci esponiamo parecchio e loro provano qualche contropiede pericoloso.

La svolta della partita in pochi minuti.

Prima l'arbitro inventa un calcio di rigore per loro per un fallo assolutamente inesistente, poco dopo sulla nostra reazione non sanziona un fallo di mano in area rossonera dopo un cross da destra...

Riusciamo comunque a riacciuffare il risultato con un bel colpo di testa di Pezzella su traversone di Di Maggio.

Comunque in questa frazione la partita è stata molto combattuta.

Nel terzo tempo proviamo a vincerla, ma il nostro forcing insistito non ha successo.

Che dire, aldilà degli episodi, pur determinanti, io ricordo alcuni derby dei pulcini in cui li abbiamo massacrati e anche il derby dello scorso anno quando eravamo esordienti, nettamente a nostro favore.

Si deve ammettere che loro hanno ridotto le distanze (che esistono ancora). ma forse quando una squadra è forte e l'altra meno un riavvicinamento è nelle cose.

La nostra formazione:

Greco

Fossati, Stante, Pezzella, Corsini

Figini, Itraloni, Di Maggio

Grieco, Esposito, Owusu

Sono entrati anche: Raimondi, Mariani, Stankovic, Cerlesi e Di Palma.

Qualche valutazione individuale:

Greco: sempre sicuro anche se pochissimo impegnato.

Fossati: è un centrale, ma a destra tiene bene la posizione.
Stante: lottatore indomabile.
Pezzella: a mio parere il migliore in campo. Ha più gamba di tutti ed è praticamente insuperabile. Gioca leggermente avanti all'ultima linea difensiva e questo preoccupa perché dovrebbe essere (per me) l'ultimo baluardo. Ma forse sono disposizioni del mister
Corsini: l'ex bresciano, nuovo arrivo deve migliorare in appoggio ma ha gamba e garra.

Figini: ritmo e vivacità.
Itraloni: è sempre il più piccolo dei 22 in campo, ma anche uno dei più qualitativi e determinati anche per mobilità e grinta.
Di Maggio, la qualità non si discute, ma l'impressione è che paghi un po' il differente sviluppo atletico di alcuni avversari.

Grieco: spina nel fianco della difesa milanista. Peccato che non concretizzi quanto lascia intendere di poter fare.
Esposito: il terzo della dinastia conferma le sue qualità anche se potrebbe forse essere cercato più spesso.
Owusu: l'anno scorso decise il derby con due serpentine irresistibili. Quest'anno è stramarcato e dopo 3-4 dribbling viene sempre fermato.

In questo caso (unico nella giornata) disponiamo anche di una mini cronaca e delle valutazioni di SeS, interessanti per un confronto.

Si parte con una dichiarazione del loro mister: “gap accorciato”.

Esattamente quanto avevo sostenuto in precedenza. Accorciato, ma non eliminato.

Poi Migliavacca, il nostro mister: “Contento dei ragazzi, ma serve pazienza per segnare.”

Invece sul report del giornale, le differenze (rispetto alla mia lettura) sono nette.

Sul marcatore del nostro gol, può avere ragione SeS.

Io e il Gianca, dal punto di osservazione in cui eravamo (si tratta di un campetto con una prospettiva di visuale infame) abbiamo visto Pezzella staccare più alto di tutti e colpire, ma per l’effetto schiacciamento non posso escludere che in realtà davanti a lui sia saltato Corsini e che abbia deviato lui il pallone in rete.

Comunque fin qui, poco male.

Un po’ peggio quando il giornalaccio scrive che Cappiello si presenta a tu per tu col portiere e viene agganciato da un difensore.

In questo caso eravamo a non più di 5 metri dal fatto, e il contatto non c’è stato assolutamente, il milanista è franato al suolo dopo la lunga corsa, mentre il nostro difensore lo stava indirizzando verso l’esterno.

Nessun cenno, naturalmente, neppure al netto intervento di mano in area milanista, magari per sostenere che fosse involontario (come possibile).

Ma dove le cose divergono in maniera significativa è sul gioco.

Scrive testualmente il giornale:

“Sia Inter che Milan non hanno mollato di un centimetro… nonostante due modi molto diversi di giocare.

I ragazzi di Migliavacca hanno provato a fare la partita facendo leva sulla loro superiorità fisica, soprattutto in mezzo al campo; il Milan al contrario si è affidato alle ripartenze puntando, soprattutto nel secondo tempo, sulla velocità dei propri attaccanti”.

Capisco che sia difficile ammettere che l’Inter ha fatto gioco e il Milan si è difeso con veloci contropiede, ma attribuire la superiorità di manovra dell’Inter “alla superiorità fisica dei centrocampisti” è semplicemente esilarante, per chi abbia visto anche solo una volta Figini, Di Maggio e soprattutto Itraloni.

Certo, ammettere che l’Inter ha giocato meglio perché ha giocatori esili ma più tecnici è arduo, per un tifoso opposto o per chi si affida alle leggende metropolitane…

Ecco comunque le pagelle individuali del giornale.

Greco 6 giornata tranquilla.

Fossati 6 pensa più a difendere che ad attaccare (Ndr. Normale no per un difensore centrale).
Stante 7 leader difensivo, sempre puntuale negli interventi.
Pezzella 6.5  con Stante forma un’ottima coppia (Ndr. Effettivamente Stante è più leader, Pezzella ha più gamba di tutti e riesce sempre a recuperare).
Corsini 7 supporta la manovra e vola in cielo a siglare il pari.

Figini 6 ordinato in mezzo, non tira mai indietro la gamba.
Itraloni 6.5 è un battagliero (Ndr. Solo?).
Di Maggio 6.5 si muove tra le linee e gioca bene in verticale

Grieco 6 vicino al gol all’inizio.
Esposito 7 due volte vicino al colpo grosso. Prima lo ferma la traversa, poi un grande intervento del portiere.
Owusu 6.5 mette in difficoltà la difesa avversaria, ma porta troppo palla.

Poi voti per i subentrati: Raimondi 6.5, Mariani 6, Stankovic 6, Cerlesi 6, Di Palma 6.

Più alternanti i risultati delle squadre minori, che come sappiamo giocano sotto età.

Abbiamo già detto dello 0-0 ottenuto dalla seconda squadra dei  2005 dell’Inter contro i 2004 della Pro Sesto.

In questo campionato, l’Inter è fuori classifica. Probabilmente la partecipazione risponde solo all’esigenza di far giocare tutti i ragazzi, visto che la rosa è di 34.

Gli esordienti 2006 hanno perso 2-0 a Cinisello, mentre l’altra squadra esordienti ha vinto in trasferta 11-0 contro il Romano Banco. I marcatori sono stati Ebegbelumhen 4, Zini 3, Mochetti, Natoli, Garavello e Camelli.

Una squadra di Pulcini A (2007) ha pareggiato (1-1) contro il Club Milano. Marcatore: Caporale

Altra squadra di Pulcini A ha vinto 11-2 contro l’Accademia Vittuone. Marcatori: Pandullo 2, Mancuso, Mosconi 3, Balduzzi 2, Idrissou 3

Infine tra i 2008 le due nostre squadre hanno battuto entrambe  il Real Milano rispettivamente per 14-1 e 24-0.

Luciano Da Vite

42 commenti:

  1. Luciano mi sembra che tu dia molto credito a questo portiere del Milan: Deplanches. Dici che prima era nostro. Come mai è finito al Milan? Che tu sappia.

    RispondiElimina
  2. Completamente sballato il report di ses sul derby. Meno male che tu e Giancarlo lo avete visto dal vivo e ci avete fornito un giusto resoconto.

    RispondiElimina
  3. Qualcuno sa cosa è successo a Visconti?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può darsi abbia giocato in amichevole con la primavera?

      Elimina
  4. Ho preparato anche l'altro post Luciano. Lo pubblichiamo domani sera.

    RispondiElimina
  5. Quale post?

    Visco deve essere infortunato perché è un po' che non lo vedo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quello con il riepilogo dei trasferimenti 2003, 2004, 2005. Lo ho già editato.

      Elimina
  6. Senza nessuna finalità 'seria' di alcun tipo ho proposto un sondaggio relativamente i 30 nominati al pallone d'oro. Al solito lo trovate nella colonna a dx del blog: sono curioso di vedere se dal blog uscirà un nome diverso da Cristiano Ronaldo e/o Leo Messi.

    Si vota fino al 30 novembre (la nomina ufficiale sarà il 6 dicembre).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dopo che voti non si possono vedere i risultati, compare la scritta "Cambia il tuo voto". Anche aggiornando o chiudendo e riaprendo resta "Cambia il tuo voto".

      Elimina
    2. Eccomi Amstaf. Dopo aver votato, se aggiorni la pagina, il tuo voto potrebbe non essere immediatamente visibile (tempi del blog suppongo). Anche in passato faceva così.

      Elimina
  7. Forse è arrivato il momento di prendere dall'Atalanta pure Capone. L'ho visto oggi contro i pari età della Svezia e ha dominato: 3 assist e una grandissima protezione della palla fatta con grandissima qualità e visione di gioco.

    E in Serie B è già a quota 3 gol in 5 presenze, bellissimo quello segnato all'Entella.

    RispondiElimina
  8. Qualcuno mi sa dire se è vero che oggi Vergani si è allenato con la prima squadra?

    RispondiElimina
  9. Sui 7 minuti che ho visto su( Hari Seldon-you tube) al minuto 1,25 ho fermato il video è in primo piano mi sembrava Vergani . Prova
    ha vedere tu se ci ho azzeccato. ciao

    RispondiElimina
  10. Nel frattempo, medsi illumina l'argentina, Benedetto dimostra che a volte non serve essere uno spietato golleador, ma con i giusti movimenti si può essere molto utili alla squadra (sul terzo gol è enciclopedico), joao mario in difficoltà anche con il portogallo, ma fa un bell inserimento sul primo gol.
    Per fortuna l'unico infortunio sembra quello di brozovic

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sampaoli è un allenatore molto intelligente. Non ho visto la partita né i goal ma penso che si sia reso conto che tutto quello che bisogna fare è costruire la squadra attorno a Messi. Oggettivamente per quanto siano pieni di ottimi attaccanti, Messi costituisce comunque una variabile UNICA che non puoi non prendere in considerazione. Purtroppo Benedetto è un giocatore che non conosco proprio e non so valutarlo in senso assoluto. In riferimento (inevitabile) a Icardi... che dire, aspettiamo progressi. Sono indispensabili per centrare l'obiettivo.

      A proposito dell'infortunio di Brozo, che secondo me è un duro colpo (avrei preferito averlo a disposizione e penso che sarebbe stato titolare), secondo voi come si regolerà Spalletti? Io mi aspetto lo stesso centrocampo di partenza contro la Roma ma con Vecino più avanzato rispetto a Borja accanto a Gagliardini...

      Elimina
  11. Emiliano ti ho mandato un altro pezzo di mercato 2006, vedi tu se aggiungerlo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo Luciano. Sì, adesso sto uscendo per andare in ufficio, appena ho un po' di tempo finisco di editare il post. Sempre grazie mille per la incredibile mole di informazioni che fornisci!

      Elimina
    2. Ho visto la mail solo ora Luciano. A questo punto se riesci a fornire anche i dati relativi i pulcini, aspetto e facciamo un solo unico post riepilogativo.

      Elimina
  12. Per il resto, se ti va bene questa scaletta, pubblicherò in serata il post con i trasferimenti dei giovani, domani (giovedì) il report delle nazionali e poi da venerdì quando vuoi un post di anteprima sul derby se ti andrà di scriverlo. Poi vedrò nel caso se aggiungere due righe anche io.

    Chiaramente al solito, visto che come ho evidenziato, ci sono spazi, se qualcuno vuole scrivere qualcosa sul derby... È il benvenuto.

    RispondiElimina
  13. Faccio un'altra domanda (apparentemente provocatoria) a tutti gli amici del blog. Della lista dei cinquanta giocatori candidati al pallone d'oro, secondo voi ce n'è uno che teoricamente (ammessa la qualificazione alla cl ovviamente) potrebbe essere un nostro obiettivo di mercato concreto? La mia risposta è: no purtroppo.

    OPpure... non conosco gli ingaggi ma forse tipo Aubameyang o Cavani se si presentassero occasioni molto molto favorevoli (e se andasse via Icardi, credo, ma a quel punto penso sarebbe da considerare il fattore anagrafico anche).

    RispondiElimina
  14. Secondo me Manè potrebbe essere un obiettivo di mercato difficile ma raggiungibile. Ho votato Isco:-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dici? Però questi qui del Liverpool non mollano di un centesimo. Visto come hanno fatto con Coutinho? Pare proprio che non siano particolarmente sensibili al denaro.

      Elimina
    2. E' vero, però il Liverpool è anche una squadra che compra e vende. Magari Manè è allettato dalla nostra offerta, magari loro prendono qualcun altro. Eppoi sanno di avere con l'Intyer un enorme debito di riconoscenza per come gli abbiamo regalato Coutinho...

      Elimina
  15. Ma Bonucci che ci fa in quella lista) :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualcuno deve pure arrivare ultimo, no? ;)

      Elimina
  16. Obbiettivi di mercato, non credo. Forse solo Mane' effettivamente. Gli altri per età o prezzo non li vedo raggiungibili

    RispondiElimina
  17. Salve a tutti. Pur non entrando piu (e non volendo farlo) nel merito di alcuna questione vorrei porre alcune domande logistiche a chi vive a Milano e dintorni: la primavera e l'under 17 giocano entrambe a interello? Se si è possibile arrivarci prendendo la metro gialla direzione comasina e scendendo ad affori? Se no mi dite dove e come arrivarci con i mezzi? Poi una domanda Riccardo Anelli: tempo fa mi proponevi un caffè, ora che sono tornato a Milano mi è possibile accettare il tuo invito se ancora valido; al di là delle evidenze sono realmente presente. Inoltre, essendo un frequentatore costante di San Siro vorrei chiederti info sulla logistica dei biglietti, purtroppo per preoccupazioni personali non ci sono mai andato. Scusate per l'intromissione e buona giornata

    RispondiElimina
  18. Sergio, la Primavera gioca di norma allo stadio Breda di Sesto San Giovanni. Ci si arriva o con la linea rossa (fermata di sesto Rondò e un pezzo a piedi (10-15 min.) o con la linea 5 del metro, scendendo al capolinea e facendo i soliti 10 minuti a piedi
    A Interello, dove giocano gli U17 si arriva, come dici tu scendendo ad Affori (mi pare ma sul nome della fermata non sono certo e poi il campo è a circa 300 metri.
    Per i biglietti di san Siro non so, sono abbonato.
    Il caffè se vieni a Interello o al Breda lo possiamo prendere anche noi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo farò Volentieri grazie! Alla prima partita utile interna della primavera e under 17 di sabato verrò di certo (previo avviso). Immagino che il biglietto si faccia proprio sul posto. Grazie comunque, mi farà molto piacere esserci

      Elimina
    2. Ciao sergio... Per la precisione la fermata a cui devi scendere è AFFORI CENTRO. Poi all uscita vai verso destra (via pellegrino rossi) e al primo semaforo ancora a destra (via brusuglio se non erro).
      Da li sempre dritto. Arrivi ad un vialone e attraversando il semaforo sei arrivato.
      (Abito a 400mt da li...)

      Elimina
  19. ci sono parecchi giocatori di altissimo livello, ma dopo Leo e CR7 c'e' un abisso....

    RispondiElimina
  20. luciano come si commenta la ''fuga'' di Desplanches?

    e Vergani? lo mette ad allenarsi con la prima per mera questione numerica?

    RispondiElimina
  21. Risposte
    1. Sergio, tu, come chiunque altro, sei libero di entrare nel merito di qualsiasi questione attinente i contenuti del blog, chiaramente nel rispetto degli altri utenti. Quindi per quanto mi riguarda, sentiti pure libero di commentare. Non entrerò nel merito di quel commento enigmatico di uno o due mesi fa. Lo considero irrilevante.

      Elimina
    2. Grazie Emiliano per il pensiero. Anche se ho deciso di non scrivere per motivi che ho co-determinato in modo non marginale ovviamente leggo sempre con interesse. E finalmente, dopo 6 anni di lontananza tornando a Milano posso seguire con i miei occhi molte delle straordinarie descrizioni in vivo fatte da Luciano e altri. Se, lo spero vivamente , ci sarà modo di conoscere coloro del blog che sono nelle vicinanze, potrei tornare a scrivere. Grazie comunque

      Elimina
  22. Online il consueto report sulle nazionali: https://fratellidelmondo.blogspot.it/2017/10/inter-nazionali-04102017-10102017.html

    RispondiElimina

Printfriendly