martedì 12 dicembre 2017

Giovanili Inter: non è un momento entusiasmante (ma c'è spazio per recuperare)

Non è un momento entusiasmante per le nostre giovanili, anche se c'è spazio e tempo per recuperare. Nella foto (fonte: FcInter1908): Nicolò Zaniolo. Il centrocampista della Primavera di Vecchi è andato a segno per la terza volta nelle ultime quattro partite.

Credo non sia mai successo da parecchi anni in qua: nessuna nostra squadra è al comando nei primi tre campionati giovanili (Primavera U19, Berretti U18, Allievi U17) mentre gli Allievi U16 dividono il primato con la Lazio.

E' anche vero che con la riforma dei campionati giovanili, ora organizzati su basi nazionali, le rivali di qualità aumentano rispetto al passato.

Tuttavia lo scorso anno, con lo stesso sistema organizzativo, abbiamo vinto i primi tre campionati e perso in finale nel modo che sappiamo il campionato U15, e senza quella inopinata sconfitta avremmo realizzato un quadriplete inarrivabile.

Va ricordato comunque che la situazione non è affatto compromessa in nessuna categoria, anzi.

In Primavera siamo secondi a 3 punti dall'Atalanta (ma Milan e juve che avevamo distanziate stanno rinvenendo forte, sia pure grazie a...  Pjaca e Paletta).

Nella Berretti siamo secondi, a un punto dall'Atalanta (ma abbiamo anche gli stessi punti del Feralpi, con tutto il rispetto).

Negli U17 con una grande prestazione (finalmente!) abbiamo riagguantato il terzo posto, a un punto dal Cagliari secondo, superando in un colpo solo Cesena Milan e Bologna.

Tuttavia l'Atalanta ci precede di 10 punti

La situazione migliore resta quella di Under 16 e Under 15 e anche le due altre squadre giovanissimi stanno facendo molto bene.

Se i risultati delle squadre sono molto buoni ma non entusiasmanti rispetto alle nostre... abitudini, migliori risultano gli exploit individuali, se consideriamo attendibili i dati relativi alla convocazioni per le selezioni nazionali delle varie categorie

Vediamo la situazione:

Under 19

Convocati per l'amichevole di Brescia contro la Finlandia (13-12): Bettella, Sala, Pinamonti, Zaniolo (oltre al “nostro” Bastoni).

Under 18

Sempre il 13-12 per l'amichevole contro la Romania che si giocherà a Viterbo convocati: Corrado, Gavioli, Schirò, Visconti, D'Amico, Merola.

Under 17

sempre in amichevole convocati per la trasferta a Clairefontaine contro la Francia: Ntube, Vergani.

Under 16

Per l'amichevole di Istanbul cotro la Turchia (13-12) convocati: Guedegbe, Di Marco, Cester, Squizzato, Esposito.

Under 15

Per il torneo di Natale (8-10 dicembre, a Roma) sono stati convocati: Gerardi, Peruchetti, Uccellini, Ballabio, Magazzù.

Abbiamo quindi “prestato” alle varie selezioni ben 22 giocatori, ai quali sono da aggiungere i nazionali di altri Paesi (Belgio, Albania, Romania, ecc.).

Ma torniamo alle vicende dei campionati nazionali.

Campionato Primavera U19: Lazio - Inter 1-1 (Zaniolo)

Per la delusione provata in seguito alla nostra modesta prova e per motivi di tempo, non ho scritto il solito report sulle partite delle giovanili alle quali assisto. Mi sono limitato a qualche breve considerazione che ripropongo.

Secondo me male Bettella, Rada, e tutti gli attaccanti, con particolare riferimento a "gatto di marmo" Odgaard e a Colidio.

Male anche, in rapporto alle loro qualità, Emmers e Zaniolo.

Io spero di aver visto male: a me è sembrato che non abbiamo fatto neppure un'azione da gol, abbiamo attaccato a lungo, costretti a crossare perché non riusciva un triangolo e non vincevamo l'uno contro uno e al contrario abbiamo avuto delle ingenuità in fase difensiva (soprattutto il 'mio' Bettella) davvero inammissibili.

Sulla partita ha scritto un articoletto SeS sotto il titolo:

“Inter, la zeta di Zaniolo”.

Nel testo si dice che “il primo tempo mostra un’Inter pimpante ma è poco cinica sotto porta… Il vantaggio territoriale è dell’Inter ma le occasioni più ghiotte sono tutte della Lazio (prima l’errore di Bettella, poi il palo colpito da Petro), fino al gol del vantaggio biancazzurro arrivato nel minuto di recupero”.

Dopo il pareggio di Zaniolo, servito da Valie, la Lazio si chiude a difesa del risultato, ma la palla gol migliore l’ha ancora la Lazio, con Sala che salva miracolosamente.

Queste le pagelle dei nostri:

Pissardo 6.5 bravissimo su Aliaj. Oramai è una vera certezza.

Valietti 6 suo il cross del gol.
Bettella 5 inizia con un’evitabile follia davanti all’area di rigore. Prestazione da dimenticare.
Lombardoni 6 Sarac non lo impensierisce.
Sala 6.5 primo tempo sufficiente, nella ripresa diventa un’ala.

Emmers 6 partita di sostanza.
Rada 6 ci prova con tiri da fuori.

Rover 6 due palle gol nei primi 8’ poi lentamente esce dalla partita.
Zaniolo 6.5 seconda rete consecutive e decisive.
Belkheir 6.5 sempre nel vivo del gioco cerca la rete con insistenza. Sostituzione immeritata.

Odgaard 5 se in giornata è devastante. Ma quando non lo è rimane invisibile.

Personalmente in un paio di situazioni (Rada, Belkheir) avrei dato mezzo punto in meno.

Sabato prossimo incontreremo il Napoli (stadio Breda ore 13.00) mentre l’Atalanta ospiterà il Bologna.

Poi mercoledì 20, sempre al Breda, alle 14.30 il big match di Coppa Italia proprio contro l’Atalanta.

Nelle altre partite da notare che il Milan ha sconfitto per 2-1 un Toro nel quale giocavano Celeghin (6.5, scelte intelligenti quando deve gestire il pallone, molti pericoli nascono da lui) e Butic (5, ingabbiato dalla difesa, fallisce una clamorosa palla gol).

In pro Vercelli - Cremonese 1-0 si registra il ritorno in campo, al 9’ del secondo tempo, di Tommy Spaviero, mentre Damo, Vitali, Putzolu hanno giocato dall’inizio.

Campionato Berretti U18: Inter - Triestina 4-2 (Esposito 2, D’Amico, Galazzi)

C’è mancato poco che uscisse la terza beffa: dopo le sconfitte contro le ultime due della classifica, la squadra di mister Corti è andata in svantaggio per 0-2 anche contro la terz’ultima.

Ci ha pensato il solito immenso Esposito a riprendere il risultato, insieme a D’Amico. Nel finale Galazzi ha posto il sigillo definitivo.

Da notare che il centrocampista campano è vice capocannoniere del campionato: senza i suoi gol la vetta sarebbe davvero lontana.

Questa la nostra formazione:

Tintori
Ballabio, Mandracchia, Coltro, Rizzo
Roric, Pompetti (Demirovic), Visconti
Esposito
Adorante (Pelle), D’Amico (Galazzi)

A disposizione: Stucchi, Airaghi, Soares, El Kassah, Eboko.

Da notare la mancata convocazione sia in Primavera sia in Berretti, di Gossò.

Sabato prossimo, amichevole contro il Torino, alle 11.30 a Interello.

Campionato U17: Inter - Cesena 3-0 (Ntube, Fonseca, Vaghi)

Ripropongo il report di questa partita che, come è sperabile, potrebbe rappresentare una svolta in un campionato fino ad ora mediocre dei nostri.

Finalmente un grande prestazione dei nostri, tra l'altro contro una squadra molto forte che ci precedeva in classifica ed era terza.

Abbiamo dominato giocando molto bene, con palla a terra, passaggi di prima tante palle gol e chiusure difensive impeccabili.

Il problema della squadra, a mio parere era, sin dall'anno dei giovanissimi, un centrocampo fatto da giocatori con buone capacità tecniche ma senza il passo e la forza necessari per competere a questi livelli.

Era come se gli altri giocassero con un nodoso randello e noi con un delicato fioretto.

La 'quadra' potrebbe essere stata trovata (ma servono verifiche) immettendo nel centrocampo due giocatori del 2002 che hanno aggiunto peso e qualità, permettendo anche ai più tecnici e leggerini dei 2001 (in questo caso Duse e Rossi) di esprimersi al meglio.

Le due punte inoltre hanno giocato molto larghe per aprire la difesa avversaria, per poi tagliare in mezzo, consentendo l'inserimento dei terzini e la percussione centrale di uno dei centrocampisti.

Le reti sono il frutto di questa superiorità: in occasione del primo gol un capolavoro in acrobazia di Fonseca veniva respinto dal portiere, ma Ntube era il più lesto a ribadire in rete.

Il secondo gol era frutto di un'invenzione del Colo, che serviva un assist a Fonseca, solo davanti al portiere. Pallonetto delizioso sul portiere uscito in modo un po' incerto e palla in fondo al sacco.

Il terzo gol è frutto di una percussione di Vaghi che si invola in fascia, stringe al centro e batte il loro portiere da distanza ravvicinata.

Brevi pagelle:

Pozzer: poco impegnato, ma sempre sicuro.

Vaghi: bene sia nell'interdizione (Manara era il più quotato degli avversari, ma si è visto poco) sia nell'appoggio.
Baruffi: solido e sempre concentrato.
Ntube: una forza della natura. Dominatore.
Colombini: giocatore ispirato e dalla tecnica superiore.

Cester: personalità e classe.
Squizzato: senso della posizione, forza sicurezza nei contrasti.
Duse: moto perpetuo, lavora tanti buoni palloni.

Rossi: molto migliorato dallo scorso anno, da centrocampista aggiunto gioca di più con la squadra.

Vergani: prestazione sontuosa. Gli è mancato solo il gol ma ha lavorato tantissimo per la squadra e con continuità.
Fonseca, alterna giocate strepitose ad errori anche banali. In ogni caso segna un gol e ne propizia un altro.

Tra i giocatori subentrati, tutti positivi, mi piace sottolineare la prova scintillante di un altro 2002, Esposito.

Sulla partita anche SeS ha pubblicato un articolo.

Il titolo è:

“Inter, fioccano gol e bel gioco. Zanchetta strapazza il Cesena e in un colpo solo vola al terzo posto.”

Nel testo si parla di una domenica da 30 e lode per la squadra e di accesso diretto alle fasi finali ora a portata di mano. Poi viene riportata la dichiarazione di Zanchetta, secondo il quale si è trattato della miglior prova stagionale della squadra.

La cronaca descrive i tre gol e alcune delle numerose altre occasioni fallite di poco e non riporta, in pratica nessuna  situazione favorevole ai romagnoli.

Queste le pagelle:

Pozzer 6 il Cesena non calcia mai in porta.

Vaghi 7 il gol suggella una prestazione davvero molto positiva.
Baruffi 7 Bravo contro la velocità di Zabre. Gli prende le misure e svetta con eleganza.
Ntube 7 un vero muro. Blocca ogni offensiva del Cesena e sblocca la gara.
Colombini 6.5 assist per Fonseca. Piedino caldo.

Cester 6 fermato con le cattive.
Squizzato 6 a volte impreciso in fase di costruzione.
Duse 6.5 ci mette molta qualità.

Rossi 6.5 quando accelera palla al piede sa fare la differenza.

Vergani 6.5 stavolta non va a segno lui ma fa un lavoro sporco enorme per la squadra.
Fonseca 6.5 poca roba fino al gol sublime, una traiettoria perfetta.

Personalmente avrei dato almeno mezzo punto in più a Cester, Squizzo, al Colo e a Verga.

Domenica prossima trasferta a Verona, contro l’Hellas.

Sospesi temporaneamente o fino a gennaio i campionati successivi, ripropongo solo la posizione in classifica delle nostre squadre al momento della pausa.

Campionato U16

Inter prima a pari merito con la Lazio. Atalanta terza a 8 punti da noi.

Domenica 17 Inter - Cesena a Interello ore 14.00.

Campionato Under 15

Inter prima con 5 punti di vantaggio sull’Atalanta e sette sul Milan.

Domenica prossima Inter - Cesena, all’Enotria, ore 12.30.

Campionato U14

Inter seconda a due punti dal Milan e con 2 punti di vantaggio sull’Atalanta, terza dopo aver vinto il recupero con la Cremonese

Campionato U13

Inter prima con un punto di vantaggio sull’Atalanta e tre sul Milan

Giovanissimi B Provinciali (Girone N): Cologno - Inter 0-6

Campionato invernale terminato.

Esordienti 2006 Sq.1 (Girone 6): Real Milano - Inter 0-6 (Scienza 3, Di maggio 2, Bandara)

Inter terza a sei punti dall’Alcione

Sabato Inter - Rhodense all’Accademia ore 16.30.

Esordienti 2006 Sq. 2 (Girone 11)

Inter seconda a un punto dall’Enotria.

I nostri però devono recuperare la partita con il Niguarda (via Cesari, mercoledì ore 18.00).

Partita successiva Inter - Serenissima, sabato all’Accademia ore 15.15.

Pulcini A 2007 Sq. 1 (Girone 16): Macallesi 0-6 (Caporale 2, Conti 2, Sciardi, Savoini)

Inter sempre seconda, a un punto dall’Accademia Inter.

Sabato Inter - Seguro, all’Accademia, ore 16.30.

Pulcini A 2007 Sq. 2 (Girone 18): Alcione - Inter 1-3 (Mosconi 2, Balduzzi)

Inter prima a pari merito con Lombardia Uno, Mosconi capocannoniere.

Prossima partita Inter Accademia - Inter, sabato, all’Accademia, ore 17.45

Pulcini B 2008 Sq. 1 (Girone 34): Segrate -Inter 0-8

Inter prima con 3 punti sulla Lombardia Uno.

Prossima partita Inter - Aldini, sabato, all’Accademia, ore 14.00

Pulcini B Sq. 2 (Girone 29): Pro Sesto - Inter 6-2

Inter prima a pari punti con la Pro Sesto, che deve recuperare una partita.

Sabato Inter - Segrate, all’Accademia, ore 14.00

Pulcini C (Girone 48): Inter - Enotria 3-0

Inter sempre quarta.

La partita di sabato prossimo è rinviata perché la squadra parteciperà a un torneo internazionale a Marsiglia.

Luciano Da Vite

92 commenti:

  1. Incredibile il numero di giocatori convocati dalle nazionali...

    Luciano, scrivi tu di Inter - Pordenone? Fammi sapere.

    RispondiElimina
  2. quindi un giocatore non puo' tirare una testata (giustamente) ma una spallata è accettata??

    cmq il rigore era solare..

    il nostro invece è sparito dai radar nessuno ne parla

    RispondiElimina
  3. ...se il rigore era solare (ho qualche dubbio), Giacomelli non deve arbitrare più, visto che era a tre metri con visuale completamente libera....

    RispondiElimina
  4. Ma quindi stasera gioca Pinamonti, o no!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ieri Spalletti non ha proprio parlato di lui...

      Elimina
  5. Nel pre-conferenza, ai microfoni di Inter Tv,ha affermato che spera di poterlo mettere in campo nel corso della partita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marco. Non lo sapevo. Ho solo visto la conferenza stampa ufficiale diciamo, mi mancava quel pezzo. Nella conferenza non lo ha proprio nominato mentre ha detto chiaramente di alcuni che saranno titolari: Padelli, Dalbert, Ranocchia, Cancelo, Karamoh, Eder... NOn ho capito bene su Cancelo, ma non mi sorprenderebbe di vedere Cancelo alto a destra e Karamoh a sinistra magari, perché ha detto che secondo lui Cancelo è comunque un esterno difensivo, ma che per agevolarlo nella prima partita dall'inizio e avendo ocmunque dall'altra parte già Dalbert come esterno difensivo diciamo portato a spingere, preferisce non schierarlo dietro ma farlo partire più avanti.

      Elimina
  6. Secondo voi quale è la notizia più incredibile:
    Razzi che vuole organizzare un'amichevole fra Inter e Corea del Nord a ‎Pyongyang, sostenendo che il feroce dittatore sia tifoso interista.
    Raiola che vuole annullare il rinnovo di Donnarumma sostenendo che il suo assistito abbia firmato in seguito a una presunta violenza morale che il ragazzo avrebbe subito al momento della firma.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il feroce dittatore ha l'espressione di un tifoso di una squadra calcistica, ma quella non è sicuramente l'Inter. Se si fosse concentrato sullo sport, forse avrebbe fatto meno danni.

      Elimina
  7. ...chissà x chi tifa Donald....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sicuro non tifa Inter. Questo lo avvicinerebbe al Subcomandante Marcos, che è sicuramente un suo nemico.

      Elimina
    2. A tal proposito consiglio il libro di Bruno Bartolozzi "La mas digna", che racconta appunto l'amore del Subcomandante Marcos verso i nostri meravigliosi colori.

      Elimina
    3. Me lo segno Riccardo. Sono curioso, lo comprerò, anche perché so poco di lui in generale. Come nasce questa passione? Me lo sono sempre chiesto.

      Elimina
  8. Non convocati Joao Mario, Miranda, D'Ambrosio. Ci sono Lombardoni e Emmers. C'è Pinamonti.

    Secondo Sportmediaset: Padelli - Nagatomo, Ranocchia, Skriniar, Dalbert - Gagliardini, Vecino - Cancelo, Brozovic, Karamoh - Eder.

    RispondiElimina
  9. Ti riporto questo articolo e e il libro è bellissimo, ti fa capire perchè si è Interisti.
    L'Inter è una favola, lo dice Marcos

    Milano- L'Inter diventa una favola, non tanto per i tre gol in sei minuti segnati alla Sampdoria. L'Inter entra proprio dentro una favola vera di quelle che si ascoltano la sera, davanti ai bambini con gli occhi spalancati. Ed è una favola messicana in cui la squadra di Massimo Moratti viene trascinata per mano dal sub comandante insurgente Marcos, il capo del movimento zapatista che, da oltre un decennio, ci appare con un passamontagna, una pipa, spesso a cavallo.

    Marcos, prima di Natale, ha scritto e recitato per radio un racconto che parla anche dell'Inter, un racconto scaricabile persino da Internet. Marcos guida il movimento che in Messico ha costruito, dentro lo stato del Chiapas, cinque regioni autonome, dove per entrare bisogna lasciare il passaporto, Marcos polemizza con giudici inerti e corrotti, Marcos è riferimento del movimento no-global, di intellettuali, politici di sinistra e non, di scrittori, a cominciare dal compianto Montalban. Marcos, ex ricercatore universitario, scrive anche romanzi gialli e favole. E le sue favole, "los cuentos del sub comandante insurgente Marcos", vengono trasmesse da "Radio Insurgente", l'emittente ribelle che si ascolta nelle comunità zapatiste. Tutti attorno ad un tavolo, dopo la cena comunitaria, nei vilaggi e nelle comunità delle popolazioni discendenti dei maya a sentire le notizie, i comunicati, i commenti politici dell'EZLN.

    E poi le favole di Marcos. Queste favole si riempiono di racconti sulla vita quotidiana in comunità e di personaggi reali e inventati, pronti ad alimentare nuovi miti. Pronti ad essere la guida didascalica per le nuove generazioni di zapatisti, pronti ad essere da esempio per loro, nel solco delle grandi tradizioni maya.

    In uno di questi racconti, la naranja magica, trasmesso in sette puntate, si cita l'Inter, in un atmosfera carica di simbolismi: siamo nel bel mezzo della vita quotidiana della comunità e la giornata si arricchisce di una sfida di calcio fra donne zapatiste.

    E' la stessa voce del sub comandante Marcos che recita: "una squadra di donne indossa la divisa dei Giaguari di Chiapas (la squadra della regione, la migliore del Messico), un'altra squadra di donne, invece, indossa la divisa dell'Internazionale di Milano, una squadra italiana, di gente molto amica degli zapatisti e che ha aiutato molto i profughi di Zinacantan". Mentre le donne giocano, un crocicchio di uomini parla di faccende domestiche, delle difficoltà in famiglia, dei problemi quotidiani e della vita con le rispettive compagne. Un rovesciamento tutto zapatista dell'ordinaria vita, nell'ordinario messico, o nel'ordinario mondo europeo, dove gli uomini giocano al calcio e le donne spettegolano, poco distanti.

    Un modo per comunicare alla comunità zapatista, ed è questo l'altro messaggio, che questi interisti, questi giocatori di calcio, così lontani, sono amici nostri e noi gli diamo la nostra amicizia. Un'amicizia nata la scorsa primavera quando il capitano dell'Inter, Javier Zanetti, inviò una lettera di solidarità e i fondi ricavati da alcune multe della squadra per soccorrere una comunità zapatista attaccata da paramilitari che avevano distrutto tutto, a cominciare dalle condotte d'acqua. Un rapporto che è continuato con una serie di ringraziamenti e citazioni da parte delle giunte del Buon governo e una citazione di Marcos di appena una riga in un lunghissimo comunicato d'autunno.

    Marcos, però, non ha lasciato che a tenere vivo questo legame fosse solo una burocratica citazione dentro una relazione politica. Ha fatto di più: infilando in uno dei suoi racconti, un nuovo riferimento per le genti del Chiapas, l'Internazionale di Milano. E il racconto, siamo certi, è destinato ad arricchirsi di nuovi episodi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Riccardo, grazie mille per queste info eccezionali!

      Elimina
    2. Grazie Riccardo. Io ricordo quando scrisse che la maglia rossa portava sfiga. :) Comunque... Questo è quello che significa avere Moratti come presidente. Senza nulla togliere a Zhang o altri, ci mancherebbe, ma questo tipo di immagine di club attento al sociale, multietnico... con iniziative come Inter Campus... tutto questo non ha pari in club di questo blasone e per tutto questo penso vadano riconosciuti i meriti di Moratti. Ma anche di Moratti padre. Non è solo una questione di soldi, ma di passione, così hanno creato il ‘mito’.

      Elimina
  10. Titolare pinamonti, alle sue spalle eder cancelo karamoh

    RispondiElimina
  11. Emiliano: penso di scrivere il post, magari non troppo esteso, ma qualcosa si.

    Intanto oggi ho visto l'amichevole dei 2004 contro il Pordenone, finita 4-0. Una buona prestazione dei nostri scesi in campo quasi al completo, anche se mediante rotazioni
    Poi i 2003 hanno affrontato i pari età del Pordenone. Ho visto solo un tempo (finito 0-0) per il freddo e perché lo schieramento dei nostri era abbastanza raccogliticcio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ok Luciano. Lascio a te l’incombenza allora.

      Intanto vediamo di svegliarci nella ripresa, così non va proprio bene.

      Elimina
  12. Mi dicono che in rete ci sarebbe un'intervista nella quale Militari conferma che giocherà nell'Inter

    RispondiElimina
  13. Risposte
    1. Mi pare che qualcuno degli amici del blog aveva effettivamente riportato questa notizia. Non ricordo chi però. Magari se legge di conferma la cosa.

      Elimina
  14. Purtroppo non ho potuto vedere i primi 60 minuti del match odierno...
    Qualche parere? Prestazioni individuali dei nostri?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pinamonti e Karamoh troppo acerbi. Male Eder, non trova mai la posizione. Meglio Cancelo sia a destra che a sinistra. Dalbert fa il compitino diciamo. Naga sufficiente. Bene Ranocchia e Skriniar. Padelli sembra molto sicuro.

      Elimina
  15. Purtroppo pessima partita dei nostri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I friulani hanno mostrato più gamba e più qualità nel palleggio. Onestamente meritano. Riserve possiamo definirli non pronti per la a.

      Elimina
  16. Molta confusione nel primo tempo poi ci siamo disuniti.

    RispondiElimina
  17. In questa partita non si doveva fare una cosa, stancarsi, ed infatti facciamo una partita obbiettivamente insufficiente ed andiamo ai supplementari. Pensare che a fine secondo tempo speravo in un gol del pordenone per finirla subito questa partita.
    Cancelo penso sia impresentabile nel calcio italiano a qualsiasi livello, ce lo vedo bene nella seconda categoria portoghese, Karamoh ha qualche qualità ma come calciatore deve essere costruito da 0 con il particolare che sembra essere un calciatore non che crei spazio ma che chieda la palla sui piedi, un'altro.. Ecco i motivi per cui bisogna clonare Candreva. Non so perchè ma si ha quasi la sensazione che alcuni giocatori stiano già calando, esempio Gagliardini, speriamo che a Gennaio non si arrivi a fare gli acquisti proprio gli ultimi giorni. Ci vogliono rinforzi perchè i panchinari non possono fare i titolari, sto parlando di Eder, Karamoh, Cancelo ed Dalbert.

    RispondiElimina
  18. Anche Vecino molto male ed in calo di condizione.

    RispondiElimina
  19. Ma che schifo, si va ai rigori, una vergogna. Veramente una vergogna.

    RispondiElimina
  20. Si rischia di macchiare la storia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La storia non si macchia per una sconfitta, se ottenuta con onestà

      Elimina
    2. Beh non mettevo in dubbio l'onestà ma sarebbe stato un record negativo. È deprimente perdere con una squadra di terza categoria a meno che tu non la ritenga di pari valore

      Elimina
    3. PERFETTO fABBIO....e poi abbiamo vinto :)

      Elimina
  21. Io per i minuti che ho visto.
    Male icardi sbaglia 2 gol semplici.
    Pessimo brozovic, gagliardini impresentabile per quanto riguarda le qualità offensive. Eder inesistente, cancelo nulla di che, ranocchia falloso in modo incomprensibile, bene skriniar, discreto vecino, ma l'assenza di borja è determinante.
    Perisic molto cercato ma poco preciso e spesso egoista

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Persic è piaciuto molto poco anche a me. Non è stato il peggiore, non lo so, però lui dopo Eder, quello che mi è piaciuto meno. Dalbert, Karamoh e probabilmente Pinamonti (anche se al 45’ lo ha tolto) non sembrano pronti invece. Cancelo ha voglia ma forse è inadatto. Non sarà mai un ala... non so a che punto sia per giocare dietro. Ma sono riflessioni a caldo, che peraltro faccio senza rabbia. Non sono contento della squadra ovviamente ma inutile arrabbiarsi, lo farà il mister per noi, preferisco essere contento di essere passato...

      Elimina
  22. Penso che sarà interessante leggere il post di Luciano... perché mi sa che qualche considerazione sulle seconde linee vada fatta per forza. La mia idea resta la stessa: ci serve una punta esterna che faccia dei goal e si alterni con Candreva e Perisic.

    Forse Spalletti ha sbagliato qualcosa stavolta. Ma molti avrebbero cambiato tanti giocatori. E forse il cambio di pinamonti. Che serviva più di Eder...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il cambio di Pinamonti a fine primo tempo era concordato in precedenza, visto l impegno in nazionale

      Elimina
    2. Dici sia stato per questo? Guardando i primi 45’ ti posso dire che era comunque chiaro che lui e Eder non si vedevano proprio. Cioè dico che io cambio lo avrebbe fatto comunque. Comunque a Pina questi 45’ minuti hanno fatto bene in ogni caso...

      Elimina
  23. Boh, se caliamo mentalmente diventiamo una squadra che fa fatica col Pordenone, oltre al fatto che Cancelo è impresentabile e Karamoh deve imparare a stare in campo. Bene, adesso abbiamo Gagliardini e Vecino con 120 minuti sulle spalle. Secondo me pian piano stiamo andando incontro ad un calo fisico. Ci vogliono rinforzi i primi giorni di Gennaio, e speriamo rinforzi seri non il Dalbert o il Cancelo della situazione.

    RispondiElimina
  24. Vuoi dare giudizi anche su questa partita? Giocata sui nervi, siamo passati al prossimo round e per come si era messa il resto non conta.
    Sarà molto più utile in prospettiva questa gara che una vittoria facile....troppo entusiasmo dopo il primato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L’entusudano ok. Però per me va fatta una valutazione sulle cosiddette seconde linee Daniele. Senza insultare nessun giocatore ovviamente. Davanti manca una alternativa. Se non due... Nel senso che ci vorrebbe pure un vice-Icardi, pure un giocatore di seconda fascia ma d’area di rigore a differenza di Eder che con Spalletti finora è sembrato sempre un pesce fuor d’acqua. Ma la priorità, non mi stancherò mai di ripeterlo, è un altro esterno d’attacco. Un esterno d’attacco vero, non adattato come Cancelo (che oggi ci ha provato comunque ma non è il giocatore adatto) mentre Karamoh ha bisogno di tempo...

      Elimina
    2. L’entusiasmo *

      Eh eh scusa, orrori da digitazione da smartphone!

      Elimina
  25. Pagelle estemporanee.

    Padelli 10
    Nagatomo 7+
    Ranocchia 6.5
    Skriniar 6
    Dalbert 5
    Gagliardini 6
    Vecino 6
    Cancelo 6
    Eder 5
    Karamoh 5
    Pinamonti 5.5

    Sostituti:

    Brozovic 5
    Perisic 5
    Icardi 6

    Spalletti 5

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordo su tutto. Forse un più a cancelo per alcune giocate interessanti

      Elimina
    2. Ci ha provato senza mai mollare, si è visto che ci teneva sì. Ma penso che tutti ci tenessero alla fine, sono giocatori seri. Però alla prova dei fatti apparentemente i troppi cambi ci hanno diciamo tagliato le gambe. Non penso che questo riletta in discussione tutto... ma penso confermi alcuni ragionamenti che peraltro si possono leggere per dire anche nel post di Luciano dopo la juve...

      Elimina
    3. D'accordo. Penso comunque che un cancelo in una squadra come il Napoli farebbe sfracelli.

      Elimina
    4. Non mi sembra adatto a fare l’ala pervip mofo in cui giochiamo... anche se su un paio di ripartenze è andato via forte. Sentiremo i due Luciano anche al riguardo.

      Elimina
  26. Non è una partita da giudizi troppo tecnici, tanto meno definitivi sui più giovani. Preoccupante Eder, a cui è stato "sacrificato" Pinamonti senza ottenere niente. La partita non è stata approcciata bene, quindi è diventata più pericolosa di altre sulla carta più difficili. Nel calcio inglese capita anche più spesso, questo non muta i valori assoluti.

    RispondiElimina
  27. Scusa Luciano mi sembra che oltre militari parlavi anche di qualcun altro per gennaio o per il prossimo anno? Di nuovo acquisto intendo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Luciano qualche giorno fa diceva che alcune voci davano quasi per certo l’arrivo di bastoni già a gennaio. Ma parlava di voci, chissà.

      Elimina
  28. Però non esageriamo con le critiche ed il disfattismo...personalmente la delusione più grossa è stata Eder,forse penalizzato nel primo tempo dalla presenza di Pinamonti( ma vale anche per Andrea...).Ottimo Padelli ,non solo per i due rigori parati, meglio Ranocchia di Skrinjar.
    A me Karamoh non è dispiaciuto, certamente si deve fare, ma da sempre l'impressione di creare qualcosa ,anche se era nota una certa carenza nel trasformare in rete le occasioni che gli si presentano e questa sera lo abbiamo verificato.

    RispondiElimina
  29. Spalletti ha ammesso di aver sbagliato qualcosa,ma era normale pensare ad un impiego di giocatori che non giocano quasi mai,anche per poterli valutare. Indipendentemente da come sono poi andate le cose...io non avrei iniziato con Pinamonti.viste le tante novità presenti in campo e considerando che comunque Eder meritava una chance dal primo minuto.

    RispondiElimina
  30. Padelli (finalmente un buon secondo, con tutta la simpatia per Carrizo) e Ranocchia benissimo anche secondo me. Ma anche Nagatomo non ha fatto male... a parte il rigore decisivo. Karamoh e Pinamonti hanno qualità ma per ora hanno bisogno di tempo p entrare in un contesto collaudato. Ad es. Karamoh quando è entrato in campionato assieme a tutti i titolari e per 15 20 minuti ha dimostrato molto perché entrava in una squadra vera. Col Pordenone troppo scollamento tra i singoli. Sicuramente Spalletti (non ho ancora sentito cos’ha detto) avrà sbagliato ma guardiamola positivamente. Intanto io turno lo abbiamo passato, poi le indicazioni che seguono da questa partita secondo me sono tantissime. Porsi su un piano distruttivo non avrebbe senso, cerchiamo di ‘capire’.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Inter di oggi non ha la forza di vincere le partite senza soffrire.Specialmente se giocano le seconde linee che per il momento non sono all'altezza dei titolari. Spalletti pensava di poterli risparmiare e poi ne ha dovuto schierare tre quando ha visto i rischi.

      Elimina
    2. Soprattutto fisicamente le seconde linee non hanno lo stesso che possono dare i titolari.Io per questo insisto molto su un altro esterno d'attacco potente. Mi sono ripetuto un sacco di volte su questa cosa, lo so, ma mi sembra la lacuna principale da colmare perché poi quei giocatori che giocano lì sono quelli determinanti per vincere le partite.

      Elimina
  31. Ho appena aggiornato la sezione TUTTE LE PARTITE del blog che contiene anche qualche dato statistico (quelli basici) che aggiorno partita dopo partita. Faccio notare il minutaggio monstre di Skriniar che le ha praticamente giocate tutte per totali 1.560 minuti (più i minuti di recupero vari che non conteggio per non ammattire).

    RispondiElimina
  32. non ho visto la partita, pero'...

    karamoh mi e' parso molto vivo e vivace... e pericoloso... al netto di tre gol mangiati (ma non erano proprio delle occasionissime)... anche icardi ne ha sbagliati alcuni e non andrebbe per questo messo in discussione.

    dichiaratamente siamo sempre per la linea verde, ma poi siamo i primi a bocciarli questi giovani.

    anche cancelo per me positivo, altro che serie b portoghese.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. concordo con te ,ma quelle di Karamoh ( almeno due..) erano super occasioni.

      Elimina
  33. Il vero problema a mio parere è l'equivoco Gagliardini. Per me ha troppa poca qualità offensiva per poter giocare nell'inter.
    Ha fisico, colpo di testa (mai però in fase offensiva...) e poco altro.
    Le partite giocate sono ormai tante e si può dare ormai un giudizio, che secondo me ad oggi è negativo. Ha subito anche una preoccupante involuzione tecnica e di sicurezza nelle giocate.

    RispondiElimina
  34. Ha ragione Emiliano...cerchiamo di non farci condizionare da una prestazione complessivamente negativa.Ieri sera nei commenti ascoltati nelle varie emittenti un coro scontato : riserve non all'altezza .Può essere così,ma consideriamo che una cosa è inserire un giocatore(oltretutto a corto di "minutaggio giocato" )in un contesto che funziona,altra cosa è immaginare che tutto funzioni con 6/7 innesti poco impiegati nel corso della stagione.Oltretutto in una partita che nascondeva comunque l'insidia di essere giocata con un po' di sufficienza.

    RispondiElimina
  35. Mah, a parer mio i due esterni d'attacco ieri hanno fatto una prestazione molto negativa, sembra a volte che se un giocatore giovane fa male allora criticarne la partita diventi un delitto.
    Cancelo ieri ha obbiettivamente fatto male, anche se ha dimostrato di avere una buona condizione fisica per tutta la partita, in attacco pur trovandosi spesso libero non si è reso pericoloso, sbagliando spesso appoggi semplici oppure scegliendo soluzioni in cui non veniva capito da nessuno dei suoi compagni, ad un certo punto avevo pure la sensazione che gli avversari decidessero proprio di non raddoppiarlo. In fase difensiva dimostra solo una presenza fisica, cioè per lo meno rientra, che poi non si faccia saltare e non commetta distrazioni non guardando l'uomo e solo la palla è un'altra cosa, infatti Spalletti è da tipo un mese e mezzo che non lo fa entrare per far rifiatare Candreva, cosa devo dire? Che è pronto per giocare ad alti livelli ma che il mister è un cattivone che non lo vede proprio?
    Karamoh, questo avrebbe seriamente le potenzialità per far bene, solo che obbiettivamente parlando, deve essere veramente costruito come calciatore, il Mister dice che deve imparare a legger meglio le situazioni in campo, io gli consiglierei di non andare in una squadra in provincia a tentar fortuna ma di rimanere qui ad allenarsi con Spalletti, Perisic e Candreva, non penso che ora come ora riuscirebbe a giocare in un Chievo o in un Sassuolo.
    Ieri ho parlato male di Dalbert anche, me ne pento un po', probabilmente è stata la rabbia, c'è da dire che non ha fatto male anche se ha partecipato poco alla manovra offensiva, ma quando ha partecipato, soprattutto con Perisic, ha avuto un buonissimo tempismo andando mi pare due volte sul fondo, ecco, dei tre in questione mi sembra sia quello che abbia fatto più miglioramenti, una nuova speranza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cancelo ''obiettivamente'' e' stato ritenuto il piu' positivo tra i nostri, con Padelli, Ranocchia e Skriniar secondo tutti i siti, per quel che puo' valere.

      Karamoh ha sbagliato molto sotto porta, ma almeno e' entrato nelle occasioni piu' pericolose.

      Elimina
  36. Cancelo inoltre ha ''creato'', propiziato, due occasioni abbastanza grosse e nitide, non mi ricordo per chi.

    RispondiElimina
  37. Continuo a non capire questa politica societaria di fare finta di promuovere i giovani in pianta stabile in prima squadra. Se lo stesso allenatore lo mette giusto contro una squadra di Serie C e lo cambia all'intervallo, che senso ha tenerlo lì? Per seguire le partite dalla prima fila? È veramente il percorso migliore per la sua crescita? Se bastasse allenarsi con i grandi per fare progressi importanti Real e Barça non avrebbero le Squadre B ma farebbero allenamenti con 200 giocatori.

    RispondiElimina
  38. Su Militari, recente rottura crociato (metà settembre) ecco la fonte:
    http://www.mondoprimavera.com/2017/09/14/esclusiva-mp-cesena-militari-infortunio/

    RispondiElimina
  39. Secondo me tutti ieri hanno sottovalutato il Pordenone, compreso quei tifosi che come me si sono approcciati alla partita solo come fosse un'occasione per osservare le seconde linee pensando che il risultato fosse scontato. Direi che pur dimostrandosi acerbo e avendo sbagliato molto, Karamoh ha saputo essere costantemente al centro del gioco in molte parti del campo e si può pensare di lavorare con profitto su di lui. Cancelo per me è stato il più positivo, ha sbagliato tantissimo ma col passare dei minuti, prima del crollo fisico, è migliorato molto dando l'idea di essere il più assimilabile ai titolari. Dalbert ancora non riesco a inquadrarlo bene, mi pare sempre uno che si sia aggregato alla squadra all'ultimo secondo e giochi attanagliato dalla paura facendo il compitino. Su Pinamonti non so cosa pensare, totale invisibilità. Certamente quando nel MIlan, fin dall'esordio, entra un Cutrone, riesce sempre a farsi notare e dare una sferzata alla partita. Chiedo a chi ne sa più di me, è un paragone purtroppo significativo (a sfavore di Pinamonti) o no?

    RispondiElimina
  40. A mio avviso anche per Pinamonti vale naturalmente il concetto che sia difficile per un giovane rendere al meglio in occasioni così particolari;poi siamo tutti consapevoli che le partite vivono anche di momenti..sblocchi la partita,giochi con più tranquillità,mentre invece ieri sera entri in campo con la certezza che sei decisamente superiore all'avversario,ognuno vuole mettersi in mostra,i meccanismi non possono essere ottimali, fai fatica ..insomma diventa tutto difficile,specialmente quando certi giocatori sono palesemente ancora poco pronti ...

    RispondiElimina
  41. Direi che CUtrone è stato messo in campo in condizioni diverse e molto più favorevoli. Probabilmente (ma non avremo mai la controprova) Pinamonti ieri se avesse avuto Brozo alle spalle semplicemente già avrebbe fatto di più.

    RispondiElimina
  42. Vedo molta esagerazione negativa, persino qua.Queste partite capitano, anche relativamente spesso, per esempio in FA cup, senza che l'Arsenal o la "grande" di turno venga messa in discussione gettando a mare tutto.

    RispondiElimina
  43. Giusto Amstaf ma è un storico, incompresibile modo di porsi di un certo tifo interista.....pensa se avessimo perso !

    RispondiElimina
  44. Buona serata a Voi. In rete la bomba di Materazzi: Chiesa all'Inter. Sarebbe clamoroso ma alla luce di quanto visto ieri il ragazzo sarebbe il profilo ideale per completare una squadra senza ricambi in attacco.

    RispondiElimina
  45. Chiesa sarebbe un ottimo calciatore, ma non è quello che serve a noi. Ha velocità e dribbling in ampi spazi, alla perisic (oltre ad altre doti) ma gli manca la qualità di assist filtranti e il dribbling secco in spazi stretti. A noi serve quel tipo di giocatore per avere alternative diverse soprattutto in spazi chiusi, come ieri.
    Un suso/messi/deloufeu.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero mi trovo d'accordo. Sono anni che ci manca, persino a livello di primavera, un giocatore di questo genere

      Elimina
  46. Sarà, ma io mi....accontenterei

    RispondiElimina
  47. Sapevo che c'era traffico sulla Milano Firenze, ma francamente non pensavo a Chiesa. Avevo uno spiffero su Badely.

    RispondiElimina
  48. Chiesa secondo me come caratteristiche è perfetto. Certo fisicamente non è ancora 'grosso' ma ha margini di crescita enormi e comunque ora ha una velocità importante e vede anche la porta... Inoltre è già testato in serie a.

    RispondiElimina
  49. Parlando di fantamercato..un giocatore che mi ha colpito particolarmente (premetto che ho potuto vederlo in azione solo un paio di volte ) è Arthur del Gremio...certo i brasiliani vanno presi con le pinze ,ma questo mi sembra davvero ok...però costa tanto.

    RispondiElimina
  50. http://www.ilnapolionline.com/ufficiale-alessio-militari-allinter/

    Onestamente non so quanto sia affidabile

    RispondiElimina
  51. Edito e pubblico il post, tempo dieci minuti.

    RispondiElimina
  52. http://m.fcinternews.it/in-primo-piano/militari-a-fcin-l-inter-mi-voleva-da-un-anno-vengo-paragonato-a-de-rossi-con-pinamonti-agli-europei-264370

    RispondiElimina
  53. Online il post sulla partita: https://fratellidelmondo.blogspot.it/2017/12/dalla-lezione-di-calcio-alla-lezione.html

    RispondiElimina

Printfriendly