domenica 3 dicembre 2017

Niente alibi: Inter - Chievo Verona

Nella foto: il difensore nerazzurro Andrea Ranocchia. Oggi pomeriggio, nella gara casalinga contro il Chievo Verona, il difensore italiano farà il suo esordio stagionale con la nuova Inter di Luciano Spalletti. Una prova e un'occasione molto importante per un giocatore che finora a Milano non ha avuto esattamente fortuna e che è stato molto spesso oggetto di critiche (anche, come dire, esagerate e 'gratuite'). In bocca al lupo Andrea!

Scrivere una anteprima delle partite dopo le conferenze stampa di Luciano Spalletti si sta rivelando un esercizio facile.

Il mister in questi mesi e anche nella conferenza stampa di ieri pomeriggio ha trasmesso non solo una grande carica, ma ha anche dimostrato di avere le idee chiare sul campionato e sul nostro campionato nello specifico. 

Oltre che anticipare quelli che saranno i temi principali della partita di domani.

Prima di parlare di Inter - Chievo Verona vale dunque la pena di commentare il suo pensiero sul campionato e poi nello specifico quello che riguarda la nostra Inter.

Inevitabile il commento alla partita di venerdì sera tra Napoli e Juventus e che ha visto i bianconeri prevalere e vincere la partita con il risultato di uno a zero.

Spalletti ha ragione: la Juventus è e resta la squadra più forte.

Il Napoli gioca bene e con tutti gli uomini al top della condizione, oltre che essere bello da vedere, riesce anche a concretizzare molto.

Ma alla lunga potrebbe pagare una rosa nel complesso inferiore a quella della Juventus e il fatto di riuscire a praticare un solo tipo di calcio. Peraltro molto dispendioso.

Questo tuttavia non cambia in nessun modo il nostro campionato.

Spalletti risponde a tono sia ad Allegri, che ha detto che siamo i veri favoriti alla vittoria finale; sia a Sarri che ha detto che giochiamo un ‘altro campionato’ perché non disputiamo le coppe europee.

Due dichiarazioni entrambe provocatorie.

Ovviamente ci farebbe molto piacere essere i favoriti alla vittoria dello scudetto, così come ci farebbe piacere disputare quel 'campionato' in cui si disputi anche la Champions League (stiamo lavorando per questo).

Ma nessuna delle due affermazioni dei due allenatori avversari costituisce a qualche cosa di vero.

Il presunto vantaggio di non disputare le coppe non è sicuramente qualche cosa che faccia piacere e in ogni caso si suppone che questo vantaggio sia pagato con un gap tecnico che è nel complesso evidentemente inferiore alle squadre che disputino la Champions League.

Quello che possiamo dire è che stiamo facendo un ottimo campionato (non abbiamo mai perso!) e che la squadra sembrerebbe essere un gruppo compatto e carico e ben guidato da un allenatore che ha evidentemente il polso della situazione.

Oggi vincere con il Chievo è importantissimo, ma questo perché è importantissimo vincere sempre ogni partita e non perché alla prossima c’è la Juventus, né perché vincendo andremmo al primo posto.

Questa eventualità sicuramente non dispiacerà a nessuno, ma dobbiamo guardare alla situazione complessiva e realisticamente considerare che abbiamo degli avversari per il nostro obiettivo finale che sono molto forti e che stanno facendo tutti benissimo (il Napoli venerdì ha perso ma contro la Juventus ed è stata la prima sconfitta in campionato a distanza di nove mesi dall’ultima!).

Quindi tutta la concentrazione va solo ed esclusivamente alla partita contro il Chievo, che peraltro è un avversario ostico e oserei dire una delle squadre oramai storicamente più ‘quadrate’ del nostro campionato.

Spalletti ha confermato il recupero di Vecino, che sarà regolarmente in campo, così come ha annunciato la presenza in campo di Ranocchia al posto di Miranda.

Personalmente ho più volte detto che credo che Andrea possa riscattarsi e spero molto che ci riesca a partire dalla partita di domani.

Confermatissimo il modulo, resta da capire chi prenderà il posto di Gagliardini e tutto lascia pensare che per mille ragioni giocherà Brozovic (anche se alcuni quotidiani accennano a un possibile rilancio di Joao Mario...).

Poi vedremo se sarà lui o Borja Valero a giovare più alto sulla trequarti.

Dietro solito ballottaggio tra Santon e Nagatomo.

Ad occhio mi sembra che Davide ora sia avanti nelle gerarchie ma non è escluso Spalletti possa cambiare, avendo ribadito del resto fiducia totale in tutto il gruppo.

Per quanto riguarda il Chievo, che dire, il calcio di Maran lo conosciamo tutti.

Un gioco tanto essenziale quanto efficace.

Gli scaligeri sono una squadra solida: molto fisica in difesa e con un centrocampo di corsa e con giocatori che giocano con il coltello tra i denti pronti a verticalizzare per i due attaccanti che saranno molto probabilmente Meggiorini e Inglese.

In più c’è la variabile Birsa, giocatore che già in passato ha saputo farci male.

Spalletti ha detto bene, ‘niente alibi’, siamo chiaramente più forti del Chievo, ma questo non significa automaticamente che vinceremo.

Per farlo dovremo affrontare la gara con la massima concentrazione e carica agonistica.

Senza considerare l’incognita dovuta dopo tante partite al cambio di due giocatori dell’impianto-base della squadra.

Occhio al Chievo quindi, una partita che non è una trappola ma che come tutte le altre mette in palio tre punti e noi giochiamo ogni partita con lo scopo di far le bottino pieno.

Il mister comunque non ha fatto trasparire nessuna paura di perdere.

Sa che non potremo vincere sempre (anche se ci tenteremo ovviamente) e alche succeda oggi, contro la Juventus o comunque si spera il più tardi possibile, ha escluso la possibilità che questo gruppo possa all’improvviso precipitare in un baratro solito come è accaduto l’anno scorso e altre volte negli ultimi anni.

Segno che si fida di questo gruppo e che evidentemente i ragazzi sono, come dire, sul pezzo.

Lo dimostrino anche oggi vincendo questa partita.

Forza Inter.

Emiliano D’Aniello

66 commenti:

  1. Dal post precedente:

    luciano davite3 dicembre 2017 07:09

    Primavera: Inter juventus 1-1

    Questa partita rappresenta a mio parere uno straordinario spot per il calco.

    Fa capire perché questo sport appassioni e coinvolga tanto le persone

    Al termine della stessa partita, vista da 4 persone diverse, presumibilmente tutte tifosi interisti dà luogo a questi giudizi.

    1. Ancora una volta questa squadra (l'Inter) con un centrocampo di corridori ha deluso e mostrato i suoi limiti.
    2. Il pareggio ci condanna ingiustamente, nel primo tempo (come dice il sito ufficiale dell'Inter) abbiamo costruito almeno 4 azioni da gol, nel secondo tempo 3-2 per loro. Dunque noi abbiamo meritato molto più di loro
    3. prestazione accettabile perché avevamo contro, probabilmente, la squadra più forte del campionato
    4. pareggio tutto sommato giusto, primo tempo a favore nostro senza però che facessimo neppure un tiro in porta. Nel secondo tempo per una serie di motivi siamo calati e loro hanno avuto qualche occasione in più. Partita che non fa testo per un giudizio sulla forza delle due squadre: senza Pjaca loro non avrebbero mai concluso a rete, mentre se noi avessimo avuto Icardi, l'avremmo stravinta

    Continua

    RispondiElimina
    Risposte
    1. luciano davite3 dicembre 2017 07:10

      L'Inter si schiera con Pissardo
      Valietti Bettella Lombardoni Sala
      Gavioli Schirò Danso
      Rover Odgaard Colidio.

      Non solo non gioca...Icardi (e neppure Pina e Zinho che sono dei '99 quindi non fuori quota) ma manca pure Emmers e il mister fa turnare Zaniolo.

      Bettella Gavioli Schirò Colidio sono quattro 2000; Valietti Sala Colidio giocao per le loro qualità tecniche, non certo per la fisicità... devastante.
      Anche gli aasenti Emmers e Zaniolo non sono certo degli sprovveduti con la palla tra i piedi.

      Teniamo presente questa situazione, perché forse con Emmers e Zaniolo le cose sarebebro andate un po' diversamente.

      La scelta di mister Vecchi, una volta deciso di non rischiare il rientrante Emmers e di dare un turno di riposo a Zaniolo (lo ha potuto fare, perchè l'avversario era modesto: se non rischi un turn over contro la juve, contro chi lo rischi?) è stata la più razionale.

      I due centrali più forti del momento (forse i più forti d'Italia) e accanto a loro due esterni tecnici e veloci, bravissimi a spingere ma che devono mettere ancora qualche chilo per essere perfetti in fase difensiva.

      Un centrocampo equilibrato, con il perno Schierò, dalla tecnica sublime ma un 2000 ancora esile muscolarmente, supportato da due mezze ali di quantità (oddio, per Gavio la definizione è riduttiva).

      Davanti ben tre attaccanti puri, che sulla carta davano affidamento totale e si integravano bene.

      Quindi come si vede una squadra...muscolare e ultradifensiva come indicano chiaramente i nomi di Valietti Bettella Sala Schirò Colidio, nonché i più fisicati Odgaard e Rover

      Elimina
    2. luciano davite3 dicembre 2017 07:11

      nel primo tempo il nostro centrocampo prende il sopravvento, grazie alla grande prova di Schirò, al lavoro delle due mezze ali e al sostegno degli esterni difensivi.
      Il concetto di occasioni da gol è il più soggettivo tra i tanti applicabili al calcio. Dal mio punto di vista di chiare occasioni da gol non ne abbiamo crwate neppure una. Abbiamo avuto qualche situazione che poteva venir sfruttata meglio, questo si.
      Ma loro davanti sono stati solo inesistenti. Mi divertivo a sentire il loro mister, dalla panca, che disperato invocava: “datela a Pjaca, datela a Piaca”. Era conscio del fatto che gli altri contassero poco (in realtà a me sono piaciuti abbastanza soprattutto Caligara, poi Olivieri e Tripaldelli)

      Purtroppo i nostri attaccanti non erano in giornata, con Colidio palesemente inadeguato per il momento al nostro calcio, Rover che non è riuscito a piazzare lo spunto vincete e Odgaard che non è un fenomeno di rapidità e necessitava di qualcuno che lo assecondasse (poteva essere Zaniolo, avrebbe potuto essere Merola al posto di Colidio o Rover ma questo è il senno del poi. E comunque ogni soluzione alternativa ha dei pro e dei contro, non solo dei pro, rispetto a quella adottata)

      fatto sta che abbiamo lavorato molto e prodotto poco, contro una juve che nel primo tempo, se fosse stata l'Inter, sarebbe stata distrutta dalla critica di Ziemelu che non ha visto qualità nell'Inter, solo corsa, ma deve evidentemente averne vista molta nella juve).

      continua

      Elimina
    3. luciano davite3 dicembre 2017 07:12

      Il secondo tempo ha avuto un cambio di registro, soprattuto per l'evidente declino atletico di Schirò, che non ha più saputo sorreggere l'attacco e ha perso lucidità in fase di contenimento.

      Avendo in campo 4 giocatori poco produttivi (le tre punte, oltre a Schirò) era chiaro che avremmo sofferto di più, anche dietro dove eravamo stati impeccabili per un tempo.

      Così in quella fase loro hanno avuto 3-4 vere occasioni da gol, (gol compreso) noi forse due.

      Ma tutte le loro occasioni hanno avuto come protagonista, in un modo o nell'altro, un '95 e noi abbiamo avuto il merito, subito il gol, di andarci a riprendere la partita, anche rischiando, ma cercando poi il colpo del KO.

      Non so se il risultato è giusto o meno, sono discussioni sterili.

      So che io sono contento di questa Inter, sia per le prospettive immediate di squadra, sia per la presenza di giocatori destinati a un futuro importante.


      Continua

      le pagelle

      Pisso: un paio di interventi sicuri 6.5

      Valietti: sul gol viene tagliato fuori senza colpa, perché uno dei nostri perde palla in uscita. Sua l'azione del gol del pareggio. Buono in fase difensiva, ottimo nella spinta. 7

      Bettella: decisamente il migliore in campo. Se mette i chili di muscoli necessari per mergere tra i grandi le sue prospettive non hanno limiti. 8

      Lombardoni: continuerà a non entusiasmare chi non crede che il calcio sia sostanza. Io non lo cambierei con nessun altro centrale del nostro campionato Primavera. 7

      Sala: vale il discorso fatto per Valietti e in fondo per bettella. I limiti reali di questi giocatori si vedrano tra un paio d'anni, quando sarà quasi completato il processo di crescita atletica. 7

      Gavioli: per un tempo, corsa, grinta spinta e tanta qualità, poi cala comprensibilmente (due su 3 dei nostri centrocampisti erano dei 2000) e tutta la squadra ne risente. 6.5

      Schirò: gran regista e ottimo interditore nel primo tempo, esaurisce presto le batterie e nel secondo perde lucidità, mostrando le carenze di un fisico ancora in costruzione dal puto di vista atletico. La media tra primo e secondo tempo dà 6.5

      Danso: senza di lui avremmo probabilmente perso la partita. Inguardabile esteticamente, non ci si può aspettare da lui la giocata virtuosa, ma una continuità di rendimento una presenza costante e aggressiva il cui merito può venir disconosciuto solo da chi non ha mai giocato al calcio e non si è giovato di un compagno così. Sarà un giocatore da serie B o C come prospettiva, ma oggi in un campionato giovanile è giocatore improtante.
      Che poi avesse sulla maglia il 10 o il 3 è ininfluente.
      6+

      Rover: non è mai entrato veramente in partita, se non per un discreto avvio. L'impressione è che abbia delle qualità, ma che su di lui si debba ancora lavorare parecchio. Comunque si è sacrificato nella copertura, quando necessario.
      6

      Odgaard: qualche spunto ne ha rivelato le potenzialità, ma è mancata continuità. Deve essere più reattivo, per giocare con successo nei nostri campionati e forse dovrebbe essere meglio assistito dalla vicinanza di almeno un giocatore dotato di rapidità ed estro. 6

      Colidio: secondo me questo è un anno di ambientamento e di crescita. Nella nostra panchina c'erano giocatori che potevano dare di più, ma se su di lui si punta è giusto farlo giocare in queste partie. Al momento opportuno si tireranno le somme e si vedrà se e chi ha sbagliato.
      5.5

      Zaniolo schierato da mezz'ala in quello che sarà probabilmente il suo ruolo futuro, risolve la partita eleva la qualità tecnica ma in un centrocampo a due la sua presenza è un rischio. Calcolato e risolto positivamente. Certo, abbiamo anche concesso alla juve spazi che prima non aveva.
      7

      Belkheir: ha potenza e tiro ma non progressione e dribbling bruciante. Sarebbe stato meglio per questo aspetto un Merola o un Visconti, ma lui certo si sente di più nei contrasti, diciamo che è stata un scelta anche dipendente dal mettere Zaniolo a centro campo. L'equilibrio è fondamentale. 5.5

      Elimina
  2. Ancora dal post precedente.

    luciano davite3 dicembre 2017 07:13

    Mi danno per certo che Bastoni arriverà a gennaio.
    Inoltre sembra confermato l'affare Militari (ma qui personalmente ho qualche dubbio in più)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Emiliano D'Aniello3 dicembre 2017 07:31

      Luciano cosa pensi dell’arrivo anticipato di Bastoni? Ove si concretizzasse.

      Elimina
    2. fabio frigiola3 dicembre 2017 07:36

      Sono conteno arrivi bastoni. Per far la primavera a bergamo... può farla da noi..che abbiamo tre competizioni.
      Inoltre penso si stia puntando molto sulla youth league

      Elimina
    3. luciano davite3 dicembre 2017 07:46

      Non mi convince. A bergamo può giocare, a Milano per il momento solo in primavera.

      Elimina
  3. Comunque, tanto per chiarire, oggi prevedo che sarà una battaglia ennesima.

    RispondiElimina
  4. Buona Domenica a Voi tutti.
    Oggi altra partita importante, altra battaglia da vincere . Sarà una gara che dirà molto sulle nostre prospettive: non possiamo mollare adesso. Niente alibi.
    Quanti saranno a S. Siro?

    RispondiElimina
  5. Partita importantissima, una possibile "trappola". Non credo che i giocatori saranno superficiali, anzi temo possano avere molta tensione. Sono sempre tre punti e come dice Spalletti bisogna vincere quando gli altri vincono e ugualmente bisogna vincere quando gli altri perdono. A prescindere dal primo posto in classifica è importante non perdere punti in casa per non vanificare quanto fatto finora, soprattutto rispetto agli ultimi passi falsi della Lazio.
    Sappiamo tutti che la gara successiva sarà a Torino: non fare punti oggi significherebbe probabilmente non vincere per due partite e corrisponderebbe forse al primo momento difficile (non si potrebbe assolutamente parlare di crisi)... che però ci auguriamo arrivi il più tardi possibile.
    Nelle gare delle 12.30 o delle 15 disputate in casa abbiamo faticato sempre, l'ideale sarebbe sbloccarla presto come contro la SPAL. Farei giocare metà partita a Vecino.

    RispondiElimina
  6. Ancora una volta quoto in pieno quanto scritto da Luciano: Tranne Schirò un centrocampo privo di qualità e un attacco opaco (come già fin troppe volte quest'anno) con Colidio “palesemente inadeguato” che probabilmente gioca per ragioni extra campo.

    Quoto Luciano pure nella scelta dei migliori della rosa: Valietti, Bettella Sala Schirò Zaniolo Odgaard Merola, Visconti Gossò. È un peccato che ieri solo 5 di questi sono partiti titolari, 3 dei quali nel reparto difensivo.

    Dissentirei solo sulle pagelle e mi trovo maggiormente d’accordo con quelle date da MondoPrimavera. Ma sono cose di poco conto, piccole divergenze tra semplici tifosi.

    RispondiElimina
  7. Tratta di baby calciatori dalla Costa d’Avorio: tre arresti. Nei guai anche un giocatore dell’Inter

    La truffa basata su documenti contraffatti e falsi rapporti di parentela. In manette un agente e il presunto padre del centrocampista nerazzurro Assane Gnoukouri. «I club italiani estranei alle condotte illecite»

    http://www.lastampa.it/2017/12/01/italia/cronache/tratta-di-baby-calciatori-dalla-costa-davorio-tre-arresti-coinvolto-anche-un-giocatore-dellinter-usI4ll891yDYh6boMPusNL/pagina.html

    RispondiElimina
  8. Colidio su assist di Odgaard solo davanti al portiere spara a lato, se questa non è chiara occasione da gol!!!!!!!! (primo tempo)

    RispondiElimina
  9. Su Bastoni comunque credo di essere d’acco con Luciano in via generale. Poi non so bisogna vedere che piano di crescita sia stato pensato per il ragazzo. I due anni a Bergamo però mi sembravano sensati.

    RispondiElimina
  10. Sono convinto di no, ma sull'episodio Colidio potrei anche essermi sbagliato. questo non cambierebbe il mio giudizio sul match

    RispondiElimina
  11. Avevamo in campo 4 giocatori del 2000. Schierarne sette sarebbe stato mandare al macello loro e la squadra. Evidentemente sono stati scelti i più pronti atleticamente (nel caso di Schirò, invece, il più indispensabile per dare qualità al centrocampo, assente Emmers e fuori Zaniolo).

    RispondiElimina
  12. conoscevo da giorni la vicenda di Assane, non ne ho parlato per discrezione. Lui non si chiamerebbe Gnokouri e non sarebbe un 97 ma un 94. Gli hanno cambiato cognome e data di nascita per poterlo appoggiare a una famiglia locale come presunto parente stretto. Il suo cognome sarebbe Traorè. In questa faccenda l'Inter è stata ingannata, ma certamente ingenua.
    Alla fine la causa ultima è una legislazione razzista che consente l'arrivo per lavoro di non italiani purché di pelle bianca, cioè europei.
    In questo momento la mia solidarietà va tutta ad Assane e a Gossò che possono alla fine pagare per colpe non loro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Spiace molto per la situazione e per i due ragazzi. Spero che tutto si risolva bene per loro e possano continuare a giocare e entrare nel calcio professionistico. Per quanto riguarda noi, colpevoli o meno lo deciderà nel caso la giustizia sportiva, ma francamente non credo in nessun atto volontario di frode. Perché mai esporsi per una situazione così anche solo sul piano mediatico... Immagino che ci sia stata una frode e ci siamo cascati in pieno. ma ci è cascata tutta la federazione e le istituzioni... quindi...

      Elimina
    2. Teoricamente anzi saremmo parte lesa... con tanto di contratto al ragazzo. Il 'fastidio' sarà chiaramente leggere i vari commenti sui media sia circa noi che i due ragazzi che alla fine non sono sicuramente due criminali.

      Elimina
    3. State pur certi che cavalcheranno questo fatto .Faranno di tutto per dichiararci colpevoli media,federazione e chi ne ha più ne metta . Chiederanno una nostra condanna
      e si farà di tutto per screditarci , visto che noi siamo gli unici a non essere mai entrati negli scandali nel corso dei secoli.

      Elimina
    4. C è da dire anche però che i due hanno giocato contro ragazzi di 3 anni più piccoli, mettendosi in mostra anche grazie a questo inganno. Se fosse cosi, da parte mia, non c è molta conprensione per chi ha truffato

      Elimina
    5. C’e un illecito sicuramente Fabio. Questo è indubbio. Cioè posso condividere o meno determinate idee ma il fatto sussiste per legge, quindi... inevitabile ci saranno conseguenze per i due ragazzi. Ma per loro come altri che sono anche più sfortunati di loro non posso che augurare del bene... Su di noi mi pare evidente che non ci sia Nulla. Avremo rotture di cazzo dalle solite pi... ma secondo me la società è solita per tenere attacchi di questo tipo.

      Elimina
  13. Accolgo con piacere il primo punto in A del Benevento che ha sfruttato un match facile per rompere questo tabù, complimenti aigiallorossi.

    RispondiElimina
  14. Primo tempo molto buono dell'inter. Speriamo in un secondo tempo con la stessa qualità e intensità

    RispondiElimina
  15. Mi fa piacere lodare in particolare la prestazione di Davide... proprio bravo e forse la sua migliore in nerazzurro a questa 100a gara arrivata diciamo troppo tardi rispetto a come avevano creduto.

    Candreva straripante.

    RispondiElimina
  16. Oggi TUTTI bravi, anche i subentrati. Fabio, niente pelo nell'uovo....!!!! (nelle pagelle, intendo).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Qualche pelo c è sempre.
      Bisogna sempre cercare di migliorarsi!

      Elimina
  17. Tutti 8 oggi. E i subentrati atteggiamento impeccabile

    RispondiElimina
  18. Squadra che funziona e tutti che danno il loro contributo. Mostruoso Skriniar, fantastico Perisic, Candreva sostanzioso, Brozovic si è alzato dalla parte giusta, implacabile Icardi. Ma anche Ranocchia e Santon meritano una menzione e nessuno demerita. Spalletti ha fatto per il momento un lavoro impeccabile.

    RispondiElimina
  19. Caro amico Luciano spero che oggi pomeriggio tu non abbia chiaccherato col tuo vicino come hai fatto ieri. Così nel post descriverai , oltre ai 5 gol, anche le numerose palle gol create.
    Sabato al merdastadium senza paura " NOI SIAMO L'INTER" AMALA SEMPRE

    RispondiElimina
  20. "Santon? Lo conoscevamo, quando c'è da scegliere si tiene presente tutto. Lui è un calciatore di grandissima qualità, di spessore, sa fare benissimo tutte e due le fasi. Chiaro che se lo metti in un contesto che funziona diventa più facile per lui avere autorità e autostima...." Spalletti conferma che a Santon manca "solo" la personalità. Tecnicamente è sempre stato molto valido

    RispondiElimina
  21. Penso che non possiamo più nasconderci: abbiamo l'obbligo di crederci e di puntare in alto. Abbiamo una grande squadra, un eccellente mister e, consentitemelo, una società che in silenzio ha costruito un grande gruppo.
    Non siamo lassù per caso, la fortuna c'entra poco o nulla. La riprova è venuta da chi oggi è subentrato ai titolari.

    RispondiElimina
  22. Secondo voi è possibile fare uno step avanti con un centrocampo più tecnico, ad esempio mettendo Brozo al posto di Gagliardini e non perdere equilibrio?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo step secondo me passa da borja piu basso con vecino e un trequartista. Ado oggi brozo

      Elimina
  23. Scusate per il ritardo... Ma ero in "trasferta" dalla suocera.
    Oggi prestazione ottima dell'inter in ogni senso.
    Le pagelle
    Handanovic 7 sicuro, nelle pochissime occasioni in cui chiamato in causa
    D'ambrosio 7,5spinge e dietro sicurissimo
    Ranocchia 7 da sempre un certo senso di insicurezza e l unica occasione per meggiorini arriva da una sua disattenzione ma è presente e positivo anche in avanti, dove di testa si dimostra temibilissimo
    Skrinjar 9 insuperabile dietro, perfetto in impostazione, fantastico nell'azione del gol
    Santon 7,5 buona prova offensiva e difensiva
    Borja valero 8 fosforo. Gestisce i tempi della squadra in modo eccellente. Sempre nel posto giusto
    J.mario 6,5 discreta prova, ma con i soliti enormi limiti negli ultimi 20 metri
    Brozovic 8 totalmente in partita, anche mentalmente dimostra di avere grandi doti balistiche e trova bene spazi tra le linee
    Candreva 8,5 gli manca solo il gol. Prova sontuosa.
    Perisic 9 devastante a siniatra...e 3 gol...
    Icardi 8 il nuovo icardi è un aiuto concreto per la squadra e il solito cecchino in avanti

    Eder, karamoh, dalbert sv

    Spalletti 9 senza bisogno di commenti

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Scusato, la suocera è impedimento riconosciuto. I tre subentrati va bene s.v. ma con lode...

      Elimina
    2. Sv più che altro perché entrati in un momento in cui la partita aveva poco da dire...

      Elimina
  24. Grandissima Inter
    E grandissimo Spalletti
    #SENZATREGUA#AMALA

    RispondiElimina
  25. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  26. Cmq la partita più importante per noi, oltre alla nostra , è tra poco a genova

    RispondiElimina
  27. Fabio ha dato 8 a Icardi (che ha fatto solo un golletto)...Turchetti, puoi far squillare le trombe!
    Per dirla alla Jobs "siate folli, osate!" (per un posto fra le prime 4, ovvio...)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In realtà è stata la suocera di Fabio che ha influenzato il voto o le pagelle di oggi sono opera sua. Si scherza, naturalmente. Forza Inter!!!!!!

      Elimina
    2. Vi invito a guardare i miei voti ad icardi nelle ultime partite...
      Se Mauro gioca con e per la squadra, avrà sempre da me ottimi voti, soprattutto se mantiene la sua freddezza davanti alla porta.
      Secondo me non è stata una sua partita eccezionale, ma è stata una partita eccezionale di squadra, e lui è stato parte importante di questa squadra

      Elimina
    3. ...ha fatto a sportellate, ha segnato, ha dato un assist a JM, ha consentito, con un movimento sul primo palo, a Skriniar di finalizzare la sua magnifica corsa di 80 metri...no, il caffè non ce lo ha fatto Maurito...peccato! #16

      Elimina
    4. Per eccezionale personalmente intendo le sue solite triplette o doppiette.
      Ma con i suoi movimenti e il suo apporto per i compagni è stato determinante per la squadra.

      Per questo parlo di partita di icardi da 8, e l ho messo solo dietro a candreva perisic e skrinjar.
      È ciò che mi aspetto da un attaccante, e ciò che serve all'inter

      Elimina
  28. Cmq a parte gli sfottò le mie pagelle ultimamente sono abbastanza condivise...anche da luciano ;-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai la dimostrazione che le leggiamo tutti e le commentiamo con attenzione. E' un complimento.

      Elimina
    2. E di questo vi sono grato. Anche delle critiche. Servono a migliorare e a volte ad aprire i propri orizzonti qua do questi sono limitati

      Elimina
  29. Sono troppo contento per polemizzare con il Gianca. Io non ho detto di on aver visto la situazione di Colidio di cui lui parla, ma solo di averla valutata diversamente da lui.
    Poi come diceva qualcuno i singoli avvenimenti non mi interessano. Sono solo la schiuma delle cose. A me interessa il mare.
    Fuor di metafora ho dato un giudizio complessivo sulla nostra prestazione che ritengo sia simile a quello per esempio espresso da Vecchi, che ha parlato esplicitamente di pareggio giusto

    RispondiElimina
  30. Vecchi ha parlato di pareggio giusto per non polemizzare con quelli là .Già una volta in coppa italia rispose alle loro provocazioni dicendo " quelli lì non hanno la cultura della sconfitta " . Apriti cielo quante polemiche. Sabato sera andiamo al merdastadium , Vecchi si è dimostrato diplomatico,per non creare ulteriori tensioni.

    RispondiElimina
  31. Mi arrendo, non c'è speranza. Sei l'unico tra quelli che hanno visto la partita a dare un giudizio simile

    RispondiElimina
  32. Non solo per la partita di stasera, dove cmq Torreira ha fatto una buona gara, ma tra lui e Barella, se prendiamo qualcuno, spero in Barella.

    RispondiElimina
  33. Purtroppo il risultato peggiore per noi arriva alla fine. Del milan poco mi interessava.
    C è da capire come venga utilizzato il var, spesso in modo poco chiaro.
    Strakosha con un pugno colpisce ferrari e non viene rilevato nulla...
    Probabile mano di un difensore della samp...e nulla.
    Usato così non va bene.

    Ricordo a tutti, non abbiamo fatto ancora nulla e siamo a 4 punti dal quinto posto, probabilmente ad 1 settimana prossima.
    Nom esaltiamoci

    RispondiElimina
  34. assurdo campionato con tutto quello che stiamo facendo siamo a solo + 4 suula Lazio ( che immagino batterà l'Udinese ) quest'ultimo risultato mi rovina una bellissima giornata calcistica....

    RispondiElimina
  35. purtroppo sono d'accordo con Fabio, purtroppo perchè arrivare quinti con quello che stiamo facendo sarebbe pazzesco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, campionato assurdo. sarà fondamentale lo scontro diretto con la lazio.

      Elimina
  36. A un quarto d'ora dal 90, con la sconfitta della Lazio, era una domenica perfetta, adesso solo ottima. Personalmente, dopo aver visto i biancocelesti varie volte, li rispetto ma penso che l'Inter sia nettamente superiore. In difesa rischiano sempre l'imbarcata, poi hanno un buon gioco, alcune individualità capaci di guizzi offensivi molto pericolosi ma insomma, se l'Inter mantiene questa compattezza, possiamo perdere punti ma è più facile che li perda la Lazio.

    RispondiElimina
  37. Tranquilli tutti. Noi non siamo in corsa per il quarto posto. Miriamo a ben altro.
    Nervi saldi e continuiamo a giocare come fatto oggi, come a Cagliari, come con la Samp. Tra due domeniche tireremo le somme.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Francesco ma su Gorezka hai informazioni? L'Inter continua a lavorarci?

      Elimina
    2. Buongiorno a Voi tutti e buon inizio settimana.
      Rina mi chiedeva di Goretzka. Nel mese di settembre Sabatini ci ha provato, ma penso che su di lui ci saranno i top club europei e quindi per noi non ci sono speranze.

      Elimina
  38. Piccola parentesi sul calcio minore, ho letto questa interessante statistica:
    "Il portiere del Benevento vanta piu gol in A di Andres Silva”.....

    RispondiElimina
  39. È un peccato per la vittoria della Lazio ovviamente ma dopo un punto nelle ultime due con Roma e Fiorentina direi che non possiamo lamentarci, soprattutto vista la crescita della nostra squadra.

    RispondiElimina
  40. Nuovo post online: https://fratellidelmondo.blogspot.it/2017/12/continuate-cosi-inter-chievo-verona-5-0.html

    RispondiElimina

Printfriendly